mjSimona ha chiesto in Arte e culturaFilosofia · 8 anni fa

KARL MARX piccolo aiutinooo.. vi prego!?

ciao a tutti, mi servirebbe una sintesi di:

°chi era karl marx

°il materialismo storico

°la lotta di classe

°la rivoluzione

io ho fatto qualche ricerca ma ci sono discorsi troppo lunghi!!!

1 risposta

Classificazione
  • Migliore risposta

    - La concezione materialistica della storia

    - Dall’ideologia alla scienza

    L’uomo è una specie evoluta composta da individui associati che lottano per la sopravvivenza. La storia non è quindi un evento spirituale ma un processo materiale fondato sulla dialettica bisogno-soddisfacimento: ad umanizzarci è stata la creazione di mezzi per soddisfare i nostri bisogni. Alla base della storia c’è il lavoro, creatore di civiltà e cultura che ci fa emergere dall’animalità primitiva e ci fa distinguere dagli altri esseri viventi.

    - Struttura e sovrastruttura

    Nella produzione sociale dell’esistenza che costituisce la storia bisogna distinguere due elementi: forze produttive e rapporti di produzione.

    • Le forze produttive sono gli elementi necessari per il processo di produzione: forza-lavoro umana; mezzi di produzione; conoscenze tecniche e scientifiche.

    • I rapporti di produzione sono i rapporti tra gli uomini nel corso della produzione che regolano il possesso e l’impiego dei mezzi di lavoro, e la ripartizione di ciò che si produce. Trovano espressione giuridica nei rapporