devo diluire la pittura come faccio?

ciao a tutti devo diluire una latta da 10 litri di pittura bianca a finitura liscia 15-20 per cento quanta acqua devomettere la pittura la do a rullo e poi devo dare il fissativo prima ?...in alqune zone devo togliere la muffa e ci va il fissativo prima della pittura

Aggiornamento:

si ma come?

Aggiornamento 2:

non uso la candeggina uso un prodotto della boero per togliere la muffa

4 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    La prima operazione consiste nel togliere la muffa, o meglio nell'ucciderla. E sì perchè la muffa è viva e si uccide con la candeggina. Apri la finestra per evitare di respirare i vapori di candeggina e passi la candeggina sul muro con una spugna. La spugna deve essere bagnata nella candeggina, poi strizzata e poi passata sul muro. Non è necessario pressare con forza sul muro. Dopo il passaggio della spugna noterai che la muffa sparisce (dopo qualche secondo). Fatta questa operazione su tutto il muro da tinteggiare avrai la gola irritata per via della candeggina. Chiudi la finestra e te vai in un'altra stanza e per quel giorno dimenticati che stai tinteggiando una stanza.

    Il giorno dopo, quando i muri trattati con la candeggina sono completamente asciutti e la stanza non puzza più tanto di candeggina, apri la finestra e inizia a passare il fissativo (che avrai già preparato con la diluizione con acqua consigliata sulla confezione) usando il rullo. Terminata questa operazione è fondamentale lavare bene bene il rullo sotto l'acqua e farlo asciugare.

    Piccolo trucco per accelerare il lavoro: nel fissativo prima di metterlo in opera metti anche un pò di colore, in questo modo dovrebbe essere sufficiente una sola mano di colore per completare il lavoro.

    Una volta dato il fissativo chiudere la finestra e andare in un'altra stanza. La finestra va chiusa in modo che il fissativo possa asciugare lentamente e aderire meglio ai muri.

    Quando il fissativo sarà completamente asciugato puoi iniziare con la messa in opera del colore usando il rullo (anche se il rullo non dovesse essere completamente asciutto va bene lo stesso).

    Mi raccomando di non usare il rullo stracolmo di colore altrimenti gli schizzi saranno superiori al colore che rimarrà sulle pareti.

    Avevo dimenticato che la primissima operazione (prima ancora di mettere la candeggina) è quella di stendere un foglio di plastica (li vendono in ferramenta, sono leggerissimi ed hanno dimensioni di 4 x 4 m o di 4 x 5 m) oppure mettere sul pavimento tanti giornali. Questa operazione è importante per evitare, dopo, di dover raschiare dal pavimento gli schizzi. Inoltre è opportuno mettere sugli stipiti delle porte e sugli interruttori e le prese elettriche la carta adesiva da pittore. La carta verrà poi tolta a operazioni di pitturazione terminata. Questa accortezza è molto importante per evitare di imbrattare gli stipiti delle porte e gli interruttori.

    Tutte queste operazioni preliminari richiedono molto tempo e lavoro, ma devono essere interpretate come la parte essenziale del lavoro di tinteggiatura. In fondo passare il colore con il rullo è una passeggiata e richiede pochissimo tempo rispetto a quello necessario per le operazioni preliminari per la pulizia, togliere la muffa e mettere il fissativo.

  • 6 anni fa
  • Ciao Gabriele,

    innanzitutto prendi uno straccio e rimuovi tutta la muffa; utilizza poi della candeggina pura, versandola in un secchio, e distribuiscila con un pennello sulle parti ammuffite. Fai asciugare bene.

    Per la prima mano, diluisci la pittura al 30-40 % mentre la seconda mano al 15-20%. Applicala utilizzando un pennello per gli angoli e un rullo per soffitto e pareti.

    Se i muri sono già stati imbiancati non è necessario applicare il fissativo!

    Buon lavoro!

    Fonte/i: www.mulfarimbianchino.it mulfarimbianchino.wordpress.com
  • Anonimo
    9 anni fa

    'Alqune', sisi °-°

    Fonte/i: Dove finiremo..
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.