Anonimo
Anonimo ha chiesto in Animali da compagniaCani · 9 anni fa

secondo voi... cani e bambini?

salve a tutti, da circa 3mesi ho preso una cucciola di cane corso, ora ha 5mesi e mia moglie è incinta! mi confermate la teoria che la toxo si prende solo dalle feci dei gatti? oppure ci sono rischi anche con i cani? premetto che io la tengo come una figlia.. la lavo periodicamente, la vaccino, mangia ottimo mangime ecc..e per quanto riguarda la nascita di mio figlio, lei essendo un cane di grossa taglia è abbastanza irruente anche nel gioco giustamente.. ma capirà da sola che puo far male il bambino? si autocontrollerà o meno insomma?.. grazie in anticipo!!!

8 risposte

Classificazione
  • ?
    Lv 7
    9 anni fa
    Risposta preferita

    1) la toxoplasmosi si prende (con moltissima difficoltà) solo dai gatti.I cani non la possono trasmettere, il toxoplasma gondii NON vive nell'intestino del cane.Il cane può prendere la toxoplasmosi mangiando feci di gatto o carne cruda, ma non attaccarla ad altri cani o all'uomo

    Un cane tenuto bene e in salute NON attaca un bel niente all'uomo.

    Ah, ancora, guarda che per prendere la toxoplasmosi bisogna MANGIARE feci di gatto infetto, quindi non è così facile prenderla. Molto più facile mangiando carne cruda o insaccati, cui credo tua moglie, visto lo stato, non si avvicini neanche lontanamente. Il gatto è un veicolo di infezione veramente secondario.

    Cmq, se proprio volete essere iperprudenti, l'unica cosa che proprio dovete evitare è il contatto tra tua moglie e l'antiparassitario. usa le pipette (advantix, frontline etc..), mettilo tu e dì a tua moglie di non toccare il punto dove è stato inoculato il prodotto finchè non è asciutto (bastano al massimo 24 h).

    Ma proprio se volete essere super iper prudenti, eh...

    2) il corso è un molosso e come tale è praticamente una baby sitter. I molossi si affezionano ai PROPRI bambini in maniera veramente commovente. Una volta che avrà incluso il nuovo arrivato nel branco, non avrete nessun problema, sarà con il bambino come una seconda mamma.

    Questo però non vuol dire che dovrete permettere a vostro figlio di trattare il cane con un pupazzo, dovrete fare in modo che il piccolino impari a rispettare il cane. Per questo, ci sarete appositamente voi genitori che sorveglierete vostro figlio.

    Per quanto riguarda l'inclusione del piccolino nel branco, dovete gestire la cosa in due fasi:

    In primo luogo, visto che la cagna è cucciola, è essenziale che adesso le facciate avere il più possibile esperienze positive coi bambini.Mi immagino che avrete degli amici con figli: bene, fatecela giocare, e state attenti che la trattino in modo giusto.

    Poi, iniziate fin da subito ad abituarla alla routine con un neonato: non fatela andare nelle stanze dove non volete che vada una volta nato il piccolino, cercate, se possibile, di preparare la cameretta per trempo, così che possa prenderci confidenza, se avete un cd con il pianto di un neonato, fatela partire ogni tanto per casa e insegnatele che è un rumore che c'è ogni tanto, e per cui non bisogna spaventarsi.

    Può essere utile anche mimare alcuni movimenti con una bambola (es. l'allattamento). So che sembra da sciocchi, ma davvero aiuterà molto la cagna e non turbarsi quando ci sarà il piccolino.

    Quando portere il bambino a casa, è ESSENZIALE che non la escludiate. Rispettate (anche se sarà terrribilmente difficile) i suoi orari per pasti, passeggiate, giochi e coccole, altrimenti vedrà il piccolo come un intruso.

    Infine, siete avvantaggiati dal fatto che la cucciola sarà ancora giovanissima quando arriverà il piccolo, sopporterà megluio eventuali novità di un cane anziano.

    Buona fortuna, vedrai che con questi piccoli accorgimenti saranno amici per la pelle.

