Possiamo chiamare democratico uno stato dove ricchezza, potere e privilegi si concentrano nelle mani di pochi?

Secondo l'Ocse siamo il sesto paese al mondo per divario ricchi-poveri; e bankitalia ci dice che il 10% degli italiani concentra nelle proprie mani circa la metà della ricchezza privata. Un paese dove diversi milioni di lavoratori sono destinati a una pensione tardiva e da fame mentre mantengono con le proprie tasse, doppie e triple pensioni e stipendi d'oro; un paese dove sempre più persone conoscono il dramma della disoccupazione e della povertà mentre spuntano fuori sempre più auto di lusso e SUV, sempre più mastodontici e roboanti, che fanno ingoiare ai primi la frustrazione e i loro gas di scarico; un paese dove il ristoratore guadagna meno dei suoi camerieri, dove esistono 200mila barche a registro navale, contro 30mila benestanti dichiarati, dove l'economia crolla mentre il mercato del lusso non conosce crisi. E potrei continuare e mi domando: la concetrazione di potere e ricchezza, unita al divario ricchi-poveri sono o meno l'indicatore rilevante di deficit reale di democrazia, si o no? E perchè?

12 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    No, non chiama democrazia (uguaglianza delle possibilità e delle opportunità). Si tratta in realtà di una "aristocrazia" governata da corporazioni tecnocratiche che risentono solo dell' influenza dei gruppi (vaticano compreso) o degli individui datati di grandi mezzi finanziari in grado di controllare l' informazione

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Legalmente si, chi governa e permette simili divari è stato eletto dal popolo.

    Se gli elettori non controllano l' operato degli eletti non si possono poi lamentare, vero che negli ultimi anni i candidati non sono............ecc.... ecc...( non ripeto, è cosa vecchia ) ma questo divario esiste da molti anni.

    Di guardare nei registri, Nautici, Aeronautici e Auto, invece di perdere tempo con gli scontrini delle pizzerie di Napoli o dei Bar di Milano lo dissi ai tempi delle ispezioni Pubblicità, che come tali si sono dimostrate.

    Fumo negli occhi e qualche spicciolo, all' appello mancano 120 miliardi più tutti gli arretrati, si risanerebbe il debito pubblico e forse forse avanzerebbe qualcosa.

    Monti, come i predecessori, non ha voglia di cercare, inutile che tiri fuori l' esperto, poi l' aiuto esperto, poi il supervisore dedicato, sappiamo tutti a chi sia asservito, alle BANCHE, che sono tra i più grossi evasori ed esportatori di denaro, ma INTOCCABILI.

    Non sono contro la ricchezza, quella guadagnata con rischio personale, cioè del privato, sono contrario ai Maxi stipendi del Pubblico Impiego, questa non mi sembra affatto democrazia, ma tirannia.

    Non capisco perché non si possa stabilire un divario massimo tra lo stipendio minimo, dell' impiegato ed il massimo del Direttore Generale, rapporto che non può essere 1 a 20, 1 a 5 mi sembra già tanto.

    Lo stesso dicasi per le pensioni, Amato riesce a fare anche 40 a 1, neanche fosse stato Fleming o Pasteur, questo è scandalo, non democrazia.

    Ma come ti ho detto all' inizio li abbiamo eletti noi, almeno al 90 %, quindi sta a noi farli cadere, se aspettiamo la Ministra ( se non le piace chi se ne frega ) Coccodrillo non vedremo mai il giorno.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Sì, se la maggioranza dei cittadini votano partiti che difendono i privilegi di quel 10 % di ricchissimi.

    La democrazia si basa anche (e forse soprattutto) sull'ignoranza.

    Milioni di pensionati/e, dipendenti, operai/e, ceto basso e medio hanno votato, ad esempio, per nano.

    Insieme a ricchissimi evasori.

    Hanno votato un imbonitore, un piazzista, un mafìoso, un ladro, un corruttore......che è diventato Presidente del Consiglio per continuare a fare i propri affare e per non andare in galera.

    Obiettivi raggiunti prima di mollare.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 4
    8 anni fa

    e mi pare proprio di sì, dato che la maggioranza di addomentati continua a star ferma lì a rimpinzarsi con amici, uomini e donne, reality e cavoli vari

    e noi minoranze non possiamo nulla, se questa ignoranza o indifferenza della grande massa continua a dilagare

    gli parli della permacultura, di vita totalmente diversa, fuori dal consumismo ecc

    e ti prendono in giro, dicendo la solita frase... "se abolisci la moneta, che vuoi fare, tornare al baratto"? e risatina conseguente

    e ancora "le guerre non le puoi eliminare, dato che fanno parte della natura dell'uomo e ci saranno sempre"

    insomma è vergognoso quanto possa essere triste l'ignoranza

    come le forze dell'ordine, così questi ignoranti fanno di tutto per proteggere i potenti

    sia a loro favore (parenti, amici, e persone che anno quel lavoro che li riempie di soldi)

    ma nella maggior parte dei casi,a proteggerli sono ignoranti e basta...che si lapidano da soli

    diffondi questo sito

    questi argomenti, video ecc

    http://multiverspace.altervista.org/index.html

    ti ringrazio @Nastassjo.....può contare molto il nostro piccolo impegno

    e soprattutto in queste direzioni....verso il nostro pianeta, la nostra natura, di cui siamo parte

    Fonte/i: il cambiamento deve avvenire bottom-up nelle nostre coscienze e nei nostri comportamenti e iniziative dal nostro piccolo.....DOBBIAMO VOLER VIVERE LIBERI E AUTONOMI non consumate, non pagate tasse nulla! tutti insieme
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Teoricamente, come enuncia l'art. 1 della Costituzione "L'italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro." Questa appunto è solo in teoria, in pratica siamo una oligarchia, un governo di pochi. Speriamo ancora per poco....

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 4
    8 anni fa

    Finché nessuno fa niente per cambiare questo stato di cose, no, non è una democrazia =( Cosa possiamo fare per sovvertire queste diseguaglianze? Inizia a dare delle risposte anche te.. Poni tante domande, dai delle colpe, però non proponi nessuna soluzione. Cosa proponi? Il capitalismo ti piace? Conosci altre forme che possano interrompere questo ciclo e che si torni a una più sostanziale giustizia sociale?

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • ?
    Lv 4
    8 anni fa

    Questo è un paese che galleggia com la merdaa in un europa e in un euro ormai al tracollo...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Caro Arthur, per il poco che puo' contare, hai tutto il mio appoggio.

    Mi permetto di suggerire a chi voglia altri due temi: il credito sociale di Douglas e la teoria del dono di Mauss.

    Entrambe assolutamente fondate e ispirate, forse troppo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Chissà perché la maggioranza si è sempre opposta ad una PATRIMONIALE ...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    infatti non c'ho mai creduto alla democrazia.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.