Come allontanare un gatto dispettoso?

Salve, sono qui perchè sto letteralmente uscendo di testa e tra poco faccio un gattomicidio!!! Ecco la situazione: da qualche mese accudiamo un gattino di pochissimi mesi (6-7 credo) fuori al giardino perchè non possiamo averlo in casa... Gli diamo da mangiare, ma tutto a un tratto abbiamo notato che il piccolino mangiava ma dimagriva, ed abbiamo finalmente scoperto il perchè: un gatto odioso lo picchia e si mangia tutto il cibo!!! Così siamo costretti a fare le guardie mentre il micio mangia, perchè sto stupido si nasconde e non sta fisso nel nostro giardino, quindi all'improvviso ti trovi il piccolino immobilizzato e quel coso antipatico che s mangia tutto!! Da 10 giorni, poi, visto che gli impediamo di mangiare, C lascia sul balcone (dove soggiorna il nostro piccolino) la sua pupu!

Premetto che il metodo delle bottiglie, la candeggina e le luci accese, non hanno avuto risultati... Come posso impedire a questo d salire sul nostro balcone??? Avevo pensato a qualcosa tipo plexiglass, ma il balcone è lungo e il prezzo alto!!!magari c'è qualcosa così funzionale ma con prezzi più bassi? I repellenti non funzionano, perchè essendo all'aperto non restano!!! Qualcosa nel cibo che lo faccia allontanare?? O devo iscrivere il mio micino ad un corso d boxer? Rendetevi conto: un'ora fa ho beccato l'antipatico sul mio balcone che voleva lasciarsi un regalo, ed il mio gattino sul tavolo impaurito!! Non se ne può davvero! È un arrogante che se becco tra le mani, lo meno!!! Non mi parlate d bontà e offrirgli del cibo, perchè se lo può sognare!!! Se non fosse aggressivo col gattino, non avrei problemi, ma visto che me lo picchia e lui è piccolo per difendersi.... Quel gatto da me non avrà nulla, se non le mazzate!! Vi prego, aiutatemi! Datemi qualche consiglio per allontarlo prima che decide d farlo fuori! Non Possiamo tenere nemmeno i cani (x contratto d affitto) e quindi non sappiamo come fare! Non abbiamo tempo da perdere dietro a un gatto arrogante e cattivo!! Non se ne può +!

5 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Tu scrivi che dai da mangiare in giardino ad un gattino randagio, e che da poco ti sei accorta che un altro randagio sta cercando di insediarsi nel tuo giardino, mangiando il cibo del randagino e lasciando le sue marcature territoriali. Infatti la pupù che ti lascia sono proprio dei segnali *per gli altri gatti*, per dire: "Questo è territorio mio e guai a chi mi volesse cacciar via". Niente di strano: il randagio più grosso ha trovato il cibo a portata di bocca, e ne approfitta; ha trovato un luogo tranquillo dove insediarsi, e vuole esserne l' esclusivo proprietario. D' altra parte, i gatti non rispettano i confini di proprietà che mettiamo noi. Quindi è inutile e stupido inveire contro il randagio o ricorrere a rimedi notoriamente inefficaci (dissuasori, bottiglie, barriere di plexiglass) o controproducenti (i lavaggi con candeggina, che ha un odore molto simile a quello dell' urina delle gatte in calore, e quindi richiama particolarmente i maschi).

    Se vuoi che il gattino resti con te, devi tenerlo in casa: basta abituarlo, perchè tanti gatti vivono benissimo solo in casa. Quando l' avrai in casa, dagli da mangiare dentro casa, senza lasciare mai traccia di cibo all' esterno. Per allontanare il randagio più grande, invece, metti un piattino con un po' di cibo dapprima vicino al confine della tua proprietà, poi, giorno per giorno, mettilo più lontano: nella strada, nella strada successiva, ecc. ecc. Il grosso randagio seguirà il cibo, e man mano si allontanerà. Durante questo percorso di allontanamento è molto probabile che troverà un territorio di suo gusto nel quale insediarsi.

