Maghe111 ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 9 anni fa

Paura di ingrassare...............?

Anche se non conto sistematicamente le calorie, di fatto sono sempre a dieta, sempre attenta a non esagerare. Sto sempre a scegliere l'abbinamento light, il prodotto biologico, la cottura oil free. Mangio carne, sì, ma bianca e fatta al vapore o alla griglia. Mangio pesce, ma solo quello azzurro freschissimo cucinato in modo light. Mangio verdura, ma non le Solanaceae, e frutta, ma solo a basso IG, e prima delle 17. Poco pane integrale e solo a pranzo, caffè e the senza zucchero. Dolci mai, pasta mai, patate mai, fritti mai, alcolici mai.

E poi cammino tutti i giorni almeno un'ora (ma a volte anche due o tre). Vado a piedi ovunque. Se un giorno cammino un po' meno rispetto agli standard, ci sto male, mi sento infelice, mi sembra di impazzire, mi sento in colpa. E in più, ovviamente, mi sciroppo 6 km di corsa al parco, tre volte a settimana. Ci sono giorni che me ne starei volentieri a cazzeggiare sul divano invece di uscire a correre, ma l'idea che le calorie della giornata mi si piantino sul girovita mi fa scattare subito in piedi.

Insomma, non sgarro mai. Non ci riesco. E se per caso sgarro (se consideriamo sgarro un biscotto nel caffè a colazione) mi sento in colpa, e il giorno dopo mi peso e mi misuro per quantificare i danni. Mi peso sia prima che dopo i pasti, e cerco di far si che il numero cresca il meno possibile. L'idea di poter ingrassare mi terrorizza. Eppure non sono mai stata davvero grassa, nemmeno quando mangiavo il quintuplo di quello che mangio ora, schifezze comprese. In teoria sarei sottopeso, e anche di molto, quindi queste cose non dovrebbero preoccuparmi; e invece io non mi sento poi così magra, e so che mi odierei se mi lasciassi andare. Perchè mi basta un solo kg in più per potermi afferare la pancia e vederla debordare dagli abiti, per sentire i jeans più stretti e vergognarmi per il fatto di essere grassa.

Non voglio dimagrire, sia chiaro. Ho sofferto di anoressia, e so che se perdessi troppo peso starei di nuovo male. Però non voglio nemmeno ingrassare, ho troppa paura. Mi controllo, almeno così resto stabile sui miei 43 kg x 170cm. Ma il mio medico continua ad essere preoccupato per la mia salute, in particolare per l'assenza del ciclo (che dal periodo di anoressia non mi è ancora tornato), l' anemia (corretta da integratori), e aritmie cardiache che vanno peggiorando. Ma è ancora anoressia, questa? O volontà legittima di tenermi in forma? Io so solo questo: che se ingrassassi e vedessi allo specchio rotoli su rotoli, ricomincerei a odiarmi con tutta me stessa.

Aggiornamento:

@Nemnesi: Ciao cara!! :) Anch'io mi ricordo benissimo di te!!! La piu' preparata...non esageriamo! Diciamo che mi sono resa utile nella sezione finchè non mi sono ammalata...per poi iniziare a usare quello che so contro di me...l'avere letto/studiato troppo sull'argomento poi porta ad essere oggettivi con gli altri e ipercritici con noi stessi...

Aggiornamento 2:

il punto che so già tutto quello che serve sapere: sono in cura psicologica, ho capito come/perchè è iniziato tutto, sono consapevole di avere un problema...ma continuo ad essere fissata, ad aver paura di ingrassare (cosa totalmente irrazionale), ad avere una visione distorta di me stessa...e sono stata anche molto peggio di così (da ricoverata, sono riuscita a farmi venire i complessi addirittura sulle FLEBO...in barba a tutte le belle nozioni di alimentazione che ho :( ) quindi per me questo adesso è "stare bene" in confronto...

