Vi piacerebbe una scuola materna...?

che dai 3 ai 4 anni si frequenta due volte la settimana per 2 ore al giorno, quindi 4 ore settimanali complessive. Dopodiche', dai 4 ai 5 anni le ore ammontano a 4 settimanali, sempre spezzate nell'arco dei giorni?

E' il modo in cui sono organizzati gli asili in certi paesi esteri.

Voi vi trovereste bene con questo sistema? Dico anche dal punto di vista pratico e dei vostri impegni quotidiani.

Per quanto riguarda un bambino, non credo che lui ne soffrirebbe, perche' essendo nato e cresciuto in una situazione simile per lui andrebbe bene lo stesso. Pero' forse gli verrebbe tolto il beneficio di stare quotidianamente a contatto con i coetanei.

Voi che ne pensate?

Aggiornamento:

Joxyg: probabilmente non si parla di inserimento, visto che si tratta di un gruppo di ore davvero esiguo

Alessia non sentirti pecora nera, hai espresso la tua opinione e avere idee diverse dalla norma non significa essere sbagliati...

tuttavia mi pare che l'ultimo anno di asilo sia obbligatorio, vero? questo significhera' qualcosa...

Aggiornamento 2:

Sii e i maiali sanno fischiare, io non ne ho idea.. infatti penso che per queste madri sia dura, specie se hanno altri figli piccoli o neonati. Probabilmente fanno come dice Ana, li mettono negli asili nido, oppure lavorano part time. Ma nemmeno il part time basterebbe a sto punto!

Aggiornamento 3:

Coco Iaia, parlo di un paese come la Scozia ad esempio, dove mi sa che il tenore di vita e' migliore e le donne possono anche stare a casa coi bambini, perche' lo stipendio che ha il marito probabilmente basta, ed e' fisso... tuttavia mi pare strano pensare che la maggior parte delle donne non abbia un'ambizione o una voglia personale di lavorare, e che tutte preferiscano stare a casa con i bimbi tutto il giorno.. insomma, nemmeno io so spiegarmelo

18 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    allora, ti parlo da maestra di scuola materna, degli orari del genere come servizio di scuola materna a mio parere per i bambini non vanno bene. la cosa più importante per fare abituare i bambini alla scuola, ai compagni e a tutte le routine è proprio quella di frequentare regolarmente. e anche sentire che i genitori si fidano delle maestre e sono sereni a mandarli a scuola. se un bambino frequenta solo 4 ore settimanali, non ha nemmeno il tempo di abituarsi e capire il senso dell' andare a scuola. imparare a stare insieme ad altri bimbi, instaurare legami e relazioni con adulti diversi da mamma e papà, imparare a rispettare regole nuove e anche migliorare e sviluppare le autonomie. fare due ore al giorno significa avere il tempo a malapena di fare qualche routine di accoglienza e saluto e svolgere qualche attività...ma il pasto tutti insieme?? e la nanna?? boh, francaente io non credo che funzioni bene...per non parlare poi dei bimbi di 5 anni che l anno dopo andranno a scuola. nel mio asilo questi bimbi al pomeriggio svolgono attività, hanno un loro astuccio e vengono abituati a stare seduti a lavorare e a sapersi organizzare in bagno. mi viene da pensare che in questi posti ci sia un modo di vivere e organizzarsi differente dal nostro, quindi non conoscendo bene la situazione, mi viene difficile anche dare un giudizio corretto. probabilmente lì il primo anno di elementari viene usato per fare abituare i bambini alla scuola, mentre da noi viene fatto gradualmente fin dalla scuola materna. io personalmente posso solo dire che su mio figlio il nido e la materna lo fanno crescere di giorno in giorno, e che io sono contentissima che lui frequenti la scuola a tempo pieno. ciao.

  • 9 anni fa

    Esistono anche qua i nido a ore.

    Paghi un pacchetto ore e li mandi quando vuoi, le distribuisci come ti fa più comodo.

    Si tratta di parcheggi più che di scuole.

    Possono fare comodo e essere l'occasione per far passare al bimbo qualche ora con altri bambini, ma la finalità educativa e socializzatrice della scuola è inesistente. Non c'è modo di seguire nessun percorso didattico che abbia un senso e una continuità in qualche ora la settiamana.

    Ma che si possa fare alla materna è assurdo... il bimbo deve imparare la scolarizzazione, se lo mandi alle elementari senza che abbia mai imparato a stare in una classe, la maestra che fa? Invece di insegnare e seguire il programma passa l'anno dietro a quel bambino per insegnargli a stare seduto e senza mamma?

    Ale, non è questione di essere controcorrente... in questo caso parli per totale inesperienza.

    Non si tengono bambini di 3-4 anni seduti per ore, ma che stai dicendo?!!

