Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Posso ricaricare una batteria con un voltaggio minore della batteria stessa?

Utilizzando un ponte di diodi? Ho costruito una piccola pala eolica alla quale ho collegato un'alternatore che produce pochissimo dato la bassa velocità delle pale, inserendo un ponte di diodi nel circuito posso ricaricare una batteria anche se il voltaggio è minore? Inoltre, consigli su dove trovare un ponte di diodi? In Quale apparecchio domestico potrei trovarlo? come lo collego al circuito? Grazie.

3 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    No, comunque il rotore degli alternatori da ricarica, o comunque modificati per fare cio', hanno la tensione variabile in manier di presentare la tensione corretta.

    Se hai relaizzato un accrocchi usando un ventilatore cinese, un motore del trenino o similari e' normale che avrai problemi.

    un affare SERIO da 500W PICCO (alias 200) ha un diametro di 80cm e' studiato in galleria del vento e costa anche 2000E.

    Non penserai di metterti a caricare una batteria da auto con 50E di roba che ti cresceva in casa?

    Fare energia e' faticoso, solo i verdi non lo sanno.

    http://www.allarovescia.blogspot.it/2011/04/elettr...

  • 9 anni fa

    niente da fare: ti ci vuole una tensione maggiore di quella della batteria.

    osservazione: non è che per caso la piccola pala eolica è basata sulla rotazione della ventola di un pc ?

    Quella non ti potrà mai produrre corrente... ti ci vuole una dinamo da bicicletta almeno per avere 6V

  • 9 anni fa

    Dovresti essere più preciso nella tua richiesta, perché dovresti anche dire se il tuo alternatore è provvisto di regolatore di tensione (alcuni, non lo sono) e le sue caratteristiche tecniche.

    Normalmente la tensione prodotta da un alternatore CA, dopo raddrizzamento a CC, affinchè carichi correttamente una batteria, deve essere necessariamente superiore, tipo l’alternatore delle auto che eroga 14,7 V, che raddrizzati consentono la ricarica della batteria di 12 V.

    In linea di principio, si potrebbe anche caricare una batteria, partendo da una Tensione alternata inferiore alla tensione della batteria, convertendola tramite un trasformatore (come viene fatto nelle normali linee di trasporto dell’energia elettrica in MT E AT), però i costi e le varie dispersioni in un piccolo impianto lo sconsigliano.

    Ritornando al tuo quesito, per aumentare (se possibile, compatibilmente con la superficie delle pale eoliche), potresti aumentare la velocità di rotazione inserendo delle pulegge.

    Per quanto riguarda l’acquisto un ponte diodi lo trovi in qualsiasi negozio di ricambi elettronici e punti GBC (guarda sempre oltre alla tensione V, anche l’amperaggio).

    Nei vecchi televisori, phon e alimentatori in genere , puoi trovare ponti raddrizzatori o singoli diodi.

    Nel ponte diodi, le 2 ondine rappresentano l’ingresso da collegare all’alternatore, mentre i + e -, sono le uscite per la batteria (dopo previa stabilizzazione e filtraggio).

    Ti consiglierei di visitare il sito di nuova elettronica, secondo me il più affidabile in questo campo, dove puoi trovare moltissimi kit e idee da applicare nel tuo settore.

    Personalmente, ho risolto molti dei miei problemi facendo riferimento ad alcune apparecchiature prodotto da questa azienda.

    http://www.nuovaelettronica.it/

    N.B. Scusate, se riprendo la domanda, ma come si fa a dire se non si conosce né il tipo di alternatore, né altro , che non si può fare (non si può fare un processo alle intenzioni).

    Vi assicuro, che con un alternatore per auto , delle pale relativamente bilanciate, con una superficie adeguata , un minimo di elettronica (l’elettronica utilizzata nei circuiti in BF è relativamente semplice) e qualche conoscenza in meccanica, si può fare qualcosa , non dico che possa dare 500 W, ma anche se riesce e servire un semplice LED , alla fine è l’entusiasmo che è premiato.

    Anche io tanti anni fa, iniziai con apparecchiature, ben più spartane e improvvisate di quella descritta, eppure sotto quell’entusiasmo mi sono diplomato all’ITIS in elettrotecnica, mi sono Laureato, e poi ho fatto tante cose serie nella vita, eppure se non avessi iniziato in questo modo, non so se sarei arrivato dove sono.

    Concludendo devo ricordare, che anche gli Ingegneri Elettrotecnici sanno fare l’energia, forse meglio dei verdi.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.