Caterina ha chiesto in SaluteSalute mentale · 9 anni fa

vi prego aiutatemi, sono in una situazione da manicomio...?

io sono una persona cattiva...appena ho iniziato le medie sono diventata cosi: cattiva. ho conosciuto due ragazze fantastiche e io ho avuto paura di essere me stessa per paura di non essere accettata. quando queste due ragazze mi chiedevano di uscire a fare un giro io non ci andavo mai per paura di non essere all'altezza di uscire con loro che sono 1 anno piu grande di me e anche perchè non mi sentivo a mio agio perchè non riuscivo ad essere me stessa. allora iniziai a inventare delle scuse per non uscire con loro. poi però ho iniziato a mentire su cose piu pesanti verso la fine della terza media e l'inizio della prima superiore. ho fatto finta di avere un fratello morto...ho fatto finta di aver fatto un incidente in macchina, ho finto e basta. ho mentito a persone che non se lo meritano, ed ho detto tutte queste bugie solo per far sembrare agli altri che la mia vita è oiu interessante e anche perchè sono in mancanza d'affetto ed ho pensato che se avessi detto queste cose loro mi sarebbero state vicino. poi pero ho detto tutte queste bugie anche ad altri amici e ho fatto finta anche di avere un ragazzo. Ho mentito e basta a delle persone che non se lo meritavano ma io non so il motivo del mio comportamento! non sono mai stata me stessa con nessuno apparte 5 o 6 persone che però pur essendo me stessa con queste 5 o 6 persone pure loro pensano che io abbia un fratello morto, che abbia avuto un incidente e un ragazzo...e tante altre bugie..e per rendere credibile che io abbia avuto un incidente con la macchina ho fatto finta di zoppicare davanti a loro. e adesso già 2 persone importantissime ho perso,.,e non voglio perderne altre per colpa mia e solo mia. io non so come spiegarlo, ma io mento, faccio finta di avere un passato che non ho, faccio finta che mi siano capitate cose che non mi sono capitate in realtà. io non voglio mentire ma è piu forte di me... perchè mi sento cosi coccolata quando faccio finta di essere triste per mio fratello morto anche se non ho mai avuto un fratello. ma perchè mento?!?! mi faccio schifo, mi odio! è come se fossi pazza, non riesco a smettere! :( vi prego aiutatemi, questa cosa mi uccide ogni giorno sempre di piu! :'(

4 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Non è che tu sia cattiva, è che hai scoperto - forse incoscientemente - che nella nostra società l'autocommiserazione e il piangersi addosso, se finti bene (e il dolore causato dalla perdita di un fratello è indubbiamente un'ottima ragione, così come incidenti e via dicendo...) hanno come conseguenza empatia, vicinanza, insomma "pagano" abbastanza bene (d'altronde basta vedere le risposte che ti stanno dando anche qui: basta che tu, che indubbiamente vai facendo da un bel po' di tempo cose abbastanza squallide moralmente, adesso vada dicendo che sei una persona cattiva, che non vali nulla, che insomma ti metta a piangere, e subito trovi gente che non sa resistere a una persona in lacrime e ti si mette a consolarti dicendoti, come se fossi immacolata, che non sei assolutamente cattiva, che sei una brava persona...). Tutto questo è nonostante tutto molto umano. Se può consolarti, proprio del tutto perfida non sei, e lo dimostra il fatto che una coscienza morale ce l'hai, in quanto provi una sorta di rimorso che per quello che vai facendo: hai insomma una sorta di repulsione etica nei confronti di te stessa e delle tue azioni. Ma ho molti dubbi che riuscirai a smettere, proprio perché fino a che continuerai a inventarti queste storie troverai sempre chi ti verrà incontro, chi ti vorrà abbracciare, nessuno che vorrà lasciarti sola e questi atteggiamenti della gente che ingannerai ti spingeranno ad andare avanti, fino a che non diventerai una sorta di professionista della menzogna, o fino a che non sarai colta del tutto in flagrante, e non ti crederà più nessuno, ma allora sarà troppo tardi.

