descrizione pietà Rondanini michelangelo?

-descrizione della struttura dell'opera

-in che modo è stato usato il non finito?

-resa del rapporto che si instaura tra madre e figlio

-quale idea della morte emerge?

1 risposta

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Michelangelo Buonarroti

    Pieta' Rondanini 1552-64 marmo 195 cm di altezza Milano,Castello Sforzesco

    http://www.wga.hu/art/m/michelan/1sculptu/pieta/ro...

    La scultura si presenta secondo un travagliato progetto cui Michelangelo lavoro' fino a pochi giorni prima di morire e comunque rimase incompiuto:si trattava di un gruppo gia' cominciato e come si evince dalle zone degli arti inferiori e dal braccio sinistro che sono maggiormente compiuti e da alcuni disegni conservati ad Oxford la struttura aveva proporzioni e fattezze che in origine era state previste totalmente differenti da come l'opera fu condotta in seguito.Lo stesso volto della Vergine infatti fu ricavato dalla parte inferiore di una testa che guardava in alto:il gruppo quindi e' stato attaccato con una punta pesante e rifinito con uno strumento che Michelangelo adottava ormai da diversi decenni,la gradina o scalpello dentato

    http://www.luigicanepa.com/images/luigicanepa/cors...

    usando diversi tipi di gradina Michelangelo era in grado di ottenere una resa fortemente differenziata delle superfici usando una serie di striature parallele o incrociate come se si trattasse di un disegno a penna;

    http://www.wga.hu/art/m/michelan/4drawing/02/05cas...

    secondo questa tecnica le figure potevano essere lasciate in uno stato di incompiutezza,ma a una certa distanza lo spettatore non ne aveva la percezione.

    Nella Pieta' Rondanini,la pratica di lasciare allo stato di abbozzo alcune parti della figura raggiunge livelli estremi ed e' difficile immaginare quali possano essere imputabili al sopraggiungere della morte.La resa delle figure quindi e' fortemente astratta,eterea e suggerisce una spiritualita' che trasfigura le forme e cerca la pura essenza dell'anima:secondo una prassi che Michelangelo non abbandonera' mai,l'idea della scultura era imprigionata nel blocco stesso del marmo e compito dell'artista era di liberarla.

    Il rapporto fra la madre ed il figlio raggiunge una intensita' drammatica e struggente:sono lontanissimi gli anni in cui nella Pieta' vaticana l'idea della forma si legava a quello di un concetto di bellezza classica e idealizzata;qui e' la forma stessa a venire meno,i contorni sono appena accennati,le due figure sembrano fondersi in un unico afflato.L'idea della morte qui ha un peso ben differente,Michelangelo sentiva avvicinare la sua fine sentiva pressante l'urgenza di terminare quello che resta il suo testamento spirituale.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.