Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 9 anni fa

RAGAZZI QUESTA è UNA PARTE DEL MIO LIBRO CHE STO SCRIVENDO?

volevo chiedervi se ne vale la pena continuare

L’autostrada non era particolarmente trafficata. Il colore del cielo stava calando verso un grigio roseo, l’aria si faceva più fresca. Col pensava che avrebbe avuto tempo per fermarsi a un Autogrill ma il tempo stringeva. Arrivare all’aeroporto troppo tardi sarebbe stato un rischio. Pensò un attimo e prese la decisione di continuare. I dintorni dell’autostrada erano distese di grandi campi, e il paesaggio a quell’ora di sera era particolarmente quieto. Col ogni tanto dava un occhiata allo specchietto retrovisore per guardare se non ci fosse niente di sospetto. Poco prima di partire si era cambiato la maglia del Madrid e si era messo una felpa verde color pino. Ora che era partito era più tranquillo entro il giorno dopo si sarebbe trovato negli USA senza chiedere ulteriore tempo all’agenzia. Col stava iniziando a pensare che avrebbe potuto contattare la Jamy per riferirgli che era in tempo per giungere la sera stessa e che il suo giorno di più sarebbe risultato inutile. Quella mattina Col era stato colto di sorpresa dalla telefonata e non sapendo come reagire aveva chiesto un giorno in più. Ma ora che aveva sistemato gran parte delle cose pensava che sarebbe giunto a destinazione in poche ore.

Prese il borsone verso di se che aveva posto sul sedile per il passeggero. Stava iniziando ad aprire la tasca destra per prendere il telefono quando scorse dallo specchietto retrovisore due auto nere che si avvicinavano a gran velocità. Lasciò perdere il telefono e si rimise subito al volante. La sua velocità era di 85km orari ma le due auto lontane sembravano avvicinarsi rapidamente. Avvicinate di un altro centinaio di metri rallentarono, ormai erano a una sessantina di metri dalla sua posizione. Col riuscì a intravedere il modello delle due auto. Lo stesso di quello davanti alla sua abitazione quella mattina. Erano arrivati. Sicuramente l’avevano seguito per tutto il tratto dell’autostrada fino ad ora pensò Col, anche se non poteva esserne sicuro lasciò la velocità costante tenendosi sui 90km orari. Le due BMW dietro di lui si avvicinavano sempre di più. Ormai erano a una ventina di metri e continuavano a gran velocità. Col voleva vedere quali fossero le loro intenzioni e di decise di rimanere ai 90km orari. In un batter d’occhio la prima BMW si infranse contro il posteriore della sua Audi, Col venne violentemente sbalzato in avanti e urtò la testa contro il volante. L’airbag esplose davanti la sua faccia sanguinante, rialzò la testa e riprese la strada < Non pensare prosegui > le due auto erano indietreggiate. Col vide la lancetta del suo contachilometri 100-110-120- 130, stava raggiungendo una velocità elevata. Prese la pistola dietro la cintura e sparò un colpo contro l’airbag. Il proiettile distrusse in mille pezzi la radio e l’airbag si afflosciò lentamente. Le due auto stavano riacquistando velocità e Col aveva raggiunto i 160km orari. La prima auto che aveva urtato Col si spostò rapidamente sulla destra trovandosi quasi parallelamente all’Audi. Aprì il finestrino ed uscì un uomo armato di mitra. Col fece appena in tempo a vedere il modello del fucile MP5/N quando la prima scarica crivello la portiera e il finestrino. Col si rialzò stordito l’uomo nell’auto a fianco a lui era rientrato e Col sterzò violentemente verso destra colpendo la BMW facendola schiantare contro il guard-rail. I finestrini dell’auto esplosero all’impatto Col aveva stretto in una morsa il veicolo. Prese la pistola e fece fuoco dentro all’abitacolo. Uno schizzo di sangue esplose dalla testa dell’uomo che poco prima aveva aperto il fuoco contro di lui e il collo del guidatore spruzzò in una cascata di sangue. Col mollò la presa portandosi all’esterno. La BMW nera sguinzagliò per la strada mentre il guidatore che stava morendo dissanguato cercava di fermarsi. L’auto uscì di strada con un boato tremendo di gomme in frenata, finendo in un fosso. < Uno è andato > pensò Col, l’altra auto che poco prima era rimasta a distanza di sicurezza durante lo scontro avanzò velocemente verso Col. Dallo specchietto retrovisore vide un altro uomo uscire dal finestrino questa volta armato di fucile a pompa. Il primo colpo fece esplodere il parabrezza posteriore dell’Audi, le pallottole crivellarono la spalla destra di Col facendo schizzare sangue sul parabrezza anteriore. Col cercò di tenere il controllo dell’auto ma per quanto si sforzasse l’Audi sbandava violentemente da ogni lato della strada fino a quando non riuscì a stabilizzarsi.

