tirex92 ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 9 anni fa

perché non creare centrali elettriche solari che orbitino in prossimità del sole sfruttandone il forte calore?

Mi sono documentato e ho scoperto che prima di tutto esistono centrali elettriche di due tipi, quelle che sfruttano la luce solare (attraverso il fotovoltaico) e quelle che sfruttano il calore solare che per quello che ho capito sono molto più efficaci perché in primis producono molta più energia elettrica e poi sfruttano il calore (che per chi non lo sapesse viene immagazzinato attraverso il riscaldamento di oli presenti in appositi tubi installati frontalmente su tutti i pannelli "solari" che rivestiti con un apposito tipo di specchio a forma parabolica convogliano i raggi unicamente verso i tubi. L'olio in ebollizione crea vapore che con la sua forte pressione muove le turbine che infine producono energia elettrica) e con l'utilizzo di sale sciolto l'alta temperatura raggiunta di giorno rimane alta anche di notte in assenza del sole risolvendo così il problema dei pannelli fotovoltaici.

Ho scoperto anche che il progetto di costruire una centrale elettrica solare (fotovoltaica) che non sia posizionata sulla Terra ma nello spazio esiste, e che gli ostacoli alla sua realizzazione sono legati ai costi perché il "problema" trasporto dell'energia elettrica prodotta è stato risolto con la brillante idea di sfruttare un raggio di microonde. La mia idea sarebbe quella di posizionare il più vicino possibile al Sole una grande infrastruttura contenente grandissime quantità di olio o altri liquidi e molte turbine che sfruttino l'enorme pressione scatenata dalle altissime temperature dell'olio stesso. Così facendo sono convinto che l'energia elettrica prodotta sarebbe di gran lunga superiore a quella stimata per la Centrale solare orbitale i quali numeri sono: 5.000.000 di kilowattora prodotti per circa 20 anni di autonomia e prendendo come prezzo dell'energia elettrica di esempio quello dell'Enel e cioè di 0,14 €/kWh possiamo determinare che in termini economici verrebbero prodotti 700.000 €/h che moltiplicati per 24ore per 365 giorni per 20 anni darebbero 122.640.000.000 € cioè 122,64 miliardi di euro prodotti dall'energia elettrica raccolta.

In una centrale solare a "concentrazione" orbitale che sfrutta il calore si deve tener conto della distanza Terra Sole che è di 149.597.870,691 km ma sapendo che la massima velocità raggiunta da una sonda spaziale è di 240.000 km/h si può dire che questa distanza è colmabile teoricamente in 26 giorni. Naturalmente l'infrastruttura dovrà fermarsi quando incontrerà una certa temperatura (credo basti e avanzi 600°C) oltre la quale l'infrastruttura stessa ed i suoi componenti non potranno lavorare ma a quel punto comincerebbe una continua e teoricamente infinita produzione di energia elettrica con le turbine che girerebbero senza fermarsi e il raggio di microonde, calibrato opportunamente, giungerebbe ad una rectenna terrestre. Spero che la mia idea sia esatta e che mi aiutiate a trovarne i difetti ma soprattutto a trovare il modo di renderla pubblica, per qualsiasi cosa questa è la mia mail: rebus_2008@libero.it

Aggiornamento:

Per chi non lo sapesse nello spazio libero vi è il vuoto cioè la totale assenza (o quasi) di particelle di gas senza le quali non vi è calore quindi l'avvicinamento alla corona solare è indispensabile e considerando che non c'è un punto particolare nel quale la temperatura da 5 milioni di gradi precipita a 0 la posizione della "centrale" sarebbe nella parte più esterna della corona solare laddove c'è una concentrazione minore di gas comunque sufficiente a fornire altissime temperature..se conoscete particolari forum dove far conoscere quest'idea innovativa vi sarei grato o se conoscete persone al quale potrebbe interessare direttamente partecipare attivamente nell'intento di progettare in modo dettagliato un prototipo teoricamente funzionante.Spero che voi abbiate la stessa voglia che ho io di rendere credibile un'opzione simile, non sia mai che venisse presa in considerazione come progetto attuabile realmente...l'unica cosa da fare ora sarebbe que

Aggiornamento 2:

per quanto riguarda l'orbitare e le relative difficoltà legate al mantenimento del raggio con la Terra le soluzioni non sono difficili basta pensare ad un ricevitore nei pressi della Terra dal quale riparte un altro raggio più preciso che arriva in pochi secondi o minuti alla rectenna e per immagazzinare temporaneamente la grande energia proveniente dalla centrale orbitante intorno al sole si potrebbe usare l'idrogeno o meglio l'elettrolisi dell'acqua e la conseguente creazione di idrogeno

(http://www.diginfo.tv/v/11-0178-u-en.php)

Il quale poi alimenterebbe celle che darebbero in uscita l'energia elettrica accumulata e la spedirebbero sempre utilizzando il raggio di microonde.