    La materna è indispensabile per poi affrontare la scuola perchè è preparatoria, i bambini fanno migliaia di attività da bambini, adatte a loro, molto più di quelle che, con tutta la buona volontà, puoi fargli fare tu e le tue amiche senza nessuna esperienza pedagogica. Imparano moltissimi giochi e attività educative, ma imparano anche a stare senza mamma, a seguire le regole di un gruppo e la loro indipendenza

    Non solo sono consigliate, ma diventeranno obbligatorie, proprio perchè i bimbi che ti arrivano a scuola senza averla mai fatta sono infinitamente indietro rispetto agli altri e questo te lo dico da insegnante... c'è proprio un abisso. Frignano tutto il giorno, non sanno stare in gruppo senza mammina dietro e impiegano il doppio del tempo a capire il minimo concetto. Sembrano bimbi di 2 anni in meno rispetto ai coetanei che hanno frequentato la materna.

    Vorrei proprio parlarci con la tua amica insegnante perchè quello che sostieni è abbastanza assurdo, c'è assoluta unanimità in ambiente scolastico sul fatto che la materna sia indispensabile e che il bambino che non si è mai staccato da mamma non è in grado di affrontare la prima. Poi ovvio che a scuola ci va lo stesso, ma mentre gli altri sono pronti a seguire il programma scolastico da subito, quelli non scolarizzati lo sono dopo almeno 6 mesi perchè prima gli devi insegnare a stare senza mammina e cosa sono le regole di un gruppo. Cosa assurda che fa fermare una classe intera.

    Quando si fanno le classi, quelli senza materna vengono divisi in numero uguale per le varie sezioni proprio perchè sarebbe troppo gravoso averli tutti o in prevalenza su una classe (ti assicuro che ci mettiamo le mani nei capelli quando ce n'è più di 1)

    Infatti che l'ultimo anno di materna diventi obbligatorio è un progetto di legge che quasi senza più dubbi diventerà legge.

    A parte che non è necessario fare 7 - 8 ore, l'obbligo sussiste solo per le ore del mattino, quindi 4/5 ore al giorno. Ovviamente tutti i giorni, perchè è proprio nella continuità che sta il progetto educativo. Ti mancano basi di pedagogia, Ale è evidente...

    Poi non puoi obiettivamente paragonare un caso, tuo fratello (più qualche conoscente), con i grandi numeri di chi lavora in una scuola e ogni anno assiste al formarsi di classi prime con questo problema, segnalato da tutti gli educatori e per questo fatto diventare progetto di legge. Ti pare?

    Poi ovvio che puoi pensarla come vuoi, però davanti a un dato di fatto su un problema riconosciuto e individuato all'unanimità in ambiente scolastico, forse dovresti perlomeno prendere in considerazione che non hai considerao la questione con sufficiente competenza e informazione...

    Ovvio che sono un'insegnante è da due ore che lo scrivo... secondo te ti parlo dal punto di vista del corpo insegnante senza farne parte?

    Cioè io ti dico che come insegnanti riscontriamo questo problema e tu mi dici che sono disinformata io??? Ci sono dentro, te lo sto dicendo da interna... come caspita faccio a essere disinformata?? Siamo alla parodia dell'assurdo!

    Sul latte e gli alimenti ognuno può avere la sua idea, visto che le correnti di pensiero sono diverse e non unanimi, tu so che hai le tue convinzioni e mai mi sognerei di criticarle, anche se sono quasi all'opposto delle mie. Ma su un problema riconosciuto unanimamente, che è all'ordine del giorno da anni, tanto da farlo diventare progetto di legge... non è che si può stare tanto a discutere e dire che non esiste.

  • LaSi
    Lv 6
    9 anni fa

    Ma la continuità dov'è?

    Quando il bambino arriva alle elementari, come fai a spiegargli che deve stare seduto fermo per 7 ore al giorno 5 giorni su 7?

    E quando i genitori lavorano, il bambino dove sta?

    Mi sembra una cagata assurda, scusa la schiettezza...inutile sia per il bambino che per i genitori...

    ----------

    Alice fatina: stiamo dicendo proprio che non si può costringere un bambino fermo dall'oggi al domani.

    Ovviamente a 4 anni non lo si farà stare seduto davanti a una lavagna tutto il giorno.

    A 5 nemmeno.

    Ma siccome a 6 DOVRA' farlo per obbligo scolastico, forse è meglio che la materna sia propedeutica a questo...

    Pensa a un bambino che per 6 anni non viene abituato a stare in classe, a seguire qualcosa, a fare attività...beeelllooooo un bambino libero (e non sono ironica).

    Poi a 6 anni lo prendi e lo sbatti in una classe dove per MINIMO 5 ore al giorno dovrà stare seduto fermo in silenzio a fare lezione (per quanto giocosa e adatta all'età).

    Come fai a pretendere che ce la faccia?

    L'abitudine va data poco a poco...

  • 9 anni fa

    per me sarebbe un incubo!

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Alessia, l'asilo dei miei bimbi è aperto dalle 7.30 del mattino fino alle 16.

    Ma le attività vengono fatte solo dalle 9.30 alle 10.30 per i bimbi di 3 anni, 9.30-11 per quelli di 4 e quelli di 5.

    Quelli di 5 poi al pomeriggio, mentre i piccoli dormono, dalle 13.30 alle 15 fanno il prescuola.

    Per il resto saltano, corrono, organizzano giochi tra loro,inventano, litigano e fanno pace... cose che negli inverni piovosi, chiusi in casa con mamma non farebbero mai.

