Anonimo
Anonimo ha chiesto in Auto e trasportiAerei · 8 anni fa

In Navigazione aerea TB(true baring ) può coincidere con TC (true course)?

2 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Non esiste "TB(true baring )".

    Esistono piuttosto la True Bearing (rilevamento vero), la Magnetic Bearing (rilevamento magnetico) e la Relative Bearing (in italiano viene abbreviato con RILPO, acronimo di "Rilevamento di Posizione", fonte: http://spazioinwind.libero.it/voloreale/settore_es... ).

    Nel primo caso si tratta dell'angolo, misurato in senso orario, che si forma tra il nord vero (True North) e una stazione radio o un punto lontano, rispetto alla posizione dell'aeromobile, e può coincidere con la True Course (rotta vera) nel caso ci si stia dirigendo con una rotta diretta (detta anche "rotta di intercettazione"), verso quella stazione o punto sulla mappa, mentre nel secondo caso si tratta dell'angolo che si forma, sempre in senso orario, tra il nord magnetico (quello indicato dalla bussola) e la stazione (o il punto) presi in considerazione, infine, il RILPO è l'angolo risultante in senso orario tra l'asse longitudinale dell'aeromobile, ed il punto o la stazione radio presa in considerazione, tutto qua.

    La True Course (rotta vera) può coincidere con la True Heading (prua vera) in caso di assenza di vento.

    Ecco qualche altro sito utile che te lo spiega:

    http://www.icosaedro.it/acm/vento.html

    http://www.itaer.it/lavori/nav/trasform.htm

    http://www.aeronautico.net/nav01.htm

    Glossario dei termini tecnici nella navigazione aerea:

    http://www.ulm.it/info/glossario/default_s.htm

    Ciao! :)

    P.s.: il "SEMPRE" non esiste quando si parla di navigazione REALE, potrebbe esistere in condizioni ideali TEORICHE, oppure in un simulatore di volo, mentre nella realtà, dato che esistono gli errori dello strumento (nel caso dell'ADF possono essere anche notevoli, per il GPS, invece, molto meno), e poi ci sono il vento e le variazioni di quota dovute al gradiente barico, e/o anche al gradiente termometrico, che spostano continuamente l'aeroplano dalla sua rotta: soprattutto sugli aerei piccoli si hanno continue piccole correzioni di rotta da parte del pilota, che fanno sì che l'aereo segua una rotta a zig-zag, piuttosto che una perfetta linea continua verso la stazione o il punto.

    Certo, basterebbe utilizzare continuativamente il pilota automatico e le correzioni continue non si noterebbero quasi... :I

    In ogni caso il punto dovrebbe stare fermo, ma a volte capita che si muove (può essere anche una nave portaerei, come mi capitò all'esame di maturità aeronautica, oppure un altro aeromobile, come invece spesso capita durante una intercettazione da parte degli aerei da caccia militari, ad esempio).

    P.p.s.: come sarebbe a dire che gli errori non possono essere calcolati? Ci sono strumenti come il GPS, per esempio, che lo fanno continuamente, e te lo mostrano pure sul display: chi vola spesso e ha volato in IFR usando contemporaneamente entrambe le strumentazioni, sia analogica che digitale (non con i giochini tipo Flight Simulator o simili), lo sa bene... :)

    Un consiglio utile: quando studi navigazione aerea, abìtuati a dire sempre i nomi per esteso, non usare spesso le sigle (TB, TC, ecc.), se non nei disegni, perché diversamente è più facile confondersi, e magari fare bruttissime figure all'interrogazione... ;)

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Quando un aeromobile si dirige verso una stazione avrà SEMPRE la TC coincidente con la TB.

    _____

    si tratta appunto di errori che non possono essere calcolati...

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.