tyu
Lv 5
tyu ha chiesto in Casa e giardinoCasa e giardino - Altro · 9 anni fa

Caldaia a condensazione o pompa di calore?

Meglio la caldaia a condensazione o la pompa di calore?

Prezzi acquisto pompa o caldaia a condensazione: analoghi (1200-1500 fino 1800 euro)

Impianto: forse per la pompa di calore dovrei modificare l'impianto passando da termosifoni ad acqua a qualcos'altro per distribuire il calore della pompa di calore su 200-250 metri quadri.

Consumi: elettricità da 0.15 di notte a 0.34 euro KWh di giorno.

La caldaia 0.38 euro a metrocubo del metano, ma contando accise, tasse, ecc...per i vari scaglioni di consumo si arriva a 0.65 - 0.78 euro a metro cubo.

Il sito http://www.rossatogroup.com/calcolo-consumi-pompe-...

con i valori minimi di costo indica un risparmio di 1100 euro a favore della pompa di calore

con i valori massimi di energia indica un risparmio di 1600 euro a favore della caldaia a condensazione.

Manutenzioni e verifiche di legge: caldaia con camera stagna a gas, impone una verifica ogni 4 anni per i primi 8 anni, e poi ogni 2 anni. In realtà poi gli idraulici minacciano di mandarti un controllore e fanno la verifica e pulizia ogni 2 anni al costo di 100 euro (quindi circa 50 euro ogni anno).

Pompa di calore: nessuna manutenzione prevista per legge?

Voi cosa scegliereste? Sapete rispondermi alle domande messe prima?

4 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Il massimo calore dell'acqua ottenibile con le pompe di calore sono max 65 gradi piu' che sufficiente per alimentare un sistema fan coil o ventilazione canalizzata entrambi emettono nello scambio aria calda a circuito chiuso con quantita' di acqua d'uso ridotto e quindi facilmente riscaldabili oltre a che questa aria viene omogeneizzata nell'ambiente e le ventole vengono azionate a non meno di 35 gradi e l'effetto e' immediato. Io ho realizzato anni fa il sistema a canalizzazione ed e' attualmente alimentato con bruciatore a gas gpl ma sto' valutando le pompe di calore combinate con pannelli fotovoltaici in quanto e' vero che consumano meno elettricita' ma la crescita della temperatura e' lenta ,circa 5 ore per portarlo a temperatura d'esercizio e si dovrebbero istallare 2 impianti medi una per l'acqua sanitaria e l'atro per il riscaldamento.

  • Con la pompa di calore ci sono delle restrizioni cioè che se la temperatura va come quest'anno a -10 e passa la pompa di calore non ti parte o se parte ti rende pochissimo mentre per la caldaia e totalmente diversa io monterei la caldaia a condensazione

    Fonte/i: Faccio l'idraulico
  • Anonimo
    9 anni fa

    Vai qui:

    http://blognew.aruba.it/blog.morenorodighiero.it/C...

    Spero di esserti stato utile. Ciao

  • 9 anni fa

    Preferisco avere meno fastidi e + utilità con la caldaia a condensazione , anche xkè sfrutto la stessa caldaia x l' l' acqua sanitaria .

    INFATTI : "" Impianto: forse per la pompa di calore dovrei modificare l'impianto passando da termosifoni ad acqua a qualcos'altro per distribuire il calore della pompa di calore su 200-250 metri quadri . ""

    Oggi fare delle modifiche all' impianto costerebbe molto di + , e x ammortizzare la spesa devono passare diversi anni . Paolo barese doc

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.