    Se il randagio non si allontanerà, il gattino che accudisci sarà cacciato e dovrà andarsene. Per evitare questo, devi quindi decidere di prenderlo e tenerlo in casa,facendolo vivere all' interno. Per evitare che sia eccessivamente spaventato, pur stando dentro casa, dal randagio o da altri gatti estranei, metti delle reti ai balconi (se ne hai) e alle finestre. Si vendono già pronte, di diverse misure, e costano poco. Le reti serviranno anche ad impedire che il gattino, inizialmente non abituato a stare in casa, cerchi di uscire prima di aver capito che il suo territorio è dentro casa. Le reti sono p. es. queste:

    http://www.zooplus.it/shop/gatti/reti_porte_access...

    http://www.zooplus.it/shop/gatti/reti_porte_access...

    Sono anche poco visibili, e non richiedono opere di muratura per essere installate, quindi i proprietari della casa non avranno niente in contrario a che tu le monti.

    P. S. Il randagio più grosso non è né cattivo, né arrogante: segue semplicemente il suo istinto, che lo porta a cercare di sopravvivere, cosa molto difficile per un randagio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Spaventano a morte come lo becchi spaventalo di brutto oppure dai dei tempi di pasto al tuo gatto così mangi te mangia lui ... Per liberarti è difficile deve capire che la è pericoloso tira fuori gli artigli XD

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    dai il cibo al tuo micio quando hai 5 minuti da dedicarli..ti siedi accanto a lui mentre mangia e dopo che ha finito ritirali la ciotolina. Se arriva il gattone prendi una scopa e crea rumore sbattendola a terra o su un muro così ha paura e scappa. Dopo un bel pò di giorni il micione dovrebbe rassegnarsi

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Prova a mettere + cibo e più ciotole, oppure crea una cuccietta piccola dove puó passare solo il gattino e lì riponi il cibo.

    Per chiudere il balcone puoi utilizzare una rete (tipo quelle da zanzariere) oppure metter dei pannelli di legno, ma non sapendo comè il tuo balcone è dura... Dovresti rendergli difficile l entrata.

    Oppure dai il cibo al gatto solo in certi mOmenti chiamandolo, fai dei fischio o lo chiami e lasci il mangiare, magari dopo qualche tempo si abitua e lo vedrai arrivare da tè per mangiare subito il cibo.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    Beh... i gatti non sono controllabili. Di certo non puoi metterti a "metterli delle cose nel cibo per allontanarlo" o "menarlo" il maltrattamento degli animali è un crimine mentre che il tuo gattino è succube è selezione naturale. Comunque detto questo, hai un terrazzo e un condominio.. a che piano stai? prova a mettere nella parte interna del terrazzo una rete, non quelle da zanzare che sono fitte e ci si arrampica che è una bellezza, esistono delle reti di fil di ferro usate soprattutto per i giardini. Ora essendo un gatto oltre ad arrampicarsi salta. E su questo non ci puoi fare niente. Se ha delle piante o dei muretti dove si arrampica per poi saltarvi sul terrazzo vanno tolte. Magari prima di fare tutto questo sarebbe opportuno andare a fare un giro del vicinato chiedendo di chi è il gatto. Trovato il padrone parlargli apertamente del problema che provoca e di prendere delle precauzioni. Se vi lascia ricordini sul terrazzo ci sta che non sia sterilizzato, lo fa per marcare il territorio. Allora potrete prendere in considerazione con il padrone del gatto anche questo. Consigliare al padrone del gatto di dargli una bella ciotola di cibo abbondante prima di farlo girovagare tutto il giorno.Se il gatto continua a tornare mandatelo via correndogli incontro e urlando capirà dopo un pò che è il vostro territorio non il suo. Comunque se non potete tenere il gatto in casa... e non avete un giardino vostro.. siete sicuri di volerlo tenere? o forse sarebbe meglio cercargli un altra famiglia? magari tra 2 anni ci sarà il vostro di gatto a disturbare altri e come dici te magari potrebbero "menarlo" o "mettergli qualcosa nel cibo" . I gatti vanno educati e se stanno fuori sono incontrollabili. Non esistono gatti "arroganti" o "cattivi" ma l'istinto di sopravvivenza. Sono ANIMALI.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.