Come mai i cristiani sono generalmente associati alla destra?

E gli atei alla sinistra? Ovviamente non dico che tutti i cristiani son di destra e tutti gli atei di sinistra, però che i cristiani stiano a destra mi pare un controsenso. Secondo me lo sbocco politico naturale del cristianesimo è la sinistra che in teoria dovrebbe essere più tollerante e più propensa all'uguaglianza sociale, come il cristianesimo dovrebbe essere, no?

10 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Questa domanda può avere una risposta solo ripercorrendo l'antica storia del cristianesimo.Inizialmente il cristianesimo fu molto vicino ai valori promossi da Gesù, valori quali l'amore verso il prossimo, la condivisione, il disprezzo per i beni materiali,l'eguaglianza. Il messaggio di Gesù fu positivamente accolto dalle masse popolari mentre invece l'aristocrazia rappresentata dai membri del Sinedrio videro con timore il messaggio di Gesù: il sommo sacerdote Caiafa temeva che dalle sue parole potesse scaturire una sovversione del potere che essi detenevano, insieme ai governatori romani, su Gerusalemme. Ma come potevano fare per ottenere la condanna di Gesù?Escogitarono così un'accusa politica:Gesù che si era proclamato "re dei Giudei" era un sovversivo, anche se in realtà Gesù faceva riferimento ad una rivoluzione spirituale.Fu arrestato e crocifisso.Dopo la sua morte si iniziarono a formare le prime comunità cristiane, vicine al messaggio di Gesù e perciò, se vogliamo usare forzatamente termini partitici, erano più di sinistra che di destra.Ma con le predicazioni di Paolo di Tarso si iniziò ad affermare una teologia che vedeva gli uomini tutti peccatori.Allora, se tutti erano peccatori occorreva un governo autoritario che mettesse ordine.Costantino, il primo imperatore cristiano, si rese conto che il politeismo che comunque si agitava sotto il suo impero era una forza disgregante per l'affermarsi di un potere esteso.Decise così di affidarsi al cristianesimo per eliminare il paganesimo politeista e afferamare così un'unione di Impero e Chiesa. I vescovi diventarono il suo asso nella manica per combattere il paganesimo capillarmente, entro ogni comunità cittadina dell'impero.Il messaggio originario di Gesù doveva essere superato e in effetti la nuova faccia del cristianesimo imperiale lo superò.Gesù era un sovversivo morto per mano del Sinedrio e dei romani, parlava al popolo e inneggiava ad una rivoluzione spirituale troppo scomoda per i poteri forti.Con l'impero nasce una Chiesa in perfetto accordo con l'autoritarismo dell'impero.Ecco perchè la Chiesa, o il Cristianesimo di Stato si accorda con le destre.Il cristianesimo imperiale perseguitò pagani ed eretici, soppresse il dialogo religioso, svilì la ragione e sprofondò l'Occidente nel Medioevo.Che dire di più? Vero è che il messaggio di Gesù non ha nulla a che fare con questi giochi di potere e come dice Kierkegaard "Il cristianesimo ha tradito il messaggio di Gesù".

  • 9 anni fa

    la questione è assai semplice: gli ecclesiastici (non solo cristiani o cattolici) tendono, per fini di potere, a cercare di far coincidere nella società le presunte leggi di Dio, di cui si ergono a custodi ed interpreti e le leggi della società. Orbene, le leggi ed i costumi della società cambiano e si evolvono a seconda dei tempi, ma gli ecclesiastici è pacifico che questo non possono accettarlo, ciò vorrebbe dire che le leggi di Dio che per loro natura dovrebbero essere assolute ed immutabili poi in realtà così non sono e questo è una minaccia al loro potere sulla società. per cui non è tanto il pensiero cristiano ad essere di dx o di sx, ma sono le gerarchie ecclesiastiche ( e dunque di riflesso la comunità di fedeli che capeggiano) ad essere inevitabilmente conservatrici e reazionarie.

  • Il pensiero socialista è tendenzialmente ateo o laico.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Di fessi ce ne sono tanti, che ascoltano questo e quello che si fanno rubare dal falso primo venuto.

    Non sta scritto da nessuna parte che un lavoratore deve fare il fesso, nè tanto meno che deve tollerare questo o quello che vada contro i suoi principi morali.

    "Non mettere la museruola al bue che ara", frase presente anche nel nuovo testamento, significa che il lavoratore deve mettersi d'accordo con il cristiano(sottinteso perchè l'accordo in palesemente tra amici cristiani) che gli dice di fare un lavoro. Quindi è l'accordo che va nel cristianesimo a prescindere da questo o quel movimento politico che sotto altri aspetti possono proporre metodologie in contrasto con altre priorità cristiane...

    I lavoratori non sono monaci, è questo quello che non capiscono i fessi...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    la dottrina sociale della chiesa è contro sia il comunismo che il liberismo selvaggio.Diciamo che una destra moderata difende i valori della vita riguardo bioetica,famiglia ecc,mentre la sinistra moderata che sia,su questi temi la pensa all'opposto.Sul piano economico,non è che i poveri stiano meglio con la sinistra,è solo che sono TUTTI poveri(a parte i privilegiati del partito)poichè l'economia non non può prendere nessuna iniziativa privata,pertanto non ha nessuno stimolo a crescere

  • Anonimo
    9 anni fa

    Perché la sinistra, storicamente, fin dall''800 con la nascita del socialismo, si è posta contro ai rappresentanti religiosi, considerati strumenti della borghesia per controllare e tenere buone le masse.

    Viene da sé che, nel 2012, non ha più senso una distinzione del genere, anche se la chiesa ancora viene strumentalizzata su alcuni punti di vista conservatori (no alle coppie di fatto, no alla fecondazione assistita, ...).

  • ?!?
    Lv 7
    9 anni fa

    cito una vecchissima canzone di Ivan della Mea:

    "ma cosa voglion dire quegli occhi tristi??? Io son di chiesa e voto i socialisti...!!!"

  • 9 anni fa

    perchè i ******** la pensano così !!

  • Anonimo
    9 anni fa

    Tu sei il tipo che sta sempre su rap/hip-hop? io sono cattolico ma non di destra, FASCISTA!

  • 9 anni fa

    La "sinistra" è generalmente legata al comunismo, cioè a un qualcosa che non ammette concorrenza. A sinistra c'è il partito, non c'è spazio per concetti teistici. Dio è il partito, è il caro leader, è il leader maximo........ insomma, quegli ideali del cattolicesimo (non del cristianesimo necessariamente), si trovano a destra. L'uguaglianza tanto decantata della sinistra è solo una leggenda metropolitana. I posti al mondo dove ci sono le peggiori discriminazioni sono i paesi comunisti.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.