mi servirebbe sapere qual'è il genere tipico musicale giapponese che si sente di più frequente? grazie :)?

1 risposta

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Musica classica

    In Giappone esistono innumerevoli generi di musica classica come il sho-myo o musica buddista salmodiata e il gagaku genere di musica orchestrale di corte entrambe risalenti ai periodi Nara (dal 710 al 794 d.C.) e Heian (dal 794 al 1185 d.C.).

    Il tōgaku e il komagaku sono invece musiche originarie della dinastia cinese Tang e della Corea.

    Altri generi musivali sono Kagurauta, azumaasobi e yamatouta, che a differenza delle precedenti, sono relative a repertori indigeni.

    Esiste una classificazione della musica di quel periodo, infatti possiamo suddividerla in kangen (musica strumentale) e bugaku (danze accompagnate da gagaku).

    Originarie dei primi anni del XIII secolo sono gli honkyoku ("pezzi originali"). Questi erano composizioni solistiche come gli shakuhachi, pezzi suonati da mendicanti, seguaci della setta Fuke (monaci appartenenti a una setta scismatica dello Zen) e monaci Zen. I monaci fuke, detti komusō ("monaci stravaganti"), suonavano il honkyoku per chiedere l'elemosina. La setta fuke cessò di esistere nel XIX secolo, ma alcune trascrizioni dei loro honkyoku vengono ancora eseguiti nei concerti di musica classica giapponese.

    Min'yō: Musica folklorica

    Le canzoni folkloriche giapponesi (min'yō) possono essere raggruppate e classificate in molti modi. Tuttavia è forse meglio suddividerle in quattro grandi categorie: canzoni sul lavoro, canzoni religiose (come il sato kagura, una forma di musica shintoista), canzoni per l'intrattenimento, come nei matrimoni, funerali e feste (matsuri e specialmente obon) e canzoni per bambini warabe uta.

    Nel min'yō i cantanti sono solitamente accompagnati da una sorta di liuto a tre corde detto shamisen, tamburi ed un flauto in bambù detto shakuhachi. Altri strumenti che possono fare da accompagnamento sono un flauto traverso detto shinobue, una gong detta kane, e un tamburo a clessidra detto tsuzumi. Ad Okinawa, lo strumento principale è il sanshin; questo è uno strumento tradizionale da cui deriva il giapponese shamisen. Moderni strumenti elettronici come chitarre elettriche e sintetizzatori vengono tuttavia usati regolarmente nella musica moderna giapponese quando i cantanti enka (genere musicale giapponese) cantano le canzoni min'yō.

    Quando si parla di min'yō si sente spesso parlare di ondo, bushi, bon uta e komori uta. La musica ondo è costituita da canzoni folkloriche con uno swing che può essere paragonato ad un tempo di 2/4 (non eseguito normalmente da gruppi beat). La tipica canzone folklorica udita al festival di Obon sarà molto probabilmente un ondo. Una bushi è una canzone dalla melodia ben determinata. Il suo nome significa "sezione o nodo". Il nome non è quasi mai usato da solo ma viene premesso da un termine riferito ad una occupazione, luogo o nome di persona. Bon uta sono canzoni per la festa delle lanterne dei morti. Le komori uta sono delle ninna-nanna per i bambini.

    I nomi delle canzoni min'yo spesso contengono termini descrittivi, quasi sempre alla fine, ad esempio: Tokio ondo, Kushimoto bushi, Hokkai bon uta, Itsuki no Komoriuta.

    Molte di queste canzoni hanno degli accenti accessori su certe sillabe i così detti kakegoe. I kakegoe sono delle grida ritmiche nei min'yō, spesso eseguite da un secondo cantante. Vi sono diversi tipi di kakegoe che variano da regione a regione. Ad Okinawa, l' Okinawa min'yō fa, per esempio, "ha iya sasa!". Nel Giappone continentale (nelle isole maggiori), è più facile udire "a yoisho!", "sate!", o "a sore!". Altri possono essere "a donto koi!" e "dokoisho!".

    Recentemente un sistema basato sull'associazione noto come sistema iemoto, è stato applicato ad alcune forme di min'yō. Questo sistema era stato sviluppato per trasmettere i generi classici come nagauta, shakuhachi o koto, ma essendo stato ritenuto molto efficiente dagli insegnanti e gradito agli allievi che intendevano ottenere certificazioni di profitto e di valore artistico, ha consentito la diffusione del genere min'yō ad altre forme di musica che erano tradizionalmente trasmesse più informalmente.

    Musica popolare di Okinawa

    L'isola di Okinawa è stata sotto il controllo del Giappone fin dal 1609, a parte un breve periodo in cui fu sotto il dominio degli Stati Uniti durante e dopo la Seconda guerra mondiale. Gli umui, canzoni religiose, shima uta (canzoni per danza) e specialmente il katcharsee (musica celebrativa), erano molto popolari.

    La musica popolare di Okinawan differisce dalla musica popolare giapponese in molte sfaccettature. Per prima cosa nella strumentazione, infatti la musica di Okinawa è accompagnata spesso dallo sanshin, mentre nel resto del Giappone viene accompagnata dallo shamisen. Gli altri strumenti di Okinawa sono il Sanba (che produce un suono schioccante come quello delle nacchere ed un fischio acuto come quello di un uccello). In secondo luogo la scala, infatti una scala pentatonica specifica è spesso usata nel min'yō di Okinawa. Essa è descrivibile come do, mi, fa, sol, si, do.

    Fonte/i: wikipedia
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.