? ha chiesto in Animali da compagniaCavalli · 9 anni fa

non posso crederci, dico i sport si ma con dei limiti!?

adesso sarò io sbagliata a questo punto ma dico ho un cavallo come farei a cambiarlo? Ma perchè la gente è fissata con il fatto che se devi fare agonismo il cavallo va cambiato?

Perchè i genitori prendono pony o doppi pony alle bambine per poi disfarsene?

Ma non è un giocattolo è un essere vivente!! l'hai voluto? ora te lo tieni a vita!!!

No cioè comprare un cavallo a una dodicienne che lo deve cambiare l'anno dopo non ha assolutamente senso!!!

Immagino quante risposte negative arriveranno ma non mi interessa, ognuno di noi dovrebbe avere un pò di cuore.

E' come dire oh bhe, ho un cane da un anno ma sono cresciuto andava bene quando ero più piccola perchè è di piccola taglia ora ne voglio uno più grande! MA NON HA SENSO!! NON SONO OGGETTI *****!!! ma non è meglio prendere un cavallo quando si ha sedici anni?? che non si ha più problema di stature?? prima fate le mezze fide non comprateli!! Ma quanto soffrono poveretti... Un conto è se il cavallo è vecchio e va bhè va a prato per il suo meritato riposo ma un doppio pony venduto per "CAUSA PASSAGGIO CAVALLO" NO. NON ESISTE.

9 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Capisco a quale domanda fatta ultimamente ti riferisci.Purtroppo queste persone o lo fanno solo per una questione di sport e movimento oppure sono delle grandissime viziate che l'hanno avuta vinta su tutto.

    Pensa che nel mio maneggio c'è una bambina di 11 anni che ha avuto il cavallo da 3 mesi e non lo sa nemmeno sellare! Per altro in campo fa un galoppo che è spaventosamente schifoso.

    Insomma è chiaro che di esperienza non ha più di un anno.Eppure le è stato comprato un cavallo.

    Per non parlare poi dei poveri cavalli che sono costretti a cambiare scuderia,padrone e subiscono ogni tipo di stress.

    Purtroppo questo mondo è così.I poveri o gli sfortunati si battono per i loro ideali e desideri.I ricchi schioccano le dita e ottengono ciò che vogliono o quasi.

    Posso però dirti che sicuramente quel tipo di persone non sarà mai felice perchè non proverà mai la felicità,visto che non ha mai provato la tristezza e il desiderio.

  • 9 anni fa

    Eeeh! Cara mia! Non posso crederci neanche io...quando si è accecati dalla competizione e dal desiderio di vincere a tutti i costi anche se si pensa di amare fino in fondo il proprio animale non è mai così pienamente...non puoi dire di amare un animale se lo si sfrutta così (non fraintendermi, ce n'è tanta brava gente) ma per quanto mi riguarda io ODIO il mondo agonistico, di qualsiasi sport.. Dopo brutte esperienze ho capito che non potevo appartenere a un mondo dove non esistono i "non posso" o i "non voglio", dove si o accecati dalla gloria della vittoria che deve essere raggiunta a qualsiasi costo anche a costo di problemi fisici non solo nostri ma spoprattutto in uno sport come lk'equitaaione al cavallo! Animale bellissimo ma molto sensibile e delicato..e così me ne sonon andata e non avrei potuto fare scelyta migliore..ora posso coltivare la mia passione a pieno e ogni volta che entro in maneggio capisco perchè ho scelto questo sport e ogni giorno di più questa passione cresce e la gente ricca e viziata con duemila cavalli non può capire cosa sia il sacrificio e la felicità di quando finalmente si ragiunge il proprio sogno e di quanta cura e dedizione si ha per coltivarlo e conservarlo... A volte non mi fanno per niente invidia come loro pensano magari, anzi pena e mi fanno anche sorridere!

