promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 8 anni fa

allora... dunque......?

fiumi di sassi si sparpagliano raccolti in pozzanghere marine di polvere ricoperti da massi sciolti in sogni di latta.

scrivete frasi, testi senza senso? come diceva un'answerina che si chiama miss qualcosa: scrivi i pensieri senza pensarli.

passata la sera si vedono parole su ripostigli di melma arrotolata sul mondo di cartone rarefatto. ricoperti di sottili mattoni di gomma rattoppata di stracci affissioni di particelle ricordavano di salire il monte di lamiere moribonde per ricordarsi poi che era stato solo un altro incontro inutile. ripiani di caffè, sostituzioni di occhi che dicono sì, dieci soli che girano su carri di fieno. un due tre e il gioco è fatto. passa un giorno di storia,e in un attimo si china davanti al pozzo. poi ride e canta dicendo: sei matto! ricorda,un perché non fa dieci caffé. fa un dodecagono. vermi di terra e stagioni di sabbia,mesi di sale, secondi di vuoto,respiri e morte.minuti di vomito, giorni di pazzi, anni di strazi. di giorno mi strozzo di notte mi sogno. e cadendo dal letto allora dicevo : è vero! si balla! e domani si muore pensando a un giocattolo rotto. rotto rotto,tutto rotto e caduto da dieci piani di cielo grigio. e coriandoli di neve si lanciano nel vuoto,mentre si salutano i soldati e i pastori che per tutto il mondo dicono di far passare uno struzzo in un ago di possibilità. e dopo? dopo si scioglie la faccia in un dizionario di lingue di gatto appollaiato sul tetto. miao miao, così faceva, e diceva a tutti di restare nel limbo per non perdere di vista i serpenti. e intanto piangeva,e piangeva. domani è un altro giorno. via col vento ce lo ricorderà. un tram che si chiama desiderio invece corre veloce sul fiume. come la morte corre sul fiume dei film muti. bah.... boh...bah...si scrive. si scrive e si pensa. a cosa? a domani. a ieri. ieri che non è oggi ma è sempre ieri. più ieri di prima, più domani di poi. e poi? e poi si va un po' sul pianeta dei coccodrilli che mangiano bambini. si sa che anche gli uomini mangiano bambini,ma nessuno lo dice. li mangiano con occhi di metallo senza pensare. si salutano e via. via nel nulla. via. via. vai via. ancora? chi hai visto dal tuo posto? io nessuno. nessuno. e poi piove. piove per dieci anni di seguito e tutti si dicono che un sole non basta per tutti. qualcuno si perde e cade nel niente,mentre dieci statue e un re arruolato nel mare di niente ricompone i cocci di una farfalla scaduta come un barattolo di pensieri. sembrava solo un piccolo bicchiere di sole. basta una scheggia di luce e tutto si tinge di sogni continuando a pilotare la bara di legno. legno e pegno. sogno e fumo. quadro, dieci, civetta e pollaio. mente, respiro, pistola e sospiro . risata e non so. non so cosa va con la risata. e con la lampadina? con il libro? con la musica? con i perché? perché. virgola. punto e virgola. punto. ah! ci sono! ci va una bella chiacchierata con il lupo mannaro. magari ti dice che i sette capretti non li ha mangiati lui. i sette capretti che parlavano in russo gesticolando come i russi. allora.però devo finire. finire di scrivere. non posso mica andare avanti all'infinito per sempre. ma come faccio a smettere? non riesco più a smettere . aiuto! ho un problema! non riesco più a non pensare. come faccio? potrei provare a catalogare i sogni che faccio la notte in tante scatole nella mente. ci scrivo le etichette dalla a alla z. anche per gli incubi faccio lo stesso. ma non c'è spazio per gli incubi. cartoni. ci vogliono dei cartoni. scatoloni di cartone. li metterò lì e poi chiudo la porta a chiave o vado fino al fiume e mi butto per vedere cosa succede. magari prendo il volo e non torno più . allora smetto,smetto. però ho già smesso di fumare. ho smesso di parcheggiare i pensieri nel nulla. tanto non sapevo come fare per dire che i capelli si pettinano da soli. è così. è proprio così. un bambino che dorme mi ha detto che si sogna anche dopo la morte. e allora ci credo e vado a prendere la valigia che ho perso. ho visto un colore. un fiore.un fiore che diceva di volersi accartocciare nel mare. un mare. il mare i mari i monti. mari e monti. uccisioni che non valgono niente, tanto tutto si perde in un sorriso. morti che muoiono. morti che vivono. vivi che muoiono. e chi rimane? chi lo dice che non ci si può raggomitolare in un oceano di solitudine ricadendo nel gioco di luci che si perde nell'acqua? rispondendo ad un sogno si può capire che la vita non ha senso.ci si dice che domani andrà meglio,mapoi un poliglotta arriva e ti dice che è tutto sbagliato, e tu pensi di non essere andato nel sogno giusto.forse è un incubo. numeri e parole che si incontrano e bruciano.bruciano e bruciano. non si deve. non si dovrebbe rispondere se non per dire sì. sissignore. agli ordini. avanti. ricordiamoci di dire sempre una preghiera per i morti. per chi vive e per chi vivrà.

