ricerca british museum.1o punti e 5 stelle al migliore?

non riesco a trovare una ricerca adatta sul british museum

o è troppo lunga o è troppo corta,

mi serve una ricerca normale al più presto devo studiarla e copiarla.

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Il museo esiste dal 1753, quando Sir Hans Sloane, medico e naturalista inglese, concesse a Re Giorgio II la propria collezione di 80mila pezzi in cambio di 20mila sterline, da assegnare alle proprie figlie. In quel periodo, la Gran Bretagna era all'apice della propria potenza coloniale e gli inglesi giravano il mondo alla ricerca di tesori: il prezioso vaso di Portland, ad esempio, fu spedito a Londra da Sir William Hamilton, diplomatico a Napoli; le celebri sculture del Partenone, invece, arrivarono al museo grazie alle manovre di Sir Elgin. I tesori delle valli del Tigri e dell'Eufrate provennero dalle ricerche di Claudius Rich, suddito britannico che si trovava a Baghdad agli inizi del 1800. Gran parte delle collezioni risale a quel periodo.

    Qui sono raccolti 350.000 oggetti che rappresentano la culture delle popolazioni indigene di tutto il mondo: stoffe, sculture, manufatti e monete provenienti da Africa, Asia, Medio Oriente, Europa orientale, Oceania e Americhe. Da non perdere la Targa in ottone del XVI secolo, proveniente da Benin, Nigeria. Le targhe riproducono i rituali della vita di corte e in passato decoravano i palazzi dei sovrani.

    Vicino Oriente Antico=Qui è rappresentata tutta la storia del Vicino Oriente, dalla preistoria all'avvento dell'Islam, nel 7° secolo d.C.: tesori e reperti da Iran, penisola araba, Anatolia, Caucaso e parte dell'Asia centrale, della Palestina e degli insediamenti fenici nel Mediterraneo occidentale. L'esposizione comprende bassorilievi, scene di caccia e di guerra dai palazzi dei re assiri. In particolare, nella sala 56 si può ammirare lo Standard di Ur, proveniente dalle tombe reali dell'antica Mesopotamia: un portagioie decorato con lapislazzuli e conchiglie, con scene della vita di un principe.

    Asia=Questa collezione documenta la civilizzazione del continente asiatico, intorno al 5.000 a.C. fino ai giorni nostri. La sezione è divisa in aree geografiche: India, Asia centrale e sudorientale, Cina. In queste sale, potete ammirare la collezione più ricca in Europa di antichità cinesi, dipinti e porcellane e la migliore collezione di ceramiche islamiche al di fuori del mondo islamico. Tra i reperti trovate materiale archeologico, oggetti di vita quotidiana, opere d'arte e immagini religiose. Da non perdere le impronte del Buddha.

    Gran Bretagna ed Europa=Qui è tracciata la storia della Gran Bretagna e dell'Europa dalla preistoria ad oggi: Nella sezione dedicata alla Gran Bretagna ci sono reperti delle età del Bronzo e del Ferro, gli insediamenti romani, il medioevo, stampe e acquerelli. Le sale dedicate all'Europa illustrano la storia europea prima e dopo l'impero Romano, e poi una collezione di orologi e strumenti scientifici, monete e banconote, stampe e disegni e persino le arti applicate del ventesimo secolo. Nella sezione dell'Europa medievale, andate a vedere un pezzo degli scacchi in avorio di zanna di tricheco del 12° secolo.

    Egitto=Il British Museum è famoso proprio per questo: la più vasta collezione al mondo di reperti dell'Antico Egitto dopo quella del museo del Cairo. Qui trovate cinquemila anni di storia, dai tesori dei Faraoni all'eredità dell'impero romano. Il reperto più famoso è la Stele di Rosetta, una pietra ritrovata nel 1799 nel delta occidentale del Nilo: la stele reca iscrizioni in geroglifico, egiziano demotico (cioè corsivizzato) e greco, e per questo ha permesso di decifrare i geroglifici egiziani.

    Grecia e Roma=In queste sale c'è la ricchezza della cultura greca dall'età del bronzo in poi: sculture architettoniche greche, gioielli e bronzi antichi, vasi greci e argenteria romana. Da non perdere le sculture del Partenone: 156 pannelli del fregio che circondava il tempio, i frontoni del tempio e le 15 metope, delle 92 originarie del Partenone, e il Mausoleo di Alicarnasso, considerato nell'antichità una delle sette meraviglie del mondo.

    Giappone=Questa collezione comprende reperti archeologici, monete, spade, sculture, artigianato, stampe e armature dell'impero giapponese. Da non perdere, una straordinaria collezione di arti grafiche giapponesi prima del XX secolo. Il British Museum è il museo pubblico più antico del mondo: le collezioni comprendono i tesori più belli del pianeta dalla preistoria ad oggi, attraverso reperti e manufatti che vanno dai resti del Partenone alla stele di Rosetta, dalle statue dell'isola di Pasqua alla prima icona di Cristo. Le collezioni sono immense: quasi cento gallerie espongono 50.000 oggetti per volta, mentre il patrimonio del museo conta più di sei milioni di capolavori e la raccolta continua ancora oggi. L'istituto di ricerca del museo organizza scavi archeologici e comprende dipartimenti di conservazione e restauro.

    Fonte/i: spero vada bene :)
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.