promotion image of download ymail app
Promoted
Anaya ha chiesto in Animali da compagniaGatti · 8 anni fa

adozione gattino appena nato e paura fiv felv?

Il mo gatto è fiv felv negativo, la gatta di una signora della mia città ha avuto i gattini e so che se ne deve liberare prima delle vacanze o li "butta" parole sua, le ho chiesto se la madre usciva in strada e se era fiv/felv negativa e mi ha chiesto che cosa significasse e poi mi ha detto che non è vaccinata per niente (mai fatti) e che esce e per questo è rimasta gravida.

Per evitare il rischio di contagio cosa posso fare? Per quanto devo tenerli separati? Inoltre la signora li da via da adesso al primo giugno che parte e gatta e figli vanno in strada fino al primo settembre, quindi devo prenderlo anche se li prendo il 30 avranno solo 1 mese come si cura un gattino cos' piccolo? é nato il 30 aprile Grazie

7 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Supponendo che la madre dei piccoli abbia almeno una delle tre terribili Felv, o Fiv o Fip, per ora non puoi far niente, se adotti i piccoli. Questi ultimi saranno comunque positivi ai test, quanto meno perchè, avendo bevuto il latte della mamma fino a meno di sei mesi prima dei test, avranno in circolo gli anticorpi trasmessi, appunto dal latte. Sempre qualora la madre fosse positiva, poi, è molto probabile che abbia trasmesso, durante il parto, la malattia ai piccoli: testandoli adesso, risulterebbero certo altissimamente positivi. Poichè la presenza degli anticorpi trasmessi dal latte materno decresce dopo la fine dell' allattamento, è dai sei mesi in poi che il test comincia a rivelare la situazione dei micini senza più la "copertura" degli anticorpi della mamma.

    Nel dubbio, tieni i piccoli separati dall' altro gatto per i sei mesi successivi all' adozione, poi falli testare. Un maschio adulto deve comunque esser tenuto separato dai piccoli, per prudenza. I micini infatti, se lui vuole scacciarli dal suo territorio, non sono in grado di difendersi a"ad armi pari".

    A un mese di vita un gattino comincia lo svezzamento, con mangimi appositi integrati, fino a due mesi circa, da pasti di latte *per gattini*. Dopo i due mesi i pasti di latte devono essere diminuiti, fino a essere eliminati a due mesi e mezzo circa. A poco più di un mese, il micino deve imparare a mangiare anche cibi semisolidi e da solo: quindi gli si mette in un piattino il cibo adatto, e lo si invoglia a mangiarlo- se non mangia spontaneamente- sporcandogli le labbre con un po' del suo cibo: l' odore gli farà capire che "quella cosa lì si mangia".

    Fino ad un mese, il piccolo deve mangiare ogni 5 ore durante il giorno, ed ogni sei o sette ore durante la notte, alternando pasti di latte e pasti con cibo "da svezzamento".

    Dopo, quando si sarà certi che abbia imparato a mangiare da solo dalla ciotola, gli si può lasciare a disposizione il cibo "da svezzamento", insieme alla ciotola dell' acqua, dandogli un massimo di due pasti al giorno di latte *per gattini* tiepido. Ma, come detto, a due mesi e mezzo i pasti di latte devono essere eliminati.

    Per lo svezzamento ci sono cibi appositi. Ti indico quelli della Royal Canin, che secondo me sono tra i migliori. Crocchi: Babycat, da uno a quattro mesi; all' inizio si possono reidratare con acqua o latte per facilitare il passaggio all' alimentazione solida. Umido: Babycat Instinctive, mousse specifica per piccoli da uno a quattro mesi. Latte: Babycat Milk, fino a due mesi e mezzo, e comunque utile per ammorbidire gli alimenti che al micino sembrassero troppo duri (ma da eliminare dopo i due mesi e mezzo). Dopo i quattro mesi, si può ricorrere alla linea "Kitten", crocchi ed umido per gattini fino ai dodici mesi.

