Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneUniversità · 8 anni fa

Tesi di Laurea in Giurisprudenza?

Salve a tutti! :)

E' arrivato il momento di iniziare la tesi di laurea quinquennale in Giurisprudenza. Il titolo è: Le investigazioni difensive: l'accesso ai luoghi.

Ora, vorrei qualche delucidazione visto che il prof non mi ha aiutata molto.

- quanti testi devo consultare e quindi inserire nella mia bibliografia provvisoria?

- Vado nella biblioteca della mia facoltà, cerco i libri che recano il mio stesso titolo e li fotocopio TUTTI?

- Ora come ora non credo di sentirmi in grado di elaborare una tesi con MIE idee, mi viene la tentazione di scrivere quello che leggo sui vari libri... Secondo voi questa sensazione è data solo dal fatto che ancora non ho una conoscenza approfondita sul mio tema?

- Aiutooooooo!!!!

2 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Ciao innanzitutto ti capisco benissimo perchè ankio ci sn appena passato x la tesi di laurea ma, a differenza di te, io mi sto per laureare in Scienze della Comunicazione con una tesi sul Low Cost di qualità, un'analisi socioculturale del consumatore e dei consumi low cost di qualità...

    Il mio consiglio è il seguente:

    - considera ke il tuo relatore dev'essere solo il responsabile ke ti approva o meno quel ke scrivi, ti dirà cosa approfondire meglio o cosa togliere dalla tesi e non potrà indicarti, non piu di tnt, i materiali che dovrai consultare...considera anke che di solito non esiste una bibliografia già bella completa e fatta quindi significa che devi muoverti tu per cercare ciò ke ti serve e unirlo per bene affinchè tutto segua la logica del tuo lavoro.

    - io nn ho studiato Giurisprudenza ma prima della biblio dovresti comporre una scaletta di argomenti da presentare al tuo relatore, in modo tale da dargli un idea del lavoro ke vuoi fare e in modo tale ke si faccia un idea di quale sia l'obiettivo del tuo lavoro...considera anke ke la scaletta potrebbe comunque essere sempre soggetta a modifiche nel corso dello sviluppo del lavoro; cioè, se trovi qlcs di interessante ke necessita di essere trattata in un capitolo/paragrafo/sottoparagrafo, allora dovrai proprio inserire l argomento in una di qst parti, in base alla struttura e alla logica del tuo lavoro

    - altro punto, non c'è un numero "minimo" di testi da consultare...considera ke puoi benissimo estrarre anke poche righe dal singolo testo/fonte e che cmq poi dovrai riportare qst parte nella biblio finale

    - libri da cercare? tutti quelli ke hanno a chee fare cn l'argomento, ovviamente...piu sono e meglio è xk così lo puoi approfondire meglio secondo diversi punti di vista magari (io nn studio la tua materia, la butto lì solo x darti un idea di cm potresti analizzare l argomento)

    - PUNTO IMPORTANTE: COME SCRIVERE LA TESI. Capisco ke non sia facile scrivere una tesi con le proprie idee, concetti e parole dall'inizio alla fine ma infatti nessuno è nato "studiato". Qnd in qst mesi io ho scritto la mia tesi (premetto che non ho poi cosi tanta dimestichezza con la scrittura quindi anke x me nn è stato facile), semplicemente non ho fatto altro ke seguire un ragionamento logico x dimostrare l'obiettivo della mia tesi ... mi sono basato sulle mie fonti per scrivere i capitoli, ovvero, trattavo gli argomenti nell'ordine in cui venivano trattati nelle mie fonti, ma sopratt cercavo di esprimere quei concetti USANDO LE MIE PAROLE. Ciò non significa copiare (perchè nn riportavo pari pari le parole delle fonti), ma semplicemente facevo miei quei concetti e li riscrivevo con LE MIE PAROLE...anke perchè, siamo sinceri, quasi tt le tesi vengono fatte in qst modo, a meno ke nn si tratti di studi e tesi sperimentali dove si devono dimostrare teorie con dati di ricerche, ecc...quindi non preokuparti piu di tnt, basta ke non copi e che esprimi i concetti con le TUE PAROLE.

    Infine, se devi riportare le parole di un testo, mettile smp fra virgolette, in corsivo e poi tra parentesi scrivi l'autore e la fonte...ricorda però che non puoi citare piu del 15% della tesi fra virgolette (sinceramente non penso ke a me abbiano fatto osservazioni del genere!)

    Cmq fatti forza, capisco cm stai perchè ankio fino a novembre ti giuro ke NON SAPEVO PROPRIO DA DOVE INIZIARE QST BENEDETTA TESI! Eppure non è così difficile.

    Riassmendo:

    - PROPONI LA SCALETTA E L'OBIETTIVO DEL TUO LAVORO AL RELATORE

    - CERCA LA BIBLIOGRAFIA KE TI SERVE

    - SVOLGI LA TESI SECONDO QST SCHEMA: OBIETTIVO DELLA TESI, IPOTESI, ANALISI ARGOMENTO, CONCLUSIONI IN RIFERIMENTO ALL'OBIETTIVO INIZIALE

    E non perdere la pazienza...se hai difficoltà chiedi consiglio al tuo relatore...se vedi ke qst proprio nn ti segue qnd hai bisogno cercane un altro

    COSA IMPORTANTE! OGNI TNT AGGIORNA IL TUO RELATORE SUGLI SVILUPPI DEL TUO LAVORO, MANDAGLI I CAPITOLI E SCRIVI, ECC COSI LUI SI FARA' UN IDEA DEL LAVORO KE STAI FACENDO E TI SEGUIRA' MEGLIO

    E ora fammi tnt augri perchè da giovedì prossimo diventerò Dottore in Scienze della Comunicazione per la Facoltà di Psicologia all'università Vita-Salute San Raffaele di Milano! Mica "bau bau micio micio"!

    Un grosso in boka al lupo :D

    PS: ATTENTA A NN COPIARE XK COMMETTERESTI IL REATO DI PLAGIO... E NONVABBENE!!!...tu ke studi giurisprudenza dovresti saperlo! eheh

    Fonte/i: tesi appena finita :)
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    fai una ricerca bibliografica su opac per trovare una prima bibliografia che in seguito puoi ampliare.

    Consulta i testi e fotocopia solo le pagg che interessano e non dimenticare di segnarti titolo del libro,autore,casa ed e anno di pubblicazione

    puoi scrivere citando dai libri ma devi avere un indice provvisorio per come affrontare il tutto

    ispirati su tesionline.it

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.