Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in ViaggiEstremo OrienteGiappone · 9 anni fa

come si vive in giappone?

PER FAVORE COME SI VIVE LI

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Ci si alza la mattina prestissimo. Fa conto che mia suocera si alza alle 5 del mattino, ma forse i miei suoceri sono un caso particolare, in ogni caso non è che gli altri si alzino troppo più tardi, perché la maggior parte vive lontano dal posto di lavoro.

    Si lavora in ufficio dalle 9 a.... .... a quando il capo non dice che hai finito di lavorare.

    Avevo un'amica che lavorava in un ufficio a Tokyo. Ero ospite da lei qualche giorno. Io mi svegliavo alle 8 e lei era già fuori da un pezzo (e lei aveva casa nella periferia di Tokyo, molti vivono anche più lontano perché gli affitti vengono meno) e non sapevo mai a che ora tornava. Infatti era stressatissima.

    Se tu consideri che è un giusto motivo telefonare in ufficio e dichiarare "Non riesco ad alzarmi" capisci quanto devi lavorare.

    Posso dirti che quando vivevo in Giappone e facevo assistenza in un asilo, la maestra doveva essere a scuola un'ora prima dei bambini. Dopo che il pomeriggio i bambini erano andati via, lei rimaneva perché doveva pulire i bagni, pulire l'aula, curare il giardino, fare riunioni con le altre insegnanti, rimanere a disposizione se qualche genitore fosse venuto per un qualunque motivo, verso le 6-7 di sera finalmente prendeva il treno per tornare a casa (viveva nel paese vicino), mangiava e programmava le attività per il giorno dopo. E poi ci si stupisce che dormono in metro!!

    Io invece dopo la scuola andavo a lavorare in un ristorante (in realtà una metà strada tra ristorante a gestione familiare e un'izakaya). Ero cameriera. Mi presentavo almeno mezz'ora prima (altrimenti sentivi le lamentele del capo) e trovavo già preparata la roba da portare in frigo.

    Mi cambiavo, timbravo ed iniziavo a portare la roba nella cella frigorifera (c'erano alcune sale che erano solo per feste e i menù erano stabiliti da prima. Sashimi e simili venivano preparati prima).

    Arrivavano i clienti che avevano prenotato la sala e la prima cosa che si faceva era portare una o due casse di birra. Quelle tolte andavano sostituite che la birra doveva essere sempre fredda (nella cella c'era una torre con 5 casse. Si prendeva la cassa in cima da portare in sala, poi quella nuova veniva messa alla basa della torre, che significa togliere le quattro casse rimanenti, mettere la cassa nuova e metterci spra le quattro casse). Si serviva a tavola ecc... Non si chiudeva sempre alla stessa ora, ma si aspettava che l'ultimo cliente fosse andfato via. Dopo di che si puliva la sala, si lavavano i piatti, si faceva la lavatrice con gli asciugamanini che vengono sempre dati prima del pasto per pulirsi le mani, si puliva la sala, si lavavano i bagni, si preparava la sala per il giorno dopo, si prendevano gli asciugamanini, si pigavano e si mettevano in una specie di fornelletto che serve per tenerli caldi. Solo allora avevi uffficvialmente finito di lavorare.. anzi no, prima si doveva buttare i sacchi di mondezza e le casse con le bottiglie vuote.

    Se non c'erano clienti o ce n'erano pochi, non potevi passare il tempo a fumare, fare quattro chiacchiere ecc.. ma ad esempio pulivi le verdure (nell'acqua fredda), lavavi la cucina, pulivi le pentole, pelavi le patate, sgusciavi i gamberoni (ghiacciati!!!), insomma non dovevi farti trovare con le mani in mano.

    A volte ti veniva chiesto di andare nei giorni di chiusura perché c'era da pulire a fondo il locale, che significa tirare fuori tutto, passare la cera (in ginocchio con lo straccio. Metti la cera-togli la cera, quattro volte tutto il locale!), lustrare tavoli e bancone, lavare i filtri dell'ariacondizionata, lucidare i lampadari, cabiare le luci se necessario ecc...

    Questa è la mia esperienza personale. Lavorando nel locale ho avuto modo di vedere i giapponesi in relax, diciamo. Dopo una settimana in cui sono rimasti costritti giacca e cravatta, se gli riesce il finesettimana si sfogano nei locali simili a quello dove lavoravo io e puntualmente la serata finisci con loro completamente ubriachi.

    Se sei uno studente non t'illudere di avere più tempo libero.

    Dopo le lezioni devi sistemare e pulire la scuola (non esistono i bidelli), hai delle attività (i famosi club), inoltre la maggior parte dei ragazzi segue dei corsi serali per prepararsi all'esame di fine anno, perché il curriculum scolastico influisce molto sul tuo futuro. Brutti voti ad esempio alle medie, ti precludono l'ingresso in un buon liceo, che significa non poter frequentare una buona università e dunque difficoltà a trovare un buon lavoro in futuro. Dopo di che verso le sei, le sette di sera finalmente torni a casa, ceni, fai i compiti e magari ti prepari per la lezione del giorno dopo.

  • 9 anni fa

    Na medda! Ma meglio che qui sicuramente! :D

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.