Anonimo
Anonimo ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 8 anni fa

MI potetete fare un tema sui problemi causati dalle centrali eoliche e idroelettriche!? Grazie mille?

Graziee

2 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    IDROELETTRICHE (più giù trovi eoliche)

    Impatto ambientale

    La produzione di energia idroelettrica non provoca emissioni gassose o liquide che possano inquinare l'aria o l'acqua. Gli impianti mini-idroelettrici in molti casi, con la sistemazione idraulica che viene eseguita per la loro realizzazione, portano invece notevoli benefici al corso d'acqua (in particolare la regolazione e regimentazione delle piene sui corpi idrici a regime torrentizio, specie in aree montane ove esista degrado e dissesto del suolo e, quindi, possono contribuire efficacemente alla difesa e salvaguardia del territorio). I grandi impianti idroelettrici a bacino possono presentare qualche problema in più,dal punto di vista dell' inserimento ambientale, e necessitano quindi di opportune valutazioni di impatto ambientale, tese a garantire l'assenza di interferenze con l'ambiente naturale.

    Se si realizza una diga per un impianto a bacino si hanno le seguenti conseguenze: a monte dello sbarramento si forma un invaso, e si trasforma, quindi, un ambiente di acque correnti (acque lotiche) in un ambiente di acque ferme (acque lentiche), con un tempo di ricambio delle acque più lungo e con possibili ricadute sull'ecosistema. A valle dello sbarramento, fino al punto in cui viene rilasciata l'acqua utilizzata dalla centrale, il corso d'acqua potrebbe andare in secca per alcuni periodi se non viene garantito un rilascio continuo affinché il fiume abbia, anche in quel tratto, una portata minima adeguata; la portata minima (da garantire per legge) che garantisce all'ecosistema fluviale il naturale svolgimento di tutti i processi biologici e fisici viene denominata "Deflusso minimo vitale". Tutti questi aspetti devono essere presi in considerazione durante lo studio dell'impianto a bacino. Per questi motivi vengono fatte delle opportune scelte in fase progettuale e vengono prese delle opportune precauzioni per evitare qualsiasi danno all'ecosistema.

    Inquinamento acustico

    Estetica

    Vantaggi

    La generazione di energia elettrica per via idroelettrica presenta l'indiscutibile vantaggio ambientale di non immettere nell'ecosfera sostanze inquinanti, polveri, calore, come invece accade nel caso dei metodi tradizionali di generazione per via termoelettrica. In particolare si riducono le emissioni di anidride carbonica (CO2) di 670 g per ogni kWh di energia prodotta. Altri benefici sono, come per le altre rinnovabili, la minore dipendenza dalle fonti energetiche estere, la diversificazione delle fonti e la riorganizzazione a livello regionale della produzione di energie.

    EOLICHE

    La spinta verso forme di energie meno inquinanti è sempre più forte. Un sentimento più che condivisibile, ma trovare energie del tutto pulite non è così facile come può sembrare se si va a ben vedere. Dopo le critiche al fotovoltaico, accusato di creare problemi dal punto di vista dello smaltimento dei pannelli (che sarà secondo diversi analisti difficile e costoso, quando saranno arrivati a fine vita), una ricerca della New York State University mette “sotto accusa” l’energia eolica.

    Le grandi centrali eoliche infatti, alterando il flusso dei venti, avrebbero prodotto in Texas negli ultimi otto anni un riscaldamento del terreno circostante in media di 0,72 gradi centigradi. Un valore non elevato, ma che può creare problematiche nel lungo periodo.

    In altre parole, non bisogna dare per scontato che quando qualcosa in piccola scala ha effetti trascurabili, sia così anche quando l’impiego diventa di massa. Sono le stesse problematiche per cui sono criticate le auto elettriche (se ce l’avessero tutti, come si produrrebbe la corrente per alimentarle? e i campi magnetici generati dai motori sarebbero sempre trascurabili, nel loro insieme?) o i motori ad idrogeno (finché l’idrogeno impiegato è lo scarto di altre lavorazioni, il costo è basso, ma poi?).

    La chiave del problema, a nostro parere, si può ricondurre ad un concetto ben noto in economia e finanza: la diversificazione. In altre parole, anziché puntare su poche fonti di energia, la strada da percorrere è probabilmente quella di usare il maggior numero di fonti differenti possibili, in modo che gli effetti negativi rimangano il più possibile trascurabili.

    Senza dimenticare un aspetto importante: l’energia più economica e pulita è quella non consumata, attraverso il risparmio energetico.

  • 8 anni fa

    difficile

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.