L’uomo che poco prima aveva sparato ricaricò l’arma, ed esplose un secondo colpo alle ruote anteriori di Col. Tutto successe in una frazione di secondo. Col davanti a lui vide un auto e riuscì a sterzare all’ultimo momento. Sentì perdere il controllo. L’auto si sollevò da terra come sospesa dall’aria e in un attimo Col si ritrovò sbalzato in un vortice di capovolte fino a ritrovarsi schiantato oltre il guard-rail dalla parte dei campi. La BMW nera si era sfasciat

8 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    ...diciamo che se vuoi fare "il preciso" (e francamente mi sembra piu' un verbale della stradale che un romanzo ...) deve almeno fornire indicazioni "sensate"

    Se la BMW si "infrange" (??? vorrai dire , colpisce, tampona, urta ) contro l'AUDI il passeggero verrebbe spinto contro il sedile e NON contro il volante, l'Airbag si aprirebbe comunque PRIMA che il guidatore urti contro il volante e NON DOPO (altrimenti sarebbe inutile) .... ed a dire il vero neppure si dovrebbe aprire se l'auto e' TAMPONATA , inoltre, sempre ammettendo che si apra (e ripeto NON si deve aprire ...) l'airbag e' come un "pallone che scoppia" , un secondo dopo l'urto e' gia' sgonfio e comunque, i moderni airbag non sono piu' i "materassi" visti nei vecchi film e non ci sarebbe bisogno di "spararci"

    ....le velocita' rispettano il codice della strada ... ma credo che in un inseguimento si raggiungerebbero rapidamente i 200-220 km/h

    l'mp5 non spara "scariche" ma raffiche e i parabrezza di una BMW o di una AUDI NON ESPLODONO perche' sono stratificati e non TEMPERATI

    e cosa sarebbe l'auto che "sguinzaglia" ... insomma mi sembra inutile che continuo ...

    Comunque stai tranquillo : ci sono "best seller" del genere , tradotti in piu' lingue (come ad esempio Killing Paparazzi del pessimo scrittore americano Robert M. Eversz ) che sono molto piu' ricchi di sfondoni e incongruenze :-)

  • 4 anni fa

    Non in line with offenderti ma è una storia che avrò già sentito almeno un centinaio di volte......!! Proprio l'altro giorno ho visto il trailer di "repute-saranno famosi" (che assomiglia alla tua trama) e ho pensato che ultimamente le trame di action picture/libri sono proprio tutte uguali... Son sicura che se sai scrivere bene non avrai difficoltà a trovare un argomento un pò più originale ;)

  • 9 anni fa

    Mi piace molto, secondo me vale la pena continuare. Anche io sto scrivendo un libro e all' inizio come te mi sono domandata se continuarlo oppure no. ma mi sono decisa a farlo e anche se penso non verrà mai pubblicato rimane comunque la soddisfazione di averlo scritto. almeno questo è ciò che penso ^_^ comunque ti consiglio di non ripetere troppo spesso il nome Col per il resto sembra ok ^_^ in bocca al lupo:)

  • 9 anni fa

    mi piace molto,è ben scritto!l unica cosa che a mio parere non va è il fatto che ripeti troppo il nome del protagonista col (19 volte!) se consideri che è poco piu di una pagina!per il resto continua a scrivere,è interessante,io lo leggerei!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    bello mi piacciono mlt le descrizioni così dettagliate alcune cose sn da rivedere sn sincero cmq continua assolutamente... =)

  • 9 anni fa

    Si vale la pena continuare

  • 9 anni fa

    Bellissimo, si riflette molto sulla realtà..

    Fonte/i: Bhàm
  • Anonimo
    9 anni fa

    Vale sempre la pena di continuare le cose a cui tieni. E poi è piuttosto carino :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.