Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Carla
Lv 5

Salve mamme, mi date un vostro parere su un argomento?

Oggi ho avuto un dibattito, ma non acceso, con una amica, la quale era piuttosto stranizzata dalla vivacità di mia figlia. Celeste ha 2 anni e 3 mesi ed è sempre stata un po' movimentata, vivace e molto curiosa . . .tocca tutto e ogni tanto combina qualche disastro. Ultimamente credo sia entrata nella fatidica e temutissima fase dell'opposizione, della ribellione, dei rifiuti delle regole e dei piccoli dispettucci. . . ma, a mio avviso è una normale monelleria tipica dell'età e tra l'altro neanche troppo accentuata, perchè lei non è una piagnona e non arriva ad estremi tipo buttarsi a terra, farmi male, gridare o altro; è solo un po' più disubbidiente e recidiva nelle stesse monellerie tipo togliersi scarpe e calze a ripetizione nonostante rimproveri reiterati. La mia amica mi ha detto che è così perchè forse dovrei essere più rigida e mi ha portato un esempio: io lascio giocare, da sempre, mia figlia con le posate (mai coltelli e forchette ma solo cucchiai e cucchiaini) e le pentole della cucina o con altri oggetti che utilizziamo noi adulti, ma sempre e solo con oggetti non pericolosi. Il tutto mi causa indubbiamente disordine in casa, ma io non mi sento di frustrare l'iniziativa e l'esplorazione di mia figlia solo per la pigrizia poi di riordinare, per me l'essenziale è che non si faccia male, o che non giochi con oggetti importanti tipo portafogli o documenti cartacei essenziali. E su questo mia figlia è istruita a dovere. La figlia della mia amica invece è stata abituata da sempre a giocare solo ed esclusivamente con i suoi giocattoli e a non disordinare niente. tra l'altro il papà della bimba è un tipo mooolto meticoloso e maniaco dell'ordine a livelli maniacali, per sua stessa ammissione.

Ora, la domanda è la seguente: voi permettete ai vostri figli piccolini di giocare con oggetti non pericolosi ma da adulti? Imponete molti divieti ai vostri figli? E all'età della mia bimba i vostri bambini vi ascoltano oppure sono recidivi? Il mio parere è già ampiamente espresso ma vorrei capire se per caso sono davvero io troppo permissiva su queste cose! Ritengo che il pugno di ferro vada tenuto per ben altre cose, cose più formative! O no? Sincere! Anche perchè io e questa amica siamo spesso in contrasto su molte cose e vorrei fare questo piccolo sondaggio. Grazie, ciao a tutte!

Aggiornamento:

Salve ragazze e grazie a tutte delle vostre risposte solidali. Proprio circa la mia amica, ieri è stata una giornata storica: abbiamo interrotto la nostra amicizia dopo 25 anni di confidenze, risate e tanto altro. Ho condiviso con lei bellissimi momenti ma la nostra insanabile incompatibilità da tutti i punti di vista alla fine ha prevalso. E l'argomento di questa mia domanda è stata la goccia mche ha fatto traboccare il vaso.

Pazienza, ma al tempo stesso molto meglio così.

15 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Si dice che chi è ordinato fuori è disordinato dentro e secondo me è vero. Spesso il disordine interiore si manifesta proprio così, tenendo ossessivamente sotto controllo le proprie cose. I bambini più piccoli sono e più hanno bisogno di identificarsi, inteso come trovare e scoprire la loro identità, ma non succederà mai se i genitori non danno modo al bambino di esprimersi, non lasciano spazio alla sua fantasia, alla sua indole. Costringere i bimbi a mettere immediatamente in ordine la cameretta è solo e soltanto sopraffazione, perché si manca di rispetto alla libertà e alla creatività del bambino. Poi dai, diciamocelo.... magari non sarà bellissimo arrivare a casa la sera stanchi dopo una giornata intesa e non riuscire a mettere piede per terra senza calpestare un giocattolo, però almeno a me mettono allegria, danno idea di una casa vissuta, abitata, non un museo dove tutto è precisamente in ordine senza che ci sia un oggetto fuori posto! Bambino è sinonimo di libertà, creatività, gioia, colori, rumori, allegria... perché metterlo al mondo e poi negargli di esplorarlo?! Obbligarlo a mettere in ordine è sbagliato; piuttosto gli venga dato il buon esempio dai genitori e gli vengano forniti gli strumenti per diventare ordinato, ma non a livelli maniacali. I miei genitori non sono per tanti no: pochi no decisi e costruttivi, non tanti su cui poi si è inevitabilmente costretti a cedere! Se c'è un pericolo si evita, ma che il bambino debba sorbirsi le manie dei genitori proprio no! Quindi si, a meno che non ci sia pericolo, giocano con tutto quello che c'è in casa e sono dell'idea che un bambino capisca meglio il pericolo se ci sbatte di naso, piuttosto che se sia il genitore a dirglielo! Non che l'abbiamo mai chiuse nel forno o gli abbiamo messo le manine sul gas, ma quando un giorno hanno tirato giù un piattino di vetro dal mobile di sala e gli è caduto in testa hanno capito che certe cose è meglio non toccarle!

