Anonimo
Anonimo ha chiesto in SportAttività all'apertoCaccia · 8 anni fa

come vengono fabbricate le munizioni per armi leggere?

una spiegazione esauriente è ben accetta!!

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Migliore risposta

    Il bossolo è ottenuto per stampaggio e successiva lavorazione per punzonatura della cava dell'innesco e delle incisioni sul fondello, più la tornitura della cava dell'estrattore.

    Così la palla: essa viene stampata da un lingotto di lege e per unione a caldo tramite pressa viene apposta la blindatura o camicia.

    Un apparato poi mette gli inneschi, svasa il bossolo e carica la dose di polvere, inserisce la palla e restringe di nuovo il colletto del bossolo, come nella ricarica domestica ma in maniera automatizzata o quasi e per milioni di pezzi la volta.

    L'utente sopra sbaglia circa le munizioni da 406: esse sono ottenute per forgiatura e trattameto termico sull'ogiva (ricoperta poi da un "cappuccio" in materiale come il magnesio che facilita la "presa" sulle corazze), indi per lavorazione al tornio esterna ed interna, essendo in acciaio. Viene indi apposto il fondello che reca la spoletta inerziale, previ riempimento con esplosivo allo stato plastico/semifluido a caldo. Poi viene apposta l'aguzza ogiva tagliavento che aumenta l'aerodinamica del proiettile. Non esiste un bossolo: vengono inserite in culatta, dietro al proiettile, fino a 5 sacche cilindriche col propellente, fino al 250 kg di nitrocellulosa in grossi blocchetti a 7 fori. L'innesco viene inserito nell'otturatore o fa parte dello stesso ed è elettrico con riserva a percussione. Ciò per i calibri superiori al 105 mm.

    Fino al 20 mm le munizioni sono solide e non esplodenti, prive in genere della "corona di forzamento" tipica dei proiettili di artiglieria.

    Alla fine del procedimento, i fondelli vengono colorati con una vernice che oltre a sigillare l'innesco indica il tipo di cartuccia: ordinaria, perforante, incendiaria, tracciante....

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Anche se non lo hai specificato, penso tu faccia riferimento alle cartucce a bossolo metallico a percussione centrale, altrimenti il discorso si dovrebbe estendere anche alle cartucce a percussione anulare e bossolo metallico (es. 22LR) oppure a quelle con fondello metallico e tubo in plastica o cartone (es. 12 Ga.).

    Le cartucce di cui sopra sono composte da vari componenti:

    - Bossolo metallico: Viene ottenuto per stampaggio a partire da una lamina spessa qualche mm. Ovviamente, trattandosi di profili complessi, lo stampaggio avviene in più fasi. Normalmente si usa l’ottone, alcuni produttori dell’est europeo usano leghe a base di alluminio o ferrose. Non tutte le materie prime sono uguali, abbiamo quindi bossoli di pregio che possono essere ricaricati più volte prima che l’ottone perda un po’ della sua elasticità (es. Starline e Norma) ed altri che dopo il primo sparo presentano già gravi difetti. A seconda della tipologia del fondello, i bossoli si suddividono in:

    - Rimmed o flangiato

    - Semirimmed o semiflangiato

    - Rimless o privo di flangia

    - Ribassato

    - Belted o cinturato

    In base alla tipologia di pareti del bossolo, abbiamo le seguenti distinzioni:

    - Straightwall, ossia a pareti dritte (parallele o leggermente coniche).

    - Bottleneck,

    - Innesco: le cartucce a bossolo metallico a percussione centrale utilizzano 2 tipologie di inneschi: “Boxer” e “Berdan”. Il primo tipo è formato da una coppetta ed un incudine, separati dalla miscela innescante (solida). Il percussore dell’arma colpirà la coppetta la quale comprimerà la miscela innescante contro l’incudine facendola detonare; a sua volta il dardo d’innesco passerà attraverso il foro di vampa centrale ed innescherà la polvere. Gli inneschi Berdan hanno l’incidine sul bossolo e 2 o 3 fori di vampa laterali, l’innesco è formato solo dalla coppetta e miscela innescante.

    - Polvere: Ogni polvere è caratterizzata da una propria densità, velocità di combustione e potenziale energetico ed ognuna in base al calibro ed al peso della palla esprimerà picchi pressori, rendimento termico, rendimento balistico e velocità diversi. Tralasciando la polvere nera, le cartucce a bossolo metallico sono caricate con polvere infume. Le polveri infumi, sono di 2 tipologie: a singola base ed a doppia base. Le prime sono composte da nitrocellulosa gelatinizzata con solventi mentre le seconde sono composte dal 50% all’ 85% da nitrocellulosa e gelatinizzate nella restante percentuale con nitroglicerina. In base alla velocità di combustione, le polveri si dividono in “vivaci”, “medie” e “lente” ed in base al rateo del volume di gas prodotto si dividono in “degressive”, “costanti” e “progressive”.

    - Palla: Le tipologie e morfologie di palla possono essere di tantissimi tipi. Sintetizzando, possono essere in “lega ternaria” (piombo+stagno+antimonio) ottenute per fusione (cast) o per stampaggio a freddo, “ramate”, ossia in lega con ricopertura galvanica di rame di spessore max 240 micron o “blindate” ossia ricoperte da uno strato di grosso spessore di una lega a base di rame.

    Il processo costruttivo in sintesi è il seguente: a partire dal bossolo, si procede con l’applicazione dell’innesco, successivamente si svasa il colletto per l’inserimento della palla, si dosa la polvere, si mette la palla ed infine si procede con il crimpaggio della palla, per restringimento anulare del colletto (taper crimp) o ripiegamento verso l’interno (roll crimp).

    Ciao

    @ Cries Mary: Il munizionamento per artiglieria navale è tutta un’altra cosa in quanto proiettile, bossolo, innesco e carica di lancio sono per ragioni di praticità e sicurezza separati ed assemblati in camera di scoppio a seconda delle esigenze. Prima si introduce in canna il proiettile o la granata, successivamente il bossolo contenente la carica di lancio suddivisa in sacchetti, il cui numero dipende dal proiettile e dalla gittata che si vuole ottenere. Il bossolo non ha la stessa funzione di quello destinato ad armi leggere o artiglieria terrestre … in alcuni cannoni navali addirittura non c’è nemmeno.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Specifica meglio... le munizioni si fanno tutte allo stesso modo, dal 9mm al 406mm delle navi da guerra... poi solo il discorso di come si fabbrica la polvere è lunghissimo

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa
    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.