Aggiornamento:

i secondi sono ancora pochi per lasciare questa gabbia di matti inferociti e strorditi dal caldo. fa caldo? o fa freddo? freddo caldo sole e neve. tutto e niente. si e no. luce e buio. rastrelli e cammelli. e ancora..... uno due e tre. arrivo fino a tre gradini e poi salto giù. la giostra si ferma e io mi fermo. mi fermo qui.

Aggiornamento 2:

@ Mirko: e tu non scrivi? dai, anche una frase sola.

@ vincent: accipicchia ragazzo! hai talento! dovresti scrivere un libro.

@ Bettina89: commovente...

beh, allora io continuo a scrivere, tanto ho tempo da perdere. e poi scrivere senza pensare mi rilassa. quindi scrivo scrivo scrivo. e stanca di passeggiare nei sogni di qualche bevitore di vodka mi perdo nei pensieri che ritrovo in un pugno di mosche. mosche che rosicchiano intere città tuffandosi nei miserabili oblii di carta velina. ripongo il cappello nel cestino, nella speranza che un giorno qualcuno verrà a riprenderlo. e ancora un salto nel vuoto, tra fiori e coralli di segni miracoli e contadini nelle stalle del paradiso di ghiaccio. ghiaccio. ghiaccio nel polmone sinistro, negli occhi respiri che si affaccianoi sul mondo dei cannonieri. cannoni. cannoni che cantano musica celestiale. angeli che danzano e preparano il cammino per chi ha chiesto di essere salvato dagli scarafaggi affamati. ritornerà. ritornerà la salita più

Aggiornamento 3:

ripida dei ripidi rapidi treni di cristallo. e nel cielo si vedranno comignoli innevati accompagnati da porzioni di nuvole ingiallite, invecchiate nel sole. morte. nuvole morte. e i bambini non potranno più dire che le stelle hanno i fili, i colori, i ragni. ci saranno solo ragni. candele consumate. maree di storie senza finale, senza anima, senza quel tocco di perfezione che c'è in ogni sorda molecola di sangue.sangue rappreso e vomitato nei vicoli per non lasciare spazio al nulla che circonda il nulla. nulla nulla. oppure tutto. tutto quello che c'è da dire lo si dice in un momento di accattonaggio. accattone. accattone come il film. sono tutti accattoni. e poi dicono di specchiarsi nei formicai di zucchero filato che razzolano nel buio. buio . chi ha inventato il buio? pulcinella? forse il palazzo di pietra che si spegne nel cielo dirà cosa si trova nel cuore del più piccolo polline. e fiori,fiori, e fiori voleranno in cielo per poi cadere giu scaraventandosi sul cemento. an

Aggiornamento 4:

annegando in un mare di ricordi. malati che cigolano per strada come carretti. latitudini e piroette di colori che modificano la serratura di un cortile morto. morto da ieri. da quando qualcuno ha detto che doveva morire. e neve. neve. solamente neve. neve di bottiglie rotte sui marciapiedi per non pensare a un giorno che non si vuole ricordare.e allora si balla .si balla ancora per dire che i coraggiosi non diconomai di no. i fortunati dicono forse. i pazzi dicono chissà. poi i rompicapo si insinuano nel cervello,sotto la pelle,e tutto ritorna allo stato iniziale. come un sorriso. come un sogno dimenticato nel tempo dei giorni in cui le pietre erano luminose. vive.senza segni, senza nome, senza occhi.solo giorni felici. così felici da morirci dentro e dimenticare la perdita. si perde. si perde un treno. un mondo.un cuore. l'anima. si perde l'anima per quattro soldi. si passa al setaccio la spazzatura per trovare un occhio. il proprio occhio. e tutto,tutto parla di un tempo che

Aggiornamento 5:

lascia il ricordo sul filo di un sogno mai nato,per poi capire che i morti sono ancora vivi nei sogni delle loro mamme. e sorridono. sorridono e giocano.

Aggiornamento 6:

comunque ci tengo a dire che non sono matta. non lo sono mai stata. sono la persona più normale del mondo. sono gli altri che sono matti. quando un sogno diceva di sì,la luna dicevo no. e tutto finiva in un grido di solitudine che atterrava in un incubo, per poi partorire un incubo. incubi. signi e incubi. incubi che diventano realtà.realtà che diventa incubo. da dove viene la parola incubo. dai respiri. dal vocabolario di un maniaco. e passi di tristezza si assottigliano sul selciato per non farsi sentire. avevo detto che non dovevano più tornare.ma sono tornati. tornati .è tornato. e chiede. chiede .... non lo so cosa chiede.ma non si può. un giorno lo sapranno anche i sassi. e il pupazzo di neve che muore in giardino dirà che doveva andare così. così. così così. forse. ma poi non è detto che sia così. nel dubbio riposo la mente scrivento di niente. e senza volere ho fatto anche la rima. rima che fa rima con..... con.... cima. fa rima con cima. cima che concima l'orto. cima innev

Aggiornamento 7:

cima innevata che prende aria nel fosso. fosso che saluta lo storpio e riprende il cammino del mare. finché un giorno si scioglie la testa e si cade...si cade...... giù. basta. basta. adesso devo davvero smettere di scrivere. la mia è una malattia. la mente è un po' malata ma non è colpa mia. basta.devo smetter. smettere di pensare. ma pensando in questo modo non penso ad altre cose. e allora scrivo scrivo e scrivo anche se poi qualcuno mi segnalerà la domanda. domanda. si tratta di una domanda? no. non è una domanda. è un pensiero. un pensiero lungo un fiume di parole messe a caso. ma pensiero rimane. e si butta nel mare. e annega. annega. annega. ecco. ora smetto. basta. fine.

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    porca p*ttana caxxo budella cestino intestino coca e rum orum cola e caxxo f*ga fanc*lo piove f*ga apri l'ombrello sbudello serpenti mi facevano male i denti gallo caxxa canta gallo di m*rda caxxo canti che è uanlt o giorno di m*rda riclano cano cano caxxo canta ancora è come qundo lanci una pietra in aria sale sale slae e poi si ferma ed inizia scendere fino a che cade del tutto ... caxxi dici ? caxxo se segui quello che tiviene in mente bene o male segui quell oda cui hai iniziato e non è che riesci a spostarti molto se dica caxxo ti viene in mente caxxo **** p*rc p*ttana ma non è che cambi molto inizia scendere scendere e bam la pietra raggiunge il suolo che poi è una cosa stra e come se fossi collegato wired red come rosso che poi son stato 10 giorni a LA los angele che si pronuncia aengeles e mi venivano solo tipo "ma mi prendi per il **** ?" oppure "errore mio" poi torno in italia e mi escono di bocca robe tipo are you kidding me ? oppure my bad ... caxxo è come quando ti serve qualcosa e non c'è l'hai e poi capitache non ti serve e ce l'hai ... la pietra schiantatasi al suolo fa un cratere e si ci incastona dentro ... ora quella pietra sei tu e la salita è la tua possibilità di cambiamento e di vita l'attimo cheti fermi è l'attimo che hai smesso di crescere ...il declino è la discesa e il cratere è il fosso dove ti seppelliranno seppelliranno ano anno nalorex ex che si fa di lexotan tan bam bim bum bam orzo bimbo bimbo che che si f*tte perchè in un futuro non avrà soldi neanche per le mign*tte botte corrotte torte fi*ga guida scuola guida caxxo incidente di uno sfigato che va avanti per gradi come esercito divani tre divani quttro mani 7 dadi caxxo non riesco a fermarmi armi pari e dispari spari caxxo spari sparati sparami disperati rate risate lontane dalle mani che rincorrono la banche altro che le parche rital rita costa rica santamonica sei f*ttuta monica catatonica ionica soda pepsi twist il twist è fallito sei fallito incallito basito crack crack Parmalat crack perché fa il rumore di una cricca industriale termine morsa rossa spezzata caduta su un piede dolore capitale capitali invecchiate sono concetti vaghi quando finirà quando finirà ? la violenza la violeza è moderna l'america è attratta dalla violenza 'america esercito soldati armi fottono soldi se ne fregano illuminati piramidi occhi bestemmie madonna porca p*ttana divani in mezzo la srada poltrone alla stazione stazione frizione funzione ma non funziona l'ascensore che porta su ma in realtà va giù ti intrappola nel sottosuolo e no nsei a cerca dell'oro o del petroli ma si va avanti per grani o si va avanti per grammi o grammy awards awards come steve awards chi caxxo è sto stewe awords boh houst abbiamo un problema secondo me ne habbiamo due tre 4 scena scena scena scena oscena porca buddhana bandana cristiana cristian airte youtube cennsura pubblicita anche nel web che ***** f*anculo l'untico streaming che puoi vedere sono i porno come se potessimo solo masturbarci la chiesa continau ad obbligarci calci su per il c*lo a quei poveri pagliacci palazzi che schifo vivere uno sull'altro come conigli nani come allevamenti di sottoprodotti necessari per industrie a produzione di massa per la massa che non può permettersi il prodotto di massa che cassa che ci hanno dato doloro così inaspettato all'improvviso punge prude fa freddo il gelo poi si snebbia si spanna e ti sala come un fuoco ti appana i lcervello dico m360 penso vicodin non è legale ma non può essere tanto illegale se lo usa l'america dogana drogana son lenti non si fanno mai i caxxi loro cessi d'acciaio brasiliani ovuli beccati f*ttutti cani carcere promozioni a due str*nzi che son felici mentre altri due ******* hanno perso la loro vita che era gia un tormente mi pento penso tornassi indietro ci darei unaltro senso ma caxxo non posso perchè il tempo non esiste il passato è distrutto il futuro non esiste c'è solo lattimo presente devi solo decidere se uscirtene o no ...ma no nsai dove la porta porta la torta ti distrae ti fa seguire altre vie e giri in cerchio come un deficinete latente latentemente patnte patente su una scheda rosa sembri la pantera rosa fa tanto sta male in qualsiesi portadocumenti tu spendi i soldi per prenderlo figo e poi ci metti quella patente rosa mutandine di