  • Probabilmente, prima di tutto, dovresti provare a spiegare a queste persone a cui tieni tanto, che credi di avere un problema. Ti senti spesso tagliata fuori e ogni tanto senti di aver bisogno di affetto, ti senti molto insicura di te stessa e non sai come comportarti in certi casi. Per questi motivi hai iniziato a fare alcune cose per niente belle e di cui ti penti, tipo mentire. Devi stare attenta a specificare per bene che ne sei consapevole che non è una bella cosa e devi smettere, però non ci riesci nemmeno se ti impegni. Poi chiedi scusa e spera che capiscano. Se ci tengono a te come persona e non per il tuo "passato tragico", allora magari capiranno.

    Se hai paura di dirlo a voce perchè potrebbero rifiutarsi di ascoltarti o potrebbero interromperti non permettendoti di spiegarti bene, puoi provare a mettere tutto per iscritto. Qualche lettera o semplici pagine dove scrivere tutto e spiegare, poi darle a loro e poi aspettare che rispondano in qualche modo.

    Se i tuoi genitori non sanno che hai mentito a questi amici, prova a parlare prima con loro. I genitori dovrebbero capire sempre, magari ti sgrideranno dicendoti che non va bene ecc, però non ti butteranno mica fuori di casa. Loro potranno aiutarti.

    Spero tu riesca a smettere, perchè è brutto inventarsi una vita solo perchè non ci si sente accettati o si vuole fare impressione.

    Ciao.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Hai ragione, ma non sei cattiva...sei così e basta. Non fartene una colpa...cerca di controllarti di più...

  • 9 anni fa

    Ti garantisco che NON SEI CATTIVA,non pensarlo nemmeno per un attimo.

    Tu stessa dici che hai raccontato quelle bugie perché non ce la fai ad essere te stessa e ritieni di non avere niente di abbastanza interessante da dire o da dare agli altri.

    Io in te vedo una mancanza di autostima totale,danneggi te stessa e ti senti terribilmente in colpa per gli altri,e vedo una ragazza sinceramente portata al bene,che è soltanto nel pieno di una crisi che sembra soffocarla ogni volta che cerca di uscirne-

    Provo tanta tenerezza ed empatia per te,non devi farti per niente schifo,e tanto meno odiarti.Tutti sbagliamo e ci stiamo d'inferno,pensi che gli altri siano tutti perfetti e in chiaro e tu l'unica che ha nascosto o mentito su qualcosa?non è cosi credimi,magari le storie sono diverse,ma i risultati sono gli stessi.C'è tanta gente che lotta in modo commovente ogni giorno per uscire dai suoi problemi,e non è meglo né peggio di te,semplicemente,ha dei problemi..e non va maltrattata,come credi di meritare tu,ma AIUTATA.

    Dalle tue parole si capisce che vuoi davvero uscire da questa spirale di invenzioni,e che desideri sinceramente l'affetto delle persone per quello che sei.

    La prima cosa che devi fare è confidarti con qualcuno che stimi e di cui hai fiducia,se te la senti sforzati di raccontargli/le bene tutto quello che ti succede...E poi devi assolutamente seguire con scrupolo e determinazione una psicoterapia,perché sei ancora fragile ed in balia del tuo senso di vergogna e tendi all'autodistruzione.Fa'questo primo passo,CHIEDI AIUTO,è un grandissimo atto di coraggio che ti riabiliterà anche ai tuoi occhi.Nella vita incontrerai senza alcun dubbio persone che ti vorranno bene anche se sei nata ieri da un uovo di Tirannosauro,credimi,la bellezza sta nell'essere come si è,ma ora la cosa più importante è riprendere il controllo su te stessa,e da sola,per ora,non ce la fai.Più avanti capirai che non è la fine del mondo,che non volevi imbrogliare né tanto meno ferire nessuno,ma soltanto avere il loro affetto e amicizia-Nessuna persona normale ti condannerebbe mai per questo...ci stanno le arrabbiature e le sgridate,ma passeranno e svaniranno nel tempo anche le bugie disperate che hai raccontato.E la tua forza di essere la brava ragazza che sei IN REALTA',verrà senz'altro premiata.

    Fonte/i: storie vere
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.