    Che sinceramente trovo più educative che fare tutti i giorni le stesse cose::avanti indietro tra casa- nonni/ casa giretto in centro/ casa negozi centri commerciali.

    Le lezioni vengono fatte in modo molto simpatico, i bimbi sono al banco, ma vengono incoraggiati a dire la loro su qualsiasi cosa si prende in considerazione in quel momento.

    Confronatno le proprie idee, i loro concetti.

    La classe dei gemelli ha fatto un progetto sull'acqua( causa gemellaggio con una scuola africana, per cui hanno parlato delle differenze tra qui e l'africa e soprattutto della carenza d'acqua).

    La settimana scorsa oltre a parlarmi dei motivi per cui l'acqua non va sprecata i gemelli mi hanno parlato dei vari stati dell'acqua, di come fa a evaporare, di come passa da liquida a solida ecc.

    Sanno tante cose, imparate senza imposizione e senza schemi rigidi.

    Sicuramente non è il fatto che sappiano come l'acqua evapora a farli a diventare degli studenti modello, ci mancherebbe, ma è lo spirito di gruppo che a loro serve e che a mio dire è importante per un bimbo.

    Le regole che un bimbo all'asilo deve seguire sono le stesse che devono seguire a casa:

    a tavola non si gioca col cibo, non si urla, non si spingono gli altri bimbi mentre si gioca, si chiede per favore e grazie, bisogna essere gentili con tutti...

    le stesse cose che tu dici a tua figlia presumo, e che tutte noi mamme diciamo.

    Ti assicuro che alle 3, quando il finiscono il pisolino, per svegliarli nessuna maestra suona la sveglia e gli impone di rifarsi la branda.

    credo che prima di parlare di certe situazioni, bisognerebbe "viverle" tanto per sapere di cosa si sta parlando e non per quello che le amiche ci raccontano.

    Tu hai fatto l'asilo, ma se non sbaglio hai la mia età e ti assicuro che negli ultimi 25 anni ne sono cambiate di cose!!!

    Poi, come ho sempre ripetuto, il grosso per l'educazione e gli studi, lo fa la famiglia, non certo se si è frequentato l'asilo oppure no.

    Io però sono contenta che i miei lo frequentino.

    Per quanto riguarda la domanda:

    4 ore a settimana per me sono più uno sbattimento che altro:

    lo svegli, lo porti all'asilo e una volta che sei risalita in auto è già ora di andarlo a prendere:)))

  • VioLa
    Lv 5
    9 anni fa

    Non mi piacerebbe dal punto di vista lavorativo....dove lo metto per il resto della giornata? Potrebbe risultare comodo per le mamme che non lavorano fuori casa, ma quelle con orario di lavoro fissato e che non possono sgarrare di 5 minuti diventa un problema.

    Dal punto di vista del bambino, non saprei proprio,,ma secondo me la scuola materna è una cosa positiva in vista delle elementari

    Ma scusa e le mamme di questi Paesi esteri come fanno?? Hanno più libertà come orari lavorativi? Hanno agevolazioni diverse proproste dallo Stato? Come fanno sono curiosa...????

    @@@ Alice : la tua frase sugli asili pieni anche al sabato e domenica la trovo scorretta, se è il tuo pensiero allora voglio prontamentente dissociarmi e dirti che ci sono mamme come me che lasciano i figli al nido per necessità e non per farsi i cazzacci loro e non vedono l'ora che arrivi il weekend per coccolarseli e tenerli stretti stretti anche per tutti quei giorni della settimana che non hanno potuto farlo.

  • A livello pratico, per una donna che lavora, è un vero disastro..

    quindi i nonni o una babysitter sarebbero indispensabili..

  • 9 anni fa

    Ma che criterio usano??? Insomma, oltre il fatto che non saprei proprio dove metterlo per tutta la giornata e tutta la settimana, ma come fanno ad abituarsi ad un ambiente nuovo, i compagni, ad interagire con loro, imparare qualcosa??? No, è assolutamente troppo poco, i bambini devono imparare anche a comportarsi in previsione delle elementari, come li tieni seduti per tutto quel tempo poi??? secondo me è un metodo sbagliato!

  • Ana
    Lv 6
    9 anni fa

    Io la penso come Sii e i maiali ecc (scusa non mi ricordo il resto!) e mi sono posta le stesse domande.

    Ho una carissima amica che abita in canada, e in pratica è un po' così. Lei che lavora e non ha nessun altro aiuto deve mandare il bambino ad un nido privato/familiare perché con questo sistema non saprebbe dove lasciare il bambino durante il resto della giornata!

  • ?
    Lv 6
    9 anni fa

    Decisamente no. La trovo troppo dispersiva sia per i bambini che per i genitori. E' veramente un macello organizzare il lavoro in base a questi ritmi!

  • joxyg
    Lv 6
    9 anni fa

    lavoro e non mi piacerebbe affatto!!!!

    Scusa ma l'inseriemnto poi quanto dura? Frequenza normale una settimana, in questo caso da settembre a natale??

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.