.....cane carlino????????????????'?

cari ragazzi,vorrei comprare un cane carlino. un maschietto. di 2 mesi. però c'è un problema mia madre lo vuole a candizioni che sia facile da educare e che quindi non rompa i divani le sedie ecc..il cane lo voglio io,e dovrei educarlo io...ma prima di spendere 800 euro. vorrei essere sicura che è un cane abbastanza buono e facile da educare sapete dirmi che carattere hanno i carlini?? e se sono facili da educare???? datemi più informazioni possibili. grazie in anticipo

7 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Il carlino è definito un “piccolo molosso” poiché si presenta con un aspetto massiccio, possente ed una forte muscolatura. E’ un cane che, per le dimensioni, si definisce iscritto in un quadrato e “multum in parvo”, ossia tanto in poco.

    Possiede grande fascino, dignità ed intelligenza. Ha una testa forte, un muso corto e rughe ben disegnate ed evidenti. I suoi occhi sono di colore scuro, molto grandi e globosi; le orecchie possono essere di due tipi: a rosa, che lasciano intravedere l’interno del padiglione; oppure a bottone, le preferite, che presentano i lobi piegati in avanti con la punta aderente al cranio e rivolta verso l’occhio. La bocca presenta un leggero prognatismo inferiore ed il tartufo (naso) deve sempre essere di colore nero e di larghe dimensioni.

    La testa ed il tronco sono collegati da un collo forte e lungo sufficientemente, per dare nobiltà al portamento della testa. Il tronco appare corto e tarchiato con torace ampio ed un buon costato. La dorsale non deve essere né inarcata, né insellata, ma dritta.

    Gli arti anteriori devono essere robusti, dritti e di lunghezza moderata; gli arti posteriori, anch’essi robusti e di lunghezza media, devono apparire visti da dietro, dritti e paralleli, con grasselle ben flesse. Il piede deve essere solido con cuscinetti spessi e dita ben arcuate. Le unghie rigorosamente nere. I piedi, inoltre, devono essere rivolti in avanti.

    La coda attaccata alta, deve formare un riccio serrato al dorso ed il pelo corto, morbido e lucido può essere di colore fulvo o nero.

    Il peso va dai 6 ai 10 kg e l’altezza non deve superare i 33 cm al garrese. L’andatura in movimento, infine, è caratterizzata da un leggero rollio della parte posteriore.

    Perchè un Carlino

    Il punto forte del carlino è il carattere. Si tratta di un cane affettuosissimo, affidabile, divertente e giocherellone che con quei suoi dolcissimi e inconfondibili occhioni scuri non perderà occasione di dispensarvi le sue attenzioni. Il Carlino è un cane molto adattabile perfetto in appartamento e amante del comfort. E’ un adorabile pigrone: cuscini e divani sono la sua passione, a parte il suo padrone ovviamente, di cui cercherà sempre il contatto fisico. Perciò siate pronti a vederlo accovacciato ai vostri piedi per schiacciare un pisolino o ad abbandonarsi con ingordigia alle vostre carezze. Se poi in casa avete dei bambini si dimostrerà un ottimo e fidato compagno di giochi espansivo ma al contempo discreto e misurato nei modi grazie anche alla sua scarsa attitudine ad abbaiare. Non è un cane particolarmente delicato seppure a volte lo si sente dire. In realtà, come in tutte le cose, basta averne la giusta cura.

    La sua piccola taglia e un carattere estremamente socievole fanno del carlino un cane facilmente gestibile e perciò perfetto anche come compagno di viaggio. Tenace ed instancabile vi seguirà ovunque mostrandovi anche il suo lato,”atletico” ed indipendente non appena gli consentirete di abbandonarsi a corse sfrenate all’aria aperta. Il suo carattere curioso e a tratti esuberante lo porterà a non tirarsi indietro di fronte a suoi colleghi maxi taglia conferendogli quell’aria buffa e spavalda che lo caratterizza nelle sue uscite pubbliche. Tra carlini fulvi e neri non ci sono sostanziali differenze se non per il fatto che i primi possono rivelarsi un po’ più vivaci, cocciuti e fieri mentre i secondi tendono ad essere più remissivi e calmi. Ma fulvo o nero che sia, sarà semplicemente il carlino a conquistarvi con i suoi vezzi e il suo musetto. Il resto verrà da sé….