  • joxyg
    Lv 6
    9 anni fa

    Ho un cassetto della cucina dove tengo dentro palette di legno, mestoli eccetera. Ho tolto i coltelli ovviamente e cose pericolose e periodicamente mia figlia lo apre tira fuori un pò di robe, le mette in fila, fa i tamburi eccetera. E poi ovviamente non mette apposta.

    In un mobile ci sono piatti di plastica colorati lei spesso li prende da portare nella "sua cucina".

    Prende gli strofinacci che diventano coperte per le bambole, sparse sul pavimento della sala, che dormono. (abbiamo la cameretaa ma non c'è spazio per i giochi).

    Perchè non dici alla tua amica che bimbi che giocano con le cose dei grandi sono più svegli e più attivi? Perchè a mio aprere è cosi...

  • Se un bambino è recidivo, cioè persiste in un comportamento scorretto malgrado i richiami, significa che non è ancora pronto per produrre il comportamento corretto (o presunto tale). In questo caso secondo me la cosa migliore è tollerare il suo comportamento scorretto e contemporaneamente richiamare costantemente la sua attenzione su quello corretto, che produrrà al momento giusto, quando lo avrà interiorizzato. Secondo me fai bene tu, la tua amica invece è troppo rigida: un bambino deve avere delle regole ma contemporaneamente anche essere libero di esplorare il mondo e fare esperienze.

  • Nyā
    Lv 7
    9 anni fa

    Io lascio giocare mia figlia con cose mie o di mio marito non pericolose e non importanti, che male può fare? Sono rigida quando siamo fuori (tipo nei negozi, continuo a ripeterle di non toccare perchè quando vedo quei bimbi che vanno nei negozi, cominciano a toccare tutto e le madri non battono ciglio mi viene il nervoso)....ho il "triste" ricordo di una volta, quando ero piccola ,che andai da mio cugino, sua madre e sua nonna erano maniache dell'ordine e del pulito, fuori c'era freddo ed i vetri delle finestre erano appannati, mio cugino si avvicinò al vetro e i posò un dito per fare il classico disegnino della faccina, mia zia se ne accorse e gli tirò un pattone...ci rimasi malissimo perchè io a casa mia ho sempre disegnato sui vetri appannati, penso che in casa propria non bisogna dare troppe restrizioni nel gioco ai figli, l'importante è che fuori e con le cose degli altri siano educati...

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Dora
    Lv 5
    9 anni fa

    Ciao io sono criticata da tutti, la frase che più spesso mi sento dire è: "ma tu gli permeti di fare tutto, non lo sgridi mai!". Allora, mio figlio nonostante sia sommerso di giochi, gioca con tutto tranne che con quelli, certo lo sgrido se può farsi male, ma altrimenti sono per la filosofia "vivi e lascia vivere!".

  • è un classico: riempiamo di iochi di plastica i nostri figli, e poi loro si divertono di più a sbattere il mestolo di legno sul tavolo oppure a suonare i piatti coi coperchi delle pentole. assolutamente fai bene a permetterle di giocare con gli "attrezzi veri", si rendono perfettamente conto a quell'età che una cosa è finta e l'altra no, perciò magari comprale dei pentolini piccoli di rame e un paio di mestoli, mettili in un cassetto della cucina dove lei arriva e quelli saranno solo per lei. io non sono una tipa ordinata, ma ho insegnato a mio figlio che la sera, prima di andare a nanna, la camera deve essere a posto (i giochi nella cesta, i libri tirati su ecc). per il resto durante il giorno fa quel che gli pare nella sua cameretta, ribalta le ceste piene di giochi, lancia, sbatte, costruisce e distrugge. gli permetto anche di portare i giochi in sala, sempre con la regola che prima di andare a letto si rimette a posto. mio figlio ama aprire i cassetti della cucina, gli piace il colino, le pinze per gli spaghetti, ivasetti ecc.... io lo lascio giocare, dopo si lava tutto e si mette via. sono bambini, se non esplorano loro chi lo deve fare?? ricordati che i giochi di plastica, nonostante i colori vivaci, sono meno entusiasmanti per i bambini: loro preferiscono "giocattoli" di legno, oppure oggetti veri con varie consistenze. ed è giusto che tocchino, annusino, guardino.... magari sempre con la regola del "si rimette a posto" e ovviamente devono sapere che certe cose pericolose, come dici tu, sono ovviamente proibite. ciao!

    ps: questo permissivismo dà un sacco di esperienza sensoriale in più al bambino perciò va bene... è il permissivismo su altre cose che non va bene: tipo prende i libri della libreria e li strappa, batte i piedi per terra perchè vuole il coltello e glielo si concede...ecco questo no.

  • ?
    Lv 6
    9 anni fa

    eccola presente. l'amante dell'ordine...

    morta e sepolta da quando c'è la piccola......

    ovvio un bimbo stravolge tutto.. anche la casa. Lei ha una marea di giochi suoi che puntualmente dissemina in giro.

