qual è secondo voi una "giusta" spesa mensile per abbigliamento e simil?

ovviamente è una cosa soggettiva, ma... secondo voi?

parlo di una situazione con stipendio medio, mutuo da pagare, ecc......

Aggiornamento:

dai fabio è normale volersi coccolare un pò con qualche acquisto personale, se non è abbigliamento in senso stretto anche parrucchiere, estetista, cosmetici, scarpe, accessori, profumi....

Aggiornamento 2:

poi ci sarà un tetto massimo, anche non avendo un fisso mensile... in tempi di crisi è utile (per molti indispensabile) programmarsi quello che si può o non si può spendere per il "superfluo".

è difficile non comprare nulla di non strettamente necessario in un mese, checchè ne dica. certo, a meno he non si possa per i più svariati motivi.. ma il discorso è diverso.

io mi riferisco ad altro, spero ora sia più chiaro.

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    100 euro al massimo per un uomo e 150 per una donna visto che le donne vogliono la borsa , vanno alla parrucchiera ecc....

  • FabioS
    Lv 6
    9 anni fa

    E' sbagliato in sé il concetto di spesa mensile per l'abbigliamento, visto che parliamo di beni durevoli che non hanno bisogno di essere cambiati spesso, Nè per usura nè per gusti, e quindi non richiedono affatto acquisti costanti. Perciò spesa per abbigliamento sì, anche quando non è proprio necessario, se si trova ciò che piace, il che non è facile :-) Bisogna trattarsi bene per quanto ci è possibile, e l'abbigliamento aiuta, quindi potendo mai negarsi qualche acquisto. Ma spendere mensilmente è un eccesso, soprattutto quando ci sono problemi seri di gestione economica ulteriori rispetto alle normali bollette, spese alimentari, telefoniche, ecc. Bisogna comprare solo quando davvero si trova qualcosa che piace e soddisfa, ancora meglio se quel capo serve. Queste circostanze, in un'ottica razionale, vanno contro la possibilità di acquisti mensili: prendiamo quello che ci piace, è giusto farlo, ma usando la testa. Avendo già un guardaroba sufficiente e non rovinato o in senso ampio adeguato allora un nuovo acquisto dovrà solo colmare quelle mancanze tipiche di un uso meno necessario, perciò legato al piacere e alla vanità, non certo alla necessità quotidiana, e questo è incompatibile con necessità mensili di nuovo abbigliamento. E' giusto cambiare vestiti logori, sbiadit, che non piacciono più o non stanno più, ma è impossibile rinnovare per logorio o cambio di gusti a cadenza mensile. Per questo non è concepibile l'idea di spesa mensile. Certo, più alto è lo stipendio più larghi si può stare, più sfizi ci si può togliere, e si può anche pensare di prendersi qualcosa di nuovo ogni mese, perché no? Ma in termini medi la spesa per abbigliamento non può essere mai mensile, per questioni di denaro e di razionalità.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.