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Mirko
    Lv 6
    8 anni fa

    Non ho la forza mentale per leggere tutto

    Provo a leggerlo tutto ma ci vorrà un pò xD

    concordo su tutto

    looool Vincent >.<

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    avevo scritto il doppio ma answer non me lo hafatto pubblicare così ho dovuto tagliarla a metà =((( ...potevo anche mettere l'altra metà quì ma non ci ho pensato in quel momento XD

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • .
    Lv 6
    8 anni fa

    Non ti curar di lor, ma guarda i pàsseri

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • .
    Lv 7
    8 anni fa

    vorrei non avere le navi di pietra che adornano queste falde finte, mentre ricordi sparpagliati guidano code di trottole che non parlano più. sebbene la fronte si sia lanciata, le macchie sulle rondini vagano sul triste ulivo zoppo. ma cosa vuole la gallina? una stufa? uno stipite? un capostipite? uno stiletto? dolce stil novo, così pare se vi è congeniale...centocinquanta remi triturati dagli amici del bianco natal, un conte conta, una vite dorme...un sasso gioca con un bambino, lo lancia nel lago e nel filo, con un filo di voce, voce di pece, pece rossa come la neve che cade ad agosto facendo clic clac.

    ma i sandali? fremono d'invidia per la colombella che turbolenta se ne va nel profondo del dolente mare del silenzio minimo, duro a morire...o duro da morire? entrambi. "yes i am" dice un pastore ad una rosa che contempla l'airone scavare nell'aria frammenti d'oceano, all'alba di un fresco pomeriggio in una notte profumata di vento, e fumo sul cappello, e vento nell'ombrello, e lacrime nel ferro, e gatti nello specchio... quanto dorme un risotto? pochi mesi, pochi massi, pochi ma sì, sempre tanti andando avanti. e le piene dei ranuncoli mangiano rapsodie di luce.

    perché frignare quando si può tostare?

    Fonte/i: antani come se fosse antani con tarapia tapioco e scappellamento a destra! ;)
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 anni fa

    Su questo sito http://GravidanzaMiracolosa.netint.info/?cwvC troverai alcune spiegazioni di base su come aumentare la probabilità di rimanere incinta naturalmente, ma ti raccomando di fare il possibile perchè lo stress della ricerca non trasformi l'intimità della coppia in un compito da svolgere calendario alla mano.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.