    Una raccomandazione: ove siate interessati all’acquisto di un carlino assicuratevi che provenga da un allevamento italiano e sia perciò munito di pedigree. Non si tratta di un dettaglio ma di un fatto di fondamentale importanza. Spesso dietro un prezzo allettante si nasconde una totale mancanza di garanzie circa la qualità del soggetto (difetti di standard, soggetti più facilmente cagionevoli o già ammalati, solo per citare alcune conseguenze). La tranquillità del vostro acquisto è importante e l’attenzione alla provenienza del cucciolo è la prima regola per salvaguardarla.

    Fonte/i: miglior risposta e 5 stelline?
  • Anonimo
    9 anni fa

    Ogni cane è diverso! Puoi avere tutte le informazioni che vuoi sui carlini ma non puoi prevedere che carattere avrà il tuo! Comunque qualche piccolo guaio lo combinano sempre da cuccioli, soprattutto quando devono mettere i denti e perdono quelli da latte! Basta un po' di pazienza..ne vale la pena perchè sanno regalarti davvero tante emozioni

  • Il Carlino é un cane simpaticissimo e dolcissimo peró é un po' testardo.i primi tempi dovrai aver pazienza perché di danni in casa ne fanno ma come tutti i cuccioli ovviamente.Crescendo avrai un ottimo compagno che ti seguirà come un'ombra..

    Fonte/i: Esperienza personale
  • 4 anni fa

    Per addestrare un cane ci vuole un metodo, io ho imparato come fare grazie a questo corso online, è fantastico http://corsoaddestramentocani.latis.info/?7Kld

    Addestrare un cane non è di sicuro un’impresa facile. Ci vogliono tanta pazienza, costanza e amore verso il proprio amico a 4 zampe. Inoltre, non bisogna demordere, e premiarlo quando si comporta in modo corretto.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    Io non ho un carlino, ma una signora che abita vicino casa mia ha un maschio (7-8 anni) di carlino e mi dice che non è mai riuscita ad educarlo, che è molto testardo, capriccioso e anche un po' prepotente.

    In realtà penso che nessun cane sia impossibile da addestrare, certo ci sono razze più ''difficili'', ma basta solo un po' di determinazione e di dare comandi precisi ed efficaci.

    Ti posso assicurare che addestrare un cane non è semplice (esperienza personale), devi avere molta costanza, in particolare fino a quando il cane non ha imparato bene tutti i comandi che gli vuoi far imparare, molta pazienza e devi saper accettare anche il minimo progresso del cane (all'inizio ) e non farti prendere dall'euforia e non fare troppi passi avanti altrimenti rischi di far confondere il cane.

    Io ho addestrato da sola una bassotta e ti posso assicurare che se ti fai intenerire dai loro occhi dolci non potrai mai riuscire ad addestrare come si deve un cane!

    I comandi che secondo me sono i più importanti sono: SEDUTO (che è anche il più semplice), RESTA o FERMO (è indifferente la parola che decidi di usare, ma poi cerca di usare sempre quella altrimenti lo confondi), e VIENI, da la zampa, terra (o sdraiato), rotola secondo me sono secondari prima dovresti concentrarti sui primi tre che ti ho consigliato e poi se vedi che il cane è bravo ed è sicuro di se gli insegni anche gli altri.

    Come fare puoi informarti su internet o chiedere consiglio ad una persona esperta o anche al tuo medico veterinario.

    La cosa che devi fare e che è il modo migliore di addestrare un cane è quello di associare al comando vocale un gesto e quando il cane fa quello che gli hai chiesto dagli subito un biscotto o una ricompensa (all'inizio ti conviene il cibo che è più appetitoso, poi puoi iniziare a usare come ricompensa un gioco o una semplice carezza) e insieme alla ricompensa lodalo con un BRAVO, BRAVISSIMO!

    Spero davvero di esserti stata utile

    Fonte/i: Esperienza personale
  • Sono molto testardi, in verità. Certo sono più che educabili, ma ci vuole una certa costanza.

    Il carattere è buonissimo, ma da cuccioli, come tutti i cuccioli, mangeranno e mordicchieranno di tutto, facendo anche qualche danno in casa.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Caratterialmente i carlini sono ottimi cani. Il difetto maggiore è dato dai problemi medici derivato dagli occhi sporgenti (congiuntiviti croniche), respiratori a causa della canna nasale schiacciata e dermatologici per le pieghe cutanee (dermatiti, piodermiti etc.). Quindi tieni conto che se ti va male puoi finire con delle belle spese veterinarie.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.