    Questi micini e la loro povera mamma non meritano di essere affidati ad una delinquente (sì, perchè l' abbandono di animali è reato) che, per andaresene in ferie senza problemi, li sbatte in strada per tre mesi. Adottali tu. Se non puoi adottarli, portali in un gattile. La "signora" non se la prenderà tanto, non vedendoli. Se poi avesse la curiosità di ritrovare la povera gatta, potrai sempre dire che non l' hai vista più.... Tanto, di sicuro non l' avrà né tatuata né microchippata, e perciò non potrà mai dimostrare la sua proprietà.

    @@ Michela: ad un mese i micini **non "sono svezzati"**. A quell' età lo svezzamento, se mai, è appena iniziato.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    ciao... il virus della FIV e della FeLV si trasmette soprattutto attraverso la saliva, il fatto che si associa ad una malattia venerea è solo perchè i gatti durante e dopo l'accoppiamento si mordono e molto spesso si feriscono, la trasmissione per via verticale (madre e figlio) è molto difficile. I comuni test rapidi per l'identificazione degli infetti cercano gli anticorpi nel sangue, per cui malattie molto recenti risultano negative... la gestione della malattia in casa è abbastanza semplice, ma come dicono altri devi tenerli separati e non farli mangiare sulle stesse ciotole... comunque entro pochi mesi (1-2) riuscirai a scoprire se il nuovo arrivato è infetto.... se dovesse risultare negativo il problema è risolto!!!

    PS io mi preoccuperei più di altre malattie, statisticamente più rilevanti, non so se hai mai sentito parlare della PERITONITE INFETTIVA ogni volta che vorrai adottare un nuovo gatto "di strada", quindi la quarantena è fondamentale (un mesetto almeno) !!!!

    i gattini di un mese sono già abbastanza autosufficienti... sanno mangiare e hanno i denti, devi preoccuparti che faccia i bisognini da solo (se non riesce devi stimolarli con un batuffolo umido sulla regione anale), per quanto riguarda l'alimentazione prendi cibo umido (KITTEN, per gatti cuccioli)...se vedi che fatica a mangiare da solo aspiralo con una siringa e aiutalo!!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Per sapere se quei gattini sono sani bisognerebbe fare il test a 6 mesi dalla nascita, ossia da quando possono aver contratto il virus dalla madre... per cui fino a quel momento non potrai mai avere la certezza... Certo un'opzione sarebbe far testare la madre almeno per sapere se lei è sana ma da come hai descritto la padrona mi sembra una persona tutt'altro che cordiale.. per cui al limite se hai la possibilità di tenere il micino separato dal tuo sarebbe la soluzione migliore anche perchè la vaccinazione non è sicura al 100%..

    Per quanto riguarda l'età solitamente a un mese i micini sono svezzati per cui basterà acquistare cibo per cuccioli..

    Fonte/i: ho 4 gatti!
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    guarda se sono appena nati li teni tu poi vedi tu ti o dato soltanto un consiglio ciao.

    Fonte/i: consiglio per gatti
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    8 anni fa

    io l'ho presa lo stesso...la fiv e felv purtroppo non si curano...per la felv però c'è un vaccino!

    dovresti tenerli separati per sempre...

    è pure vero che adesso non lo puoi sapere...perchè nei mici così piccoli i test per queste malattie sono spesso falsi positivi o falsi negativi...dovresti aspettare 4 o 5 mesi per essere sicura.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    il mio gatto ha 2 anni, e l'abbiamo preso da una cucciolata la cui madre non era vaccinata... però non ho avuto problemi perchè l'abbiamo vaccinato a due mesi ed sta benissimo (anche se vive in campagna), il problema potrebbe essere un altro invece...devi stare attenta al fatto che i gatti grandi sono molto gelosi dei nuovi arrivati, quindi fai attenzione... comunque, prova a chiedere al veterinario se ti può dare qualche consiglio...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Io non rischierei a portarli in casa... cerca altre persone che possano e vogliano prendersene cura.

    Un mese sono davvero piccoli, andrebbero lasciati ancora per un po' con la madre.

    Meglio in strada che con una persona del genere, l'ideale sarebbe cercare di far adottare i gattini a diverse persone e magari far sterilizzare la gatta e far adottare anche quest'ultima!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.