Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteMalattie e disfunzioniAllergie · 9 anni fa

Intolleranza al latte?

Ciao a tutti! Ho fatto da poco il test delle intolleranza alimentari e tra varie altre cose mi è uscita una forte intolleranza al latte. Non è come quella al lattosio perché per 5 settimane devo eliminare anche i formaggi stagionati che non hanno lattosio e alcuni tipi di carne. I miei sintomi sono digestione lentissima, feci dure e quindi una fortissima stitichezza, gas intestinali, ecc... Da una settimana ho iniziato la dieta, per i dolori alla pancia ho notato qualche miglioramento ma purtroppo non riesco ancora ad andare al bagno per niente!!! neanche alcuni farmaci o lassativi mi fanno un gran ché di effetto quindi vorrei avere qualche esperienza di persone che hanno avuto nella vita lo stesso problema e sapere dopo quanto tempo hanno iniziato a riscontrare dei miglioramenti. Perché così non so se questo mio problema è ancora correlabile all'intolleranza e quindi devo solo aver pazienza o devo fare altri esami per altri problemi. Vi ringrazio in anticipo per le vostre risposte che aspetto con ansia!!! Ciao!

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Quando l’enzima lattasi non è più debitamente espresso il lattosio passa indigerito attraverso l’intestino e quando arriva al colon viene attaccato dalla microflora residente e trasformato in idrogeno e acidi organici. Elevate quantità di idrogeno procurano gonfiore, tensione addominale, flatulenza, meteorismo; il lattosio indigerito richiama invece acqua nell’intestino che diventa causa di diarrea.

    I sintomi compaiono di norma da 30 minuti a 2 ore dopo l’ingestione di lattosio.

    il lattosio non è solo il principale zucchero del latte, ma è presente anche nello yogurt, nella panna, nel burro, nei fiocchi di latte, nella mozzarella, nella ricotta. In tracce è rinvenibile anche nelle cipolle, nei broccoli, nelle uova, nelle pere ed è pure un additivo presente in alcuni insaccati, nei farmaci e negli integratori alimentari. In caso di soggetti particolarmente sensibili è quindi necessario accertarsi dell’assoluta assenza di lattosio (e quindi anche di latte!) da ogni cibo consumato

    Se una qualsiasi di queste parole sono elencate sull’etichetta di un alimento, ciò significa che il prodotto contiene lattosio:

    - latte

    - lattosio

    -latticello

    - siero

    - cagliata

    - derivati ​​del latte

    - senza grassi solidi del latte

    - panna acida

    - margarina.

  • Anonimo
    9 anni fa

    La tua dieta è ricca di fibre? Frutta e verdure mangiate almeno tre volte il giorno anche sotto forma di minestre ... Sono certa che se incrementi questa assunzione tutto migliorerà. Auguri.

    Fonte/i: Esperienza con dieta
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.