Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 9 anni fa

10 punti!!Rispondete velocemente!?

Sono un'assistente domiciliare dapprima con i servizi sociali e poi da Giugno con il privato.

Alla morte di un mio utente (che viveva in un appartamento in affitto) ho inviato le chiavi al proprietario di casa,il quale me le ha rimandate indietro.

Voglio capire quali sono le mie competenze,da premettere che non ho firmato alcun contratto e l'utente era capacissimo di intendere e volere.

Per la seconda volta ho inviato le chiavi con una lettera di un legale ma sono stata contattata immediatamente dal proprietario perché continua a dire che devo mettermi in contatto IO con gli eredi.

Non conoscendo nessun erede e non volendoli conoscere non capisco perché il proprietario della casa voglia costringermi a fare questo.Sono dovuta io a mettermi in contatto con gli eredi?

Aggiornamento:

Ho prestato servizio a questo utente per cinque anni e non ho mai visto nessun parente nè io né i vicini perché i rapporti fra loro erano pessimi per cui mai nessuno è venuto da questo anziano.

Inoltre quindici giorni prima del decesso il pronto soccorso tramite forze dell'ordine aveva ricercato qualche erede il quale aveva risposto di nn voler sapere assolutamente nulla di questa persona.

Vi lascio immaginare che soggetti sono.

Si sono presentati una decina di giorni dopo della morte perché chiamati dal commissariato di polizia poiché quest'anziano deteneva delle armi legali e da allora stanno facendo di tutto per mettersi in contatto con me ma non ho intenzioni di incontrarli.Dovrei incontrarli per forza?

Aggiornamento 2:

Gli eredi sono un fratello di oltre ottanta anni e i suoi figli,e sono fuori dal comune di residenza dove risiedeva l'anziano

6 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Se esiste un contratto di locazione dell'immobile non devi restituire le chiavi al proprietario dello stesso ma ai suoi eredi legittimi (figli / parenti stretti). il proprietario di casa, esistendo un contratto di locazione, non può accettare le chiavi da te. Se conosci l'indirizzo degli eredi puoi spedire una raccomandata A/R con cui gli informi che tu hai le chiavi dell'immobile e che se volessero rientrarne in possesso possono contattarti (non devi spedirle, tienile semplicemente in custodia)

    Più semplicemente puoi lasciar scritta una lettera rivolta agli eredi (nella buca delle lettere dell'utente defunto) dove gli informi che sei in possesso delle chiavi dell'immobile e che se volessero entrarne in possesso di contattarti.

    --- --- --- --- --- --- --- --- --- --- --- ---

    sta cercando di mettersi in contatto con te il commissariato o gli eredi?

    nel primo caso ovviamente si; per i secondi basta che, quando si metteranno in contatto con te la prossima volta, gli chiedi l'indirizzo e gli invii le chiavi con raccomandata A/R e il gioco è fatto. Ma conviene più dargliele di persona, anche per una questione di correttezza

    Fonte/i: Studente in giurisprudenza
  • 9 anni fa

    Con gli eredi di che? La casa del tuo utente non era di sua proprietà, era in affitto, no? pertanto le chiavi vanno restituite al proprietario, cosa che tu correttamente hai fatto. Il tuo compito ora è finito. Non sta a te contattare gli eredi del tuo assistito.

    Se le cose del defunto si trovano ancora in casa, il proprietario deve ripigliarsi le chiavi ed esortare gli eredi a venirsele a prendere, in maniera da sgomberare l'appartamento e farne ciò che meglio crede.

    Non capisco questa sua posizione.

  • 9 anni fa

    Immagino che tu non abbia alcun numero o alcun recapito di un qualche parente del tuo utente..

    Hai provato a chiedere ai vicini? E' un'idea. Altrimenti devi rendere le chiavi al proprietario, e dirgli che tu non conosci alcun erede, e che se vuole svuotare casa, deve farlo da sè.

    Il tuo compito era di assistente domiciliare e basta, non eri il suo legale o cose così.

  • 4 anni fa

    studiare dieci pagine in 2 giorni è fattibilissimo! oggi mettiti a leggere e sottolineare con attenzione, senza distrazioni (tanto consistent with cominciare spegni il computer!!). se oggi ti rimane ancora pace puoi fare una sintesi, uno schema, quello che preferisci... domani e/o domenica ridai una lettura veloce soffermandoti sui concetti che hai sottolineato e poi prova a ripetere tutto

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    ciao io penso proprio di no ma faresti meglio a chiedere al tuo avvocato!

  • 9 anni fa

    +2 :D

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.