promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 8 anni fa

Una vipera morde una TdG. Il marito TdG può incidere la ferita e succhiare il sangue per salvarla?

Oppure la geovista deve rischiare la vita come la rischiano tutti i bambini TdG cui è proibito fare trasfusioni e avere contatti con il sangue di altre persone?

Speriamo che questa domanda non la leggano le vipere....

7 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Il soccorritore la porterà all' ospedale.

    Mai succhiare il sangue (è pericoloso!)

    Il metodo visto nei film è cruento e rischioso: contro il veleno dei serpenti basta lavare la ferita con l'acqua, bendarla e correre al pronto soccorso.

    Niente più taglietto a unire i due forellini procurati dai denti del serpente; niente più sangue succhiato e sputato dal soccorritore; niente più ferita strizzata a tutta forza per far uscire il sangue (cosa che invece favorisce il diffondersi del veleno); niente più laccio.

    Dato per scontato che il morso colpisce sempre braccia o gambe, ecco come si deve procedere:

    1. fare sdraiare l'infortunato;

    2. sfilargli anelli, orologi e braccialetti prima che compaia il gonfiore;

    3. lavare la ferita con acqua (alcol o acqua ossigenata danno vasodilatazione e quindi una più rapida diffusione del veleno);

    4. applicare un bendaggio né troppo stretto né troppo largo dalla base dell'arto fino alla ferita (una fascia elastica del tipo per distorsioni sostituisce il vecchio coltellino);

    5. trasportare l'infortunato al pronto soccorso, tenendolo il più possibile immobile e tranquillizzandolo.

    Infine, non allarmarsi, e ricordarsi che il morso delle vipere europee molto raramente è letale.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Si. ai Testimoni di Geova è proibito "usare il sangue per sostenere la vita", quindi dato che il sangue succhiato non viene ingerito (perchè se no morirebbe avvelenato il marito, dato che è contaminato dal veleno della vipera) il caso in esame non rientra nel divieto.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    +2

    Fonte/i: Togliti due costole e succhiati il pisello.
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Dato che il sangue non viene ingerito, non è "mangiare sangue".

    Potevi fare il caso della mamma che ******* il figlio dei bimbo ferito, per calmarlo; quello sì è "mangiare sangue" e quindi -secondo i TdG- offende Geova.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    8 anni fa

    Povera vipera, è ancora viva?

    Fonte/i: XD
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    +2

    Fonte/i: ... dalla domanda si capisce che sei molto esperto riguardo l'argomento ... Probabilmente sei un prete ... A proposito: lo sai che succhiare il sangue dalla ferita non serve a nulla, ed è solo una delle tante leggende metropolitane? Lo ignori vero ... ;)
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Secondo i tdg no! Ma potrebbe chiamare un ateo se ce l'ha a portata di mano oppure fare appello al buon senso e succhiare lui magari poi fa penitenza!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.