Aggiornamento 3:

Per quello che ho letto non credo di sbagliarmi dicendo che la lunga distanza è un problema risolvibile con dei particolari ripetitori, lo so anch'io che il tempo che il raggio impiega a raggiungere la destinazione anche se di minuti è sufficiente a rendere disallineata la rectenna di terra ed è per questo che, o calcolando la posizione esatta che avrebbe la Terra dopo ad es 10 minuti e quindi far muovere la centrale orbitale adeguatamente in modo da anticipare l'orbita della Terra e sincronizzare l'arrivo del raggio con la posizione del ricevitore o installando appositi ripetitori nel percorso tra il Sole e la Terra. Si deve ricordare che il raggio di microonde viaggia ad altissima velocità, cioè a quella della luce. la luce impiega circa 8,33 minuti (8 min 19,8 s) per viaggiare dal Sole alla Terra.

4 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    l'idea è buona, ma non è fattibile con le tecnologie attuali o comunque con le tecnologie attuali che hanno un costo accessibile, in futuro forse si farà.

  • ?
    Lv 4
    9 anni fa

    senz'altro ottima la tua idea...

    l'unica difficoltà risiede solo nel potere che ha l'èlite, la casta...e che limita di conseguenza il potere della mente dell'uomo

    la scienza vera, non ufficiale, è molto più avanti

    i tantissimi progetti di energia "infinita" sono stati resi vani dai poteri finanziari...

    fortunatamente c'è, tra le minoranze chi ha la mente attiva e non succube dei poteri dell'ingegneria sociale

    mi piace la tua idea e la tua determinazione

    contattami presto, dato che sto anche realizzando un sito, dove potresti agire nella sezione relativa a science

    c'è scritto tutto lì

    a presto =)

    http://multiverspace.altervista.org/

    proprio poco fa leggevo su questo forum, questa esperienza di vita che stanno tentando di fare, con tanta volontà 2 coniugi...interessante

    http://www.avventurosamente.it/vb/129-vivere-nella...

  • 9 anni fa

    a parte i dettagli e le descrizioni tecniche che hai dato che sono un po' fantasiose, e i problemi pratici non indifferenti, l'idea è probabilmente realizzabile, il problema è esclusivamente di costi

    il punto debole forse è che non penso ci sia un vantaggio in termini energetici ad avvicinarsi al Sole

    mentre c'è sicuramente uno svantaggio di costi, e non indifferenti, sia per il viaggio sia per alcuni dettagli pratici tipo mirare col fascio microonde da simili distanze metre sia la Terra sia la "centrale " orbitano intorno al Sole.

    ADD

    prima di fare lezioncine, impara cos'è la trasmissione del calore per irraggiamento

  • Anonimo
    9 anni fa

    guarda ti rispondo brevemente ma sarò coinciso...le energie rinnovabili sono una delle invenzioni più grandiose della storia dell'umanità, visto che da quello che hai scritto ho capito che te ne intendi di queste cose penso che come me tu pensi che se l'umanità non si darà da fare per i prossimi 20 anni la nostra specie sarà veramente a rischio a causa degli imminenti cambiamenti climatici apportati dall'inquinamento. Quindi ciò che tu chiedi nella tua domanda secondo me ha perfettamente senso e sono d'accordo con te perchè tutti i dati che hai trovato sono rilevanti. Anch'io mi ero un po documentato sull'argomento e da quello che ho scoperto anche grazie ad alcune riviste come "Focus" è nei progetti degli ingegneri astronautici giapponesi di costruire una centrale del genere in orbita sulla terra e capace di mandare tanta di quella energia da poter illuminare l'intero pianeta per anni e anni anche se la sua costruzione e la sua attivazione sono previste per il 2017 perchè attualmente non anno abbastanza soldi...quindi vedrai che con il tempo l'uomo sarà come minimo costretto a costruire cose del genere sennò chisà dove finiremo!!!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.