  • 9 anni fa

    purtroppo sport e passione non vanno a pari passo...

    hai presente...prima lo sport e dopo gli affetti....a una mia amica è successa la stessa cosa...

    per te il cavallo dovrebbe essere come la moto per valentino rossi (scusatemi il paragone)

    ti piace andare in moto ma una o l'altra non fa troppa differenza....

    siamo in un mondo in cui gli affetti sono messi all'ultimo posto....

    sono pienamente d'accordo con te, motivo per cui non appoggio totalmente gli sport in cui si richiede l'utilizzo di animali (soprattutto ad alti livelli)....

    sono gli animali che mostrano la loro dedizione e il loro affetto nei nostri confronti ubbidendoci, e purtroppo non il contrario...sono sempre loro a rimetterci

  • io
    Lv 4
    9 anni fa

    guarda non concordo con te. purtroppo quando prendiamo un cavallo dopo un po non va più bene magari perchè nn si è creato il feeling oppure perchè ha problemi di statura oppure perchè nn lo si puo più mermettere. insomma la faccia corta fidati è molto meglio vendere un cob o un pony o un cavallo piuttosto che tenerlo e fargli fare un brutto lavoro e magari anche fargli del male :))

    Fonte/i: so che non mi darai i 10 punti perrò vorrei tanto che tu capissi che i cavalli passano da un proprietario all'altro è un bene perchè un cavallo avrà sempre qualcosa da insegnare e qualcosa da imparare
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    SONO PERFETTAMWNTE D'ACCORDO CON TE!!!!!!!!!! ma il problema non sono le ragazzine.. se queste crescono col genitore ch egli cambiano il cavalli ogni qual volta viogliano come fosse una moto o una bici, è ovvio che crescano con sta mentalità.. cazzo1!

    io non riuscirei mai!!!

    infatti non l'ho ancora comprato er questo otivo.. il cavallo è uno deglia animali + sensibili che esistano, e questo continuo cambio di padrone li fa soffrire da morire,, questa gente non ha proprio capito nulla dei valori della disciplina dell'equitazione!!

    purtroppo è così...

  • Valen
    Lv 5
    9 anni fa

    Cara Chiara, Io la penso esattamente come te: un cavallo è per la vita.

    Infatti la mia cavalla è con me da quando aveva 4 anni e adesso ne ha 24!!! Da ben 20 anni!!!

    Ovviamente è a riposo in un bel prato, accudita quotidianamente.

    Io pago comunque la mia retta mensile per lei, solo esclusivamente per farle fare una serena vecchiaia in modo più naturale e sereno possibile.

    Ho smesso di montare per lei: quando è stato il momento di metterla a riposo ho messo via la sella e adesso mi dedico ad altro.

    Due cavalli non posso permettermeli, così fin quando ci sarà la mia vecchiona resto "a piedi". Sono felice così, sono felice di tutto ciò che ho fatto in passato con lei e sono felice adesso di regalarle tutto il mio affetto e gratitudine facendole fare questa vita da serena pensionata tra i verdi pascoli.

    E farò di tutto, quando arriverà il suo momento, per regalarle una morte il più dignitosa ed indolore possibile.

    Non condivido chi dice che se tutti facessero così ci sarebbero più cavalli macellati. Tuttaltro: se tutti facessero così la richiesta di puledri sarebbe minore e quindi ne nascerebbero meno: allevatori e non ci penserebbero bene prima di far nascere puledri sapendo che la richiesta non è alta e quindi molti meno cavalli giovani finirebbero macellati o malamente riciclati perchè a fine carriera.

    Purtroppo non è così e mi rendo conto che persone che fanno ciò che sto facendo io sono una netta minoranza... vabbè almeno in due siamo ;-)

  • Anonimo
    9 anni fa

    Già

  • 9 anni fa

    sono in assoluto d'accordo con te,ma sai quale sarebbe la fine che farebbe l'85% dei cavalli se non ci fosse questo mercato???purtroppo il mondo dei cavalli si regge su questo e non si ci puo' far nulla!io sono della tua stessa idea riguardo al farsi un cavallo e poi svenderlo dopo poco,io sono una di quelle che una volta che si compra un cavallo,lo fa per tutta la vita!calcola che quando il mio non è stato più adatto al livello delle competizioni,ho smesso io di competere!!!nonostante ciò sono convinta che questa gente non vada additata,perché se non ci fossero loro la maggior parte dei cavalli non sarebbe addestrata e tutti sappiamo che fine fanno i cavalli non addestrati!al giorno d'oggi sono pochi coloro che comprano un cavallo come amico e non con sogni di soldi e gloria!

  • 9 anni fa

    si

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.