Quali sono i paesi in cui ''non'' si da il salario minimo ?

Non si può dare il salario minimo agli italiani, o si siederebbero a prendere il sole e mangiare pasta al pomodoro"

In linea di massima, illustrissima signora Ministro Fornero, sono d’accordo con lei. Forse l’unico punto che mi lascia scettica è la scelta degli ingredienti. Fossi stata in lei, e nelle catene d’oro che ama mostrare peggio di una Maria Antonietta con meno classe e più supponenza, avrei detto: "Non si può dare il salario minimo agli italiani, o si siederebbero a prendere il sole e mangiare pasta al caviale a 180 Euro il piatto."

Quanto ha ragione signora Ministro! E che bello, finalmente, sentire in Italia un ministro che parla con cognizione di causa. È vero, troppi ne abbiamo visti di italiani abbronzati anche a Febbraio, col muso ancora sporco di pomodoro e aragosta, venire a parlarci di carestia e sacrifici. Immagini cosa sarebbe questo nostro paese, se per assurdo a tutti fosse garantito di poter vivere esattamente come fate voi, parassiti ingrassati e pur sempre affamati.

Lei vede lontano, signora Ministro, e questa volta ha visto bene, e le riconosco il coraggio della sua arroganza. Lei sa di cosa parla, perché non passa giorno che lei si renda conto di quanto male ha fatto al nostro paese garantire a pusillanimi come voi di poter passare sui nostri cadaveri restando pressoché impuniti. Ogni giorno, dinnanzi ad un nuovo avviso di garanzia, o di un’inquisizione, gli italiani col muso ancora sporco si chiudono a riccio proteggendo il loro sodale che rischia il fastidio di anni di tribunali, per i tempi delle prescrizioni giudiziarie che sono ancora troppo lunghi, e che impediscono di vivere i frutti del proprio lavoro con la dovuta serenità.

Aggiornamento:

Ha ragione signora Ministro. Sarebbe un paese morto il nostro, se si desse ad un lavoratore qualunque, la possibilità di stare in piedi o di sostentare la famiglia senza dover rubare, se tutti avessero un tetto sopra la testa, se le banche prestassero i soldi senza tassi da usura agli imprenditori che altri imprenditori hanno ridotto alla fame. Quale paese potrebbe mai sopravvivere in regime di giustizia sociale?

Ci sono già troppi italiani che hanno approfittato del salario garantito, e per giunta non sono stati nemmeno riconoscenti, non hanno saputo accontentarsi. Hanno dovuto rubare tutto ciò che era possibile rubare, a volte anche a loro insaputa, perché la crisi fa paura più ai ricchi che ai poveri – come disse un suo collega – che i poveri, ci sono già abituati alla povertà. I ricchi avrebbero troppa sofferenza e difficoltà di adattamento alla condizione normale.

Sarebbe bello e umano che lei si vergognasse, ma non è contemplato in questo nostro tempo in cui nessuno, alla fin

Aggiornamento 2:

Sarebbe bello e umano che lei si vergognasse, ma non è contemplato in questo nostro tempo in cui nessuno, alla fine, le taglierà la testa come la storia insegna e la civiltà – la nostra e non la sua – proibisce. Se le fosse una donna, un essere umano o una persona, con la memoria dei morti che il vostro sterminio ha mietuto e miete quotidianamente, andrebbe in un supermercato a guardare la gente che guarda gli scaffali; le donne che prendono in mano un prodotto e lo ripongono, pensando che in fondo si può fare a meno anche degli spaghetti, illudendosi che al fine se ne avrà agio dimagrendo, ed essendo pronte, d’estate ad andare a prendersi un po’ di sole, che almeno è gratis se non hai la stupidità di pagare per avere un po’ d’ombra da un ombrellone affittato.

Aggiornamento 3:

Sono orgogliosa di non aver ceduto nemmeno per un attimo alla compassione, davanti alle sue lacrime egocentriche, date dall’emozione di essere davanti a una telecamera, con l’ansia di apparire perfetta stretta nel suo collare d’oro, addobbata come un albero di Natale dai suoi orecchini di diamanti. Lei mi fa orrore: è solo un sicario, pagata dalla mafia dello stato per ultimare lo sterminio che quel verme che vi ha preceduto non ha avuto il coraggio di perpetrare.

Aggiornamento 4:

Mi piacerebbe finire inneggiando a Piazzale Loreto, ma non lo farò perché ho rispetto di tutti i Partigiani che hanno lottato e sono morti per consegnarci uno stato democratico che noi, colpevolmente abbiamo consegnato alla feccia come voi. Non siamo degni di Piazzale Loreto. Quel che le auguro, signora Ministro, è di arrivare a conoscere una vita di stenti, di non sapere come mettere insieme il pranzo con la cena, e di guardare sua figlia negli occhi con la disperazione che dà sapere di non poterle più garantire un futuro.

Rita Pani (APOLIDE)

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Il posto fisso è noioso!

    Sarà per questo che certe CARIATIDI hanno creato la propria carriera grazie al posto fisso!

    Non lo hanno MAI MOLLATO il posticino fisso, per quanto noioso ma, anzi, hanno fatto di tutto per CONDANNARE ALLA ETERNA NOIA anche

    - figli

    - mariti

    - mogli

    - nipoti

    - parentado e affinado vario

    Se questa è coerenza ...

    Lacrime???

    Ci sono esseri che lacrimano mentre stanno DIGERENDO!!!

  • ketty
    Lv 4
    9 anni fa

    ma perché ti senti presa in causa da questa affermazione?

    il mio contratto di lavoro prevede uno stipendio minimo garantito, percepisco anche di più e NON me ne sto al sole a mangiare spaghetti. quindi mi pare lapalissiano che questa frase non sia riferita a me, quindi non mi ferisce. la cosa che mi turba è che in giro gente che se ne approfitta ce n'è.. e io che sono una persona onesta devo pagare anche per queste persone, devo produrre anche per queste persone. e non sono 4 ministri che mi danno fastidio, ma la percentuale elevata di miei gentili concittadini che ha deciso di approfittare di me e della mia buona volontà. questa è la cosa che mi fa venir voglia di andare ad abitare altrove, capisci? io devo lavorare e vivere in un paese dove potrei fingermi non vedente pur avendo la patente, ma non lo faccio perché io sono in possesso di una dignità! se non mi sento italiana non è per colpa dei politici (o almeno non solo). guarda che se siamo arrivati a questo punto la colpa è dei cittadini che non si sono comportati bene. se Berlusconi era al governo è colpa di chi lo ha votato e se ora c'è un governo tecnico è per colpa degli italiani che non sono più in grado nemmeno di eleggere un leader giusto. e se ora dobbiamo pagare è per colpa di chi non ha pagato prima!

    quindi cosa me ne frega se la Fornero insulta chi se lo merita?

    ma che faccia il suo lavoro di ministro lei, e che il resto degli italiani si metta in testa che lavorare ed essere persone oneste dovrebbe essere ordinaria amministrazione in questo caos che ormai è l'italia.

    io più di così non so cosa dare a questo paese, e se non ho più nulla da dare qui, andrò all'estero dove le persone oneste sono trattate con rispetto (dai politici e dagli altri cittadini).

  • 9 anni fa

    TI POSSO DIRE SL I PAESI IN CUI SI DA DI PIù XP

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.