promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 8 anni fa

Ma perché andate dicendo che non si deve credere ai santi?

Piú leggo la sezione religione di yahoo answer e piú noto che c'é ignoranza e che la gente si inventa tutto a modo suo, per altro noto che rispondono persone in cui si nota che della bibbia non sanno nulla ne l'hanno mai letta. Molti riportano questi versi dalla bibbia per dire che non si devono adorare i santi:

4- Non farti scultura, né immagine alcuna delle cose che sono lassú nel cielo o quaggiú sulla terra o nelle acque sotto la terra.

5 - Non ti prostare davanti a loro e non servire, perché io, il Signore, il tuo Dio, sono un Dio geloso; punisco l'iniquità dei padri sui figli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano

6 -e uso bontà, fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.

(Esodo 20:4-6)

ma dove c'é scritto nella bibbia che non si deve adorare i santi? Dio si riferisce ad altri déi non di certo ai santi.

E questo dovrebbe essere chiaro a tutti dalla storia del vitello d'oro:

Esodo 32:1-35

5. IL VITELLO D'ORO E L'ALLEANZA RINNOVATA

Il vitello d'oro

[1]Il popolo, vedendo che Mosè tardava a scendere dalla montagna, si affollò intorno ad Aronne e gli disse: «Facci un dio che cammini alla nostra testa, perché a quel Mosè, l'uomo che ci ha fatti uscire dal paese d'Egitto, non sappiamo che cosa sia accaduto». [2]Aronne rispose loro: «Togliete i pendenti d'oro che hanno agli orecchi le vostre mogli e le vostre figlie e portateli a me». [3]Tutto il popolo tolse i pendenti che ciascuno aveva agli orecchi e li portò ad Aronne. [4]Egli li ricevette dalle loro mani e li fece fondere in una forma e ne ottenne un vitello di metallo fuso. Allora dissero: «Ecco il tuo Dio, o Israele, colui che ti ha fatto uscire dal paese d'Egitto!».....................

Il Signore avverte Mosè

[7]Allora il Signore disse a Mosè: «Và, scendi, perché il tuo popolo, che tu hai fatto uscire dal paese d'Egitto, si è pervertito. [8]Non hanno tardato ad allontanarsi dalla via che io avevo loro indicata! Si son fatti un vitello di metallo fuso, poi gli si sono prostrati dinanzi, gli hanno offerto sacrifici e hanno detto: Ecco il tuo Dio, Israele; colui che ti ha fatto uscire dal paese di Egitto».

[30]Il giorno dopo Mosè disse al popolo: «Voi avete commesso un grande peccato; ora salirò verso il Signore: forse otterrò il perdono della vostra colpa».

5 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    No , non sembra che tu abbia capito la morale... i santi non appartengono alla tradizione cristiana , ma a quella pagana :

    "CULTO DEI SANTI - I primi cristiani avevano la più totale repulsione per ogni tipo di onore o devozione sia per le persone che per le statue o immagini, essendo rigidamente monoteisti come gli ebrei. Negli Atti degli Apostoli si racconta che Pietro rimproverò Cornelio perché si era inginocchiato davanti a lui, con la frase: "Levati, anch'io sono uomo!" (Atti 10:25-26).

    Non appena il cristianesimo iniziò a diffondersi in terre pagane, la prima e più immediata esigenza dei nuovi convertiti era di trovare un corrispettivo alle divinità protettrici del politeismo.

    La chiesa, da sempre intollerante solo quando si mette in discussione la sua autorità, ma estremamente compiacente nell'assecondare ogni compromesso spirituale pur di espandersi numericamente, ha pensato bene di istituire, prima a livello ufficioso, poi come vero e proprio dogma, il culto dei santi.

    In realtà, per i primi cristiani il termine "santo" era esteso a tutti i credenti. Tutte le epistole di Paolo terminano con dei saluti, e spesso si leggono frasi del tipo "salutatemi tutti i santi che sono nella tale città", ecc.

    Tuttavia, dopo circa un secolo dall'inizio dell'espansionismo cristiano, si cominciò prima a parlare di "martiri" a proposito di coloro che erano morti a causa di persecuzioni, e successivamente di "santi" per designare coloro che erano riusciti a mettere in pratica in modo efficace tutta la dottrina.

    Entrambi, martiri e santi, furono oggetto di culto in sostituzione della pluralità di dèi che, a livello psicologico, non potevano trovare una adeguata sostituzione nella semplice e austera adorazione dell'unico dio monoteista giudeo-cristiano.

    Poiché i dèi pagani erano sempre protettori di qualche categoria di persone, si pensò bene di attribuire ad ogni santo una particolare predisposizione nel proteggere persone, luoghi o eventi.

    La festa del dio locale diventò la "festa del patrono".

    Anche molti templi dedicati agli dèi e alle dèe pagane furono rinominati con nomi di santi simili ai nomi delle antiche divinità.

    Cosicché, ad esempio, molti templi di Giove divennero chiese di San Giovenale. Ci sono poi innumerevoli luoghi dedicati alle divinità femminili, principalmente templi di iside, che sono poi diventate chiese dedicate a Maria."

    Insomma , si chiama idolatria al mio paese .

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    @"ma dove c'é scritto nella bibbia che non si deve adorare i santi? Dio si riferisce ad altri déi non di certo ai santi."

    Perchè, quale è la differenza? Non è forse vero che il cristiano deve rivolgere la sua adorazione solo a Dio?

    E non è forse vero che i protestanti accusano la CHiesa Cattolica di ritorno al politeismo e all'idolatria proprio perchè le chiese cattoliche rigurgitano di immagini di santi e madonne? Ma sopratutto: lo sai che oltre la metà dei "santi" del martirologio cattolico sono figure completamente inventate, sovente per coprire quelle degli Dei pagani che la gente del popolino continuava a venerare?

    Lo sai che il culto dei santi è una delle peggiori forme di superstizione?

    @א Secret א Rebel א

    ha ragione da vendere: aggiungo il caso di San Martino: secondo te perchè ha la spada? Perchè è la versione cristianizzata del Dio Marte. E santa Brigida? é la versione cristianizzata di Brighid, Dea celtica figlia di Dagda.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Questi si che sono i veri problemi della vita... le domanda da fare a cui trovare urgentemente una risposta ed aprirci pure un dibattito... sai come si dice dalle mie parti? MA TI LEVI DI ()()

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Dire che l' uomo può adorare i Santi è innegabilmente una deviazione dal comandamento divino di "adorare solo Yahwè".

    Tutti i popoli hanno sempre affiancato al loro Dio una schiera di "sotto-Dei" ed anche la chiesa cattolica ha fatto lo stesso.

    Fra gli Ebrei questa pratica non è mai esistita, e per questo i Protestanti e gli altri cristiani non cattolici se ne sono astenuti.

    I cattolici hanno il diritto di difendere la loro dottrina, ma certo non possono farlo citando la Bibbia.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 5
    8 anni fa

    Nessuno dice che non si deve credere nei santi ( attenzione alla preposizione ), ma solo che non bisogna adorarli pensando di ricevere grazie da loro, poiché anch'essi sono morti predicando Gesù e non se stessi.

    Concordo con secret rebel a cui va il mio elogio per la sintetica e chiara esposizione del passaggio dalle divinità pagane al culto dei santi.

    Cosa di cui i santi beninteso non hanno nessuna colpa, ma ciò non toglie che il culto dei santi è un culto pagano per sostituire gli Dei.

    La cosa è psicologicamente comprensibile, ma Spiritualmente inammissibile, poiché non è secondo gli insegnamenti della fede Apostolica e dei loro insegnamenti.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.