Tu Nemnesi come hai fatto a uscirne definitivamente? SEI STATA BRAVISSIMA!!!! *-* Son veramente fiera di te!! ;)

3 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Ciao Maghe111,mi ricordo bene di te,eri la più preparata nella sezione Dieta e fitness...non so se tu ti ricordi di me,ero l'utente Nemnesi e anche io era answeriana doc proprio perchè soffrivo di anoressia...non voglio spaventarti nè demoralizzarti,ma tu non sei uscita per niente dall'anoressia,sia per il peso che per la mentalità.Il tuo rapporto col cibo è ancora conflittuale e non ti rapporti normalmente con esso.Una persona "sana" non pesa ossessivamente ogni alimento,non si pesa dopo i pasti e soprattutto non crede di ingrassare se si sottoalimenta!L'amenorrea è il sintomo più evidente...il tuo corpo è ancora in allarme,sei fortemente sottopeso...per riavere il ciclo dovresti prendere almeno 13 chili e per te sarebbe un trauma pazzesco.Io non ho avuto le mestruazioni per 5 anni ed ero esattamente come te(ma non così "fissata",scusa la parola =),da pesarmi dopo ogni pasto e da camminare 2 ore ogni giorno!Mi superi!),la pensavo come te,(ero persino ortoressica come te;ortoressia=ricerca ossessiva di cibo biologico,sano ed incontaminato)ma dall'estate scorsa mi sono ripresa e il ciclo mi è tornato in modo naturale da 4 mesi.Adesso,la mia più grande paura è perderlo nuovamente,(e non più ingrassare e dimagrire fino all'osso)perchè è uno stress per la salute mentale e fisica,come saprai!Non sei guarita e mi fai tanta tenerezza,perchè nemmeno ti rendi conto che il tuo rapporto col cibo è sbagliato...ti accorgi che rinunciando al cibo è come se rinunciassi alla vita?So per esperienza che frasi del genere ci fanno rinsavire per un attimo,durante il dca,ma il nostro mondo rimane quello del conto delle calorie e della fortezza protettiva della dieta,dietro la quale ci nascondiamo per non vivere.Per me(come per te,tuttora)un biscotto in più era una tragedia,e ci pensavo tutto il giorno,deconcentrandomi,il cibo mi privava delle forze mentali e il mondo mi crollava addosso insensatamente ogni caloria in più,oltre quelle stabilite.Ti stai rifugiando in un mondo alternativo,che ti protegge dal dolore...ma saprai meglio di chiunque altro che questa NON è vita.Sei schiava delle calorie,schiava della dieta,nonostante tu sia magrissima...un fuscello!Sei convinta che prendendo un chilo,il tuo mondo crollerà.Sei spinta da una forza incontenibile che ti spinge a correre senza la giusta dose calorica,che ti spinge a misurarti ossessivamente ogni centimetro di corpo...ogni centimetro di vita,la vita che stai accorciando.Io non sto qui a psicoanalizzarti,perchè ti sarai documentata sicuramente sull'anoressia e conoscerai quali sono le sue radici profonde.Sei una ragazza estremamente intelligente e questo fa paura,fa paura scoprire quanta forza abbia questo demone chiamato anoressia,tanta da smaterializzare la coscienza,da annullare la ragione.Razionalmente sai che non ingrasserai mangiando quel poco,eppure ne sei convinta oltre ogni ragione.Sai già,dentro te,che questo non è benessere e volersi tenere in forma,ma anoressia.Il tuo Dio non deve essere l'anoressia,ma te stessa!!!Ti stai facendo del male,lasciando comandare la malattia,inutile dirtelo perchè lo saprai da te!Io non posso far altro che abbracciarti virtualmente,con la paura di spezzarti...=(

  • Anonimo
    9 anni fa

    Che "volontà di tenerti in forma"...

    lo capiresti guardandoti allo specchio che 43 kg x 170 cm è da internate nei lager nazisti. E non vedresti la ciccia saltare fuori PER UN CA22O DI BISCOTTO.

    Sei ancora immersa fin sopra ai capelli nell'anoressia.

    Devi farti vedere da uno psichiatra.

  • 9 anni fa

    ciao!premetto che di anoressia non so nulla quindi parlo un po' da spettatrice, ti do un parere da un punto di vista esterno al problema..secondo me soffri ancora di quel disturbo, io sono alta come te e peso 54, e giuro che non sono grassa!anzi, sono giusta!in confronto a te sono grassa, ovvio..

    quindi secondo me ti conviene farti aiutare ancora..anche per il fatto che fai sempre attività fisica e che sei ossessionata dal pesarti..

    devi poter riacquistare fiducia in te stessa e apprezzare di nuovo il cibo!

    buona fortuna :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.