Anonimo
Anonimo ha chiesto in Auto e trasportiAuto e trasporti - Altro · 9 anni fa

ce bisogno di qualche patente per usare una mongolfiera?

2 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    observer :: aerostati italiani :: libri :: meteo :: hall of fame :: glossario :: faq :: link :: chi siamo :: contatti :: mappa

    Come diventare pilota di pallone

    Per pilotare una mongolfiera, un pallone a gas o un dirigibile occorre essere in possesso di una apposita licenza, detta comunemente brevetto, che, come stabilisce il Codice della Navigazione Aerea, certifica "la capacità di eseguire ascensioni e viaggi con palloni liberi di qualsiasi cubatura, anche avendo a bordo passeggeri". La licenza si può conseguire presso una scuola autorizzata dopo un corso teorico-pratico, tenuto da un pilota istruttore abilitato, a cui seguono degli esami per i quali è necessario avere all'attivo almeno 16 ore di volo e dimostrare di aver raggiunto un livello di sicurezza tale da eseguire gonfiaggio, volo e atterraggio senza rischi per sé e per gli altri. Per poter essere ammessi al corso è necessario sottoporsi ad una visita medica presso un Istituto Medico Legale dell'Aeronautica. Gli esami prevedono una prova pratica consistente in un volo con l'esaminatore a bordo ed in una prova di teoria su materie come aerostatica, metereologia, tecnica costruttiva delle mongolfiere, tecnica di volo, segnalazioni, circolazione aerea, legislazione, diritto aeronautico, lettura delle carte geografiche ed aeronautiche, orientamento, radiofonia aeronautica.

    Qui di seguito indichiamo in sintesi uno schema tipo del programma di studio e delle esercitazioni pratiche che occorre seguire per poter ottenere la licenza di pilota di pallone libero riferiti in particolare al pilotaggio della mongolfiera.

    CORSO TEORICO

    Il programma serve ad acquisire le nozioni di base indipensabili al volo.

    Gli argomenti del corso sono i seguenti:

    Diritto aeronautico

    Regole generali dell'aria

    Regole del volo VFR (volo a vista)

    Informazioni sul volo

    Operazioni in prossimità e all'interno degli aeroporti

    Documentazione di bordo

    Nozioni generali sugli aerostati e principi del volo

    Meteorologia

    Navigazione

    Medicina, fisiologia e psicologia aeronautica

    CORSO PRATICO

    Il programma prevede dieci lezioni che corrispondono ad altrettanti voli preceduti e seguiti da un briefing con l'istruttore allo scopo di pianificare ciascuna "missione" e analizzarne gli esiti.

    Prima lezione

    Presa di contatto con il velivolo, il suo utilizzo e i limiti di sicurezza.

    Seconda lezione

    Informazioni meteo, preparazione del piano di volo, scelta dell'area di decollo, preparazione del pallone, decollo, volo, atterraggio e rifornimento.

    Terza lezione

    Manovre di atterraggio in varie situazioni con e senza ostacoli, volo in zone collinari e procedure di emergenza.

    Quarta lezione

    Volo in zone collinari, studio degli effetti delle correnti sul pallone e sugli strumenti, controllo della discesa "a freddo" (cioè senza usare il bruciatore), individuazione degli ostacoli al suolo, atterraggio con vento forte.

    Quinta lezione

    Calcolo del carico massimo ammissibile in funzione della quota e della temperature esterna, calcolo della velocità del vento per poter decollare, volare e atterrare in sicurezza.

    Sesta lezione

    Controllo della velocità di ascensione e uso della radio per mantenere i contatti con gli enti aeronautici e l'equipaggio a terra.

    Settima lezione

    Calcolo del carico massimo consentito dalle condizioni atmosferiche e dalla quota che si intende raggiungere, spegnimento e riaccensione del bruciatore in volo, atterraggio con un solo bruciatore e senza l'uso della valvola a paracadute, volo a bassissima quota, atterraggio con vento forte e pratica di volo vincolato.

    Ottava lezione

    Calcolo del carico massimo nelle condizioni atmosferiche date, volo a bassa quota, serie di atterraggi e decolli, volo da solo, studio dell'effetto delle "termiche" sull'involucro.

    Nona lezione

    Volo da solo, volo a bassa quota con atterraggi sul lato sottovento di una collina, serie di atterraggi e decolli.

    Decima lezione

    Serie di atterraggi e decolli, volo a bassa quota e studio delle correnti, volo da solo, simulazione del volo di esame.

    Questo programma è tratto dal testo di Paolo Contegiacomo pubblicato su "Aerostati" di Marco Majrani (Edizioni dell'Ambrosino).

  • 9 anni fa

    Per pilotare una mongolfiera, un pallone a gas o un dirigibile occorre essere in possesso di una apposita licenza, detta comunemente brevetto, che, come stabilisce il Codice della Navigazione Aerea, certifica "la capacità di eseguire ascensioni e viaggi con palloni liberi di qualsiasi cubatura, anche avendo a bordo passeggeri". La licenza si può conseguire presso una scuola autorizzata dopo un corso teorico-pratico, tenuto da un pilota istruttore abilitato, a cui seguono degli esami per i quali è necessario avere all'attivo almeno 16 ore di volo e dimostrare di aver raggiunto un livello di sicurezza tale da eseguire gonfiaggio, volo e atterraggio senza rischi per sé e per gli altri. Per poter essere ammessi al corso è necessario sottoporsi ad una visita medica presso un Istituto Medico Legale dell'Aeronautica. Gli esami prevedono una prova pratica consistente in un volo con l'esaminatore a bordo ed in una prova di teoria su materie come aerostatica, metereologia, tecnica costruttiva delle mongolfiere, tecnica di volo, segnalazioni, circolazione aerea, legislazione, diritto aeronautico, lettura delle carte geografiche ed aeronautiche, orientamento, radiofonia aeronautica.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.