  • 9 anni fa

    Stai tranquillo nessuna malattia trasmissibile da parte del cane,per il neonato bisogna comunque fare attenzione,ma mai allontanare il cane dal neonato,potrebbe diventare gelosa,e poi sono guai! lasciala invece avvicnarsi e annusare il neonato,io ho 3 bambini e un Cane Corso,sono cani intelligenti,ma si deve sempre stare attenti ,il cane corso adora i bambini :) Buona fortuna e auguri per il nuovo arrivo in famiglia :)

  • 9 anni fa

    La toxoplasmosi si prende solo ed esclusivamente dalle feci dai gatti, quindi l'unica cosa da non fare è pulire una lettiera! Con la cagnolona puoi stare tranquillo! Ovviamente all'inizio sarà un po' gelosa del bimbo, ma poi vedrai che diventerà molto protettiva con lui, sarà la sua guardia personale:) per quanto riguarda l'irruenza, i cani sanno controllarsi benissimo, sanno che un bimbo è delicato! Vedrai, andrà tutto bene:) auguri per il bambino!

  • Laura
    Lv 4
    9 anni fa

    mia cognata era incinta quando ha preso un cuccciolo di cane corso e devo dire che essendo un cane abbastanza irruento si è comportato e si comporta tutt'ora benissimo sia con lei (che è nuovamente incinta) sia con la bimba che ha 3 anni... lui più che fare da guardia alla casa fa da guardia alla bimba e se qlk le urla o un estraneo si avvicina lui si mette sull'attenti e va davanti alla bimba o a suo tempo alla carrozzina! l'unica cosa che bisogna tener presente è che anche se sono trattati da figli e anche se sono buonissimi, sono comunque animali e non puoi sapere fino in fondo cosa pensano e come hanno intenzione di reagire.... per quanto riguarda la toxo non ti so risp... anche io so che si prende dai gatti.... cmq ottima scelta x il corso! è stupendo è un buono!!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Annie
    Lv 4
    4 anni fa

    Per addestrare un cane ci vuole un metodo, io ho imparato come fare grazie a questo corso online, è fantastico http://corsoaddestramentocani.latis.info/?GSZv

    Addestrare un cane non è di sicuro un’impresa facile. Ci vogliono tanta pazienza, costanza e amore verso il proprio amico a 4 zampe. Inoltre, non bisogna demordere, e premiarlo quando si comporta in modo corretto.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Quando è nata la mia bimba la mia cagnolona aveva 5 anni, era per me la primogenita e come tale l'ho trattata. Non ho cambiato le sue abitudini e ho lasciato che accogliesse "l'intrusa" a modo suo. Non le ho dato motivo di esserne gelosa e lei ha saputo ripagare questa fiducia nel migliore dei modi.

    Veniva a chiamarmi qualche secondo prima che piangesse durante la notte, e si sdraiava sotto i miei piedi mentre l'allattavo, e questo ha fatto si che la bimba non si accorgesse nemmeno dell'interruzione: risultato a un mese preciso dormiva dalle 22 alle 7 del mattino tutto di fila.

    E l'ha guardata apprensiva fare i primi traballanti passetti, e non si è mai arrabbiata quando la piccola prendeva la rincorsa col girello e la caricava mentre magari sonnecchiava tranquilla...semplicemente si alzava e andava in un punto più sicuro, con la pazienza che si ha con un cucciolo, e ha partecipato ai girotondi con i compagni, l'ha accompagnata a scuola insieme a me e ha ravvivato ogni picnic e ogni gita con la sua presenza allegra e giocosa. Penso che ogni bimbo che possa ricordare questi momenti con la stessa tenerezza che vedo sul volto di mia figlia, sia fortunato.

  • Anonimo
    9 anni fa

    prima di tutto auguri per la bambina o bambino =) invece per quanto riguarda il cane non ho sentito mai che fa male a una donna incinta...ma i gatti e i criceti, in quanto i criceti possono trasmettere la toxoplasmosi tramite feci del gatto, in cui l infezione viene trasmessa al bambino tramite la placenta...mentre il criceto trasmette anche lui delle infezioni..e dovrà essere allontanato da casa, poi quando la donna avrà partorito potrà tornare.. mentre il cane se ce l ha in casa, quando deve pulire le feci o altro non lo faccia fare a sua moglie per precauzione..ma il cane non trasmette nulla..l'import che ci sia sempre pulito in casa.. Al contrario il cane in gravidanza aiuta molto, perchè induce la donna incinta a farla camminare che in gravidanza fa bene e portarla in luoghi con tanto ossigeno che fa bene al bambino..inoltre ci si puo dedicare a lui nei momenti di relax senza pensare continuamente al momento del parto e di come sarà..impegna a giocarci, lanciargli una pallina o come è piu abituato... le tre regole importanti per tenere un cane in gravidanza è che 1 che abbia effettuato tutti i controlli e sverminazione periodica 2 trattamento contro parassiti esterni (che farà il compagno o il veterinario) 3 vaccinazioni con richiami periodici ...queste 3 regole con una corretta igiene azzerano il rischio di malattie... cosa piu importante è educare il cane per l arrivo del bambino in casa.. Il cane non dovrebbe MAI avere accesso alla nostra camera da letto o al divano, in quanto questi due luoghi sono tipiche “tane” della coppia alfa, ovvero la coppia umana che è la padrona di casa. Il cane, infatti, non deve mai farsi l’idea di essere la creatura più importante della famiglia, ma deve fin da subito essere consapevole che la sua posizione nella gerarchia domestica è sempre e comunque subordinata a quella degli esseri umani, di qualunque età. Se, per eccesso d’amore, avete fatto l’errore di far dormire il cane nella vostra stanza da letto, rimediate prima dell’arrivo di un figlio, e vietate l’ingresso al quadrupede. Fate insomma in modo che l’arrivo di una culla non coincida con l’uscita del cane dalla stanza. In generale, modificate le abitudini di vita del cane per tempo: il cane è un animale abitudinario che non gradisce i cambiamenti, quindi dategli il tempo di abituarsi ad una nuova ruotine, in modo che quando il bambino sarà in famiglia la vita del cane subisca meno cambiamenti possibile. Abituate progressivamente il cane all’idea del bambino. In che modo? Innanzitutto, fatelo familiarizzare con gli oggetti del bambino, portando a casa in anticipo la carrozzina o la culla, e lasciando che il cane li esamini e prenda confidenza con loro. Quando il piccolo è nato ed è ancora in ospedale, portate a casa qualcosa che sia stato a contatto con lui: un lenzuolino, delle calzine, perfino un pannolino, e fateli annusare al cane. Quando il piccolo arriverà a casa, avrà un odore che il cane ha già sentito. Fate in modo, se possibile, che l’incontro cane-bambino avvenga in campo neutro, ossia non tra le mura di casa, in maniera che l’istinto territoriale del cane non venga stuzzicato, portandolo a vedere il bambino come un pericoloso intruso. Mettete il neonato all’altezza del cane e per un momento accantonate qualsiasi pensiero riguardante i germi che l’animale potrebbe trasmettere ad un bambino di 3 giorni di vita, e lasciate che il vostro beniamino si avvicini ed annusi il bambino. Una volta che il cane ha soddisfatto la sua curiosità, entrate tranquillamente in casa con bambino e cane. Evitate allora di sgridare il cane o allontanarlo fisicamente quando avete il pupo in braccio, ma fate in modo che il quadrupede possa starvi vicino e sentirsi parte di quella famiglia di cui era già prima un membro.in questo modo imposterete il contatto cane-bambino in modo sereno; ricordatevi però che anche i bambini, crescendo, devono venire educati al rispetto del cane, e proprio in questo sta l’enorme beneficio del crescere con un animale domestico, veicolo di responsabilizzazione e maturazione del bambino, oltre che preziosissimo compagno di giochi. Chiudo con una raccomandazione: se, nonostante impegno e buona volontà il cane manifesta aggressività e gelosia nei confronti di vostro figlio, sicuramente c’è ancora qualcosa che non va. Non scoraggiatevi e non prendete subito la decisione di liberarvi del cane, ma consultate un professionista dell’educazione cinofila.

    Spero di esserle stata d'aiuto...

  • LUKY
    Lv 7
    9 anni fa

    Un cane di 40/45 kg. non è facile da poter far avvicinare ad un neonato o ad un bambino/a

    perché il cane non si renderà conto della sua forza e potrebbe senza volerlo

    farlo cadere. Occorre stare molto attenti e non farla diventare gelosa nel

    proibirle attenzioni e allontanandola,ma insegnando il rispetto reciproco e la

    dolcezza.Non vi sono controindicazioni per malattie che un cane possa trasmettere

    ad una donna incinta.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.