    Ha anche qualche oggetto non pericoloso che non è un gioco (tipo i tuoi cucchiai): vassoietti di cartone per il tè, qualche bottiglietta, giornali a non finire... qualche cesta ecc...

    ma prevalentemente lei ha i suoi di giochi e non le è permesso aprire nessun cassetto nè chiudere nessuna porta.. poi affari tuoi se ti dimentichi una borsa o qualsiasi altro oggetto per casa.. lei lo "requisisce"(ehhh penserà: se me l'ha lasciato qui lo potrò usare no???)

    Anche lei è nella fase dei terrible two, ormai da un pezzo (è precoce la ragazza) e appunto... è uno sfinimento... perchè mi ascolti veramente devo finire con l'arrabbiarmi... allora inizia a darmi bado... altrimenti è tutta una ripetizione di "no, stai attenta, cosa fai, lo sai che non puoi, basta ecc ecc ecc"

    Non ci sono così tanti divieti in fondo (abbiamo cercato di rendere la casa più possibile a sua misura)... i no sono dettati da cose che sa benissimo non si possono fare (ma che puntualmente ripete) e tanti richiami causati dall'irruenza nel fare le cose (è un treno in corsa... s'è schiantata un'infinità di volte.. cavolo ma non ha sentito che fa male???) ma sono conscia che facendo quello che non può cerca da me sempre la conferma che una cosa detta è sempre quella (va bene, è parte del processo di sviluppo.... ma cavolo... arrivo a sera sfinita)

    venendo a quanto chiedi: secondo e quando un bimbo gioca va lasciato libero di giocare ma... finito quello spazio temporale e venuto il momento per altre attività deve aiutare a risistemare (e due anni se vogliono sanno dare una mano in tal senso.. basta coinvolgerli e sperare nel momento giusto) e questo deve essere chiaro: non si esce/mangia/ fa qualsiasi attività prima di: aver risistemato (e questo è solo un esempio... applicabile anche ad altre quotidianità).

    diffido sempre dalle famiglie del mulino bianco.... (non so se mi spiego)

  • 9 anni fa

    Ciao,

    io ho due gemelli di 18 mesi, che a detta dell'educatrice del nido sono già entrati a piè pari nella fase dell'opposizione, in anticipo di 6 mesi (ahimè).

    Dato che sono piccolini per recepire spiegazioni complesse, io di solito provo a spiegare molto brevemente la motivazione del mio "no" a una loro azione (tipo staccare i pezzi del tappeto-puzzle e metterseli in bocca), ma loro mi sfidano: mi guardano con espressioen da monelli, ridono e la rifanno. L'unico metodo, per il momento, è ignorarli, e loro smettono quasi subito.

    Per quanto riguarda il gioco, sono completamente d'accordo con te. Anche i miei bambini giocano con cose che usiamo noi, ovviamente non pericolose: pentole, coperchi, cucchiaini, mestoli di legno, rotoli di cartone dello scottex, e così via.

    Al nido addirittura hanno chiesto di non donare i giocattoli tradizionali, perchè sono carini ma sempre fatti di plastica, e i bambini hanno bisogno di sperimentare (la superficie, la consistenza, il suono che producono etc) oggetti diversi. Un paio di volte all'anno ci chiedono di donare - se possibile ovviamente - oggetti in stoffa, legno, metallo, spugna etc. per fare quello che loro chiamano "il cestino dei tesori": un cestino in cui mettono tutti questi oggetti diversi, che i bimbi (soprattutto i piccini) si divertono a toccare, manipolare, "assaggiare", in tutta sicurezza e con la contentezza della scoperta.

    Ho anche io un'amica come la tua, ma sono convinta che i nostri bambini impareranno comunque le regole, ma avranno più fantasia e curiosità per il mondo.

    CIAO

  • 9 anni fa

    Secondo me il punto qui non è giocare con un oggetto da adulti, ma permetterle senza battere ciglio di fare tutto ciò che vuole, cioè metterti la casa sottosopra.

    Fare una cosa di questo tipo e poi non rimettere a posto, fosse anche stata fatta solo coi i giochini di tua figlia, cioè fosse anche che avesse messo sottosopra solo la sua stanzetta, e poi lasciare a te la fase di riordino, non è educativo secondo me.

    Se lei vuole far disordine, poi dopo ti deve aiutare a mettere in ordine.

    Non può fare ciò che vuole, sempre.

    Certo, una bambina di 2 anni e 3 mesi non potrà mai mettersi a riordinare la cucina al posto tuo.

    Però può darti una mano. Semplicemente come gesto, cioè riordinare assieme a te.

    Conservare qualcosina, passarti gli oggetti.

    Piccole cose. ma l'essenziale è che capisca che mica può fare ciò che vuole.

  • Anonimo
    4 anni fa

    nuoto!!!!!!!!!!! e se tua mamma cube ok è da maschio vuol dire ok si è fumata qlcs....nn è niente vero!!!!!!!!!!!!!!! se vuoi c'è anke il nuoto sincronizzata, qll si ok è da ragazze!!!!!!!!!!!!! i costumi e il trucco sn bellissimi!!!!!! e poi hai la possibilità di conoscere a million sacco di gente XDXD

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.