Aiuto esercizi amplificatori operazionali?

Ciao a tutti, chiedo aiuto a voi.

Premetto che l'esercizio n.1 di questo pdf http://corsiadistanza.polito.it/corsi/pdf/04ATTDK/... è uguale a quello che sto cercando di svolgere da solo. Nella pagina n.2 in fondo c'è la formula per calcolare il Vo in uscita. Dagli appunti che ho preso, la Vo si calcola così Vo= (R4/R1)che moltiplica (V1-V2).. è giusta la mia formula? Se la riposta è no, quando bisogna farne uso della mia?

Seconda domanda: sempre nella pagina pdf che ho allegato, nell'esercizio 5, mi sono chiesto se la resistenza R2 è come se fosse inserita nel ramo che collega il segno - (meno) e il nodo sommatore della Vo del primo amplificatore operazionale.. é giusto quello che penso?

Ultima domanda: se riuscite, potete scrivermi il procedimento di come progettare un circuito formato da un solo operazionale che dia in uscita: Vo=9V2-3V1

Grazie mille, se non riuscite a rispondere a tutte le domande, ne sarei grato anche solo di 1 o 2.

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Qualìè il tuo livello di conoscenza degli amplificatori operazionali? Devi fornirmi dati supplementari e io ti risolvo il problema... Mi serve in particolare sapere quanto è ideale il tuo ao...

    Mi serve Amid (Guadagno a ciclo aperto idealmente infinito) Mi servono le resistenze di modo comune e modo differenziare (Rid, Ricm idealmente infinite) mi serve la reistenza di uscita (idealmente nulla), mi serve sapere poi se l'amplificato e matchato (quindi quando vale la tensione di offset e le correnti di bias idealmente nulle) a seconda delle condizioni si può poi effetuare il calcolo... Se studi alle superiori probabilmente al massimo ti avranno detto che è tutto ideale, se fai ET1 probabilemente è ancora tutto ideale, se fai Elettronica allora le cose cambiano... Fammi sapere.

    Ti rispondo comunque per un caso di completa idealità... Stando alla figura mostrata da te succede questo... Un segnale sul morsetto invertente (applicato mediante una resistenza R1) (-) viene amplificato di un fattore -R4/R1 (da notare il meno appunto invertente) un segnale sul morsetto (+) (applicato invece direttamente sul morsetto +) viene amplificato di una fattore 1+R4/R1

    ora applichiamo la sovrapposizione degli effetti. L'apporto a Vo dovuto a V1 che chiamo Vo1 è

    Vo1=-V1*R4/R1

    Per Vo2 c'è da dire prima che non tutto v2 finisce sul morsetto + ma vi è un partitore di tensione dettato da R2 e R3

    la quota che cade sul morsetto N.I. è

    V2*R3/(R3+R2)

    e l'apporto in uscita è

    Vo2=V2*(1+R4/R1)R3/(R3+R2)

    da cui Vo=Vo1+Vo2=-V1*R4/R1+V2*(1+R4/R1)R3/(R3+R2), nelle ipotesi che R4>>R1 (Cioè il guadagno a ciclo chiuso è molto maggiore di 1 diciamo almeno 10)

    (1+R4/R1) è circa quasi = R4/R1

    da cui il mio Vo={[V2*R3/(R3+R2)]-V1}*(R4/R1)

    Fonte/i: Zio Salvo nel cuore
  • 6 anni fa

    La scelta dell'amplificatore da utilizzare/comprare con relative caratteristiche deve variare in funzione alle tue esigenze e al tuo budget. I prezzi infatti possono variare da poche decine di euro a qualche migliaio a seconda di ciò che ti serve. Per orientarti e rispondere ai tuoi dubbi ti consiglio di farti un giro su questa pagina di Amazon http://j.mp/1syyo0C

    Lì puoi trovare molti modelli con la relativa scheda tecnica e i commenti di chi li ha acquistati. Così puoi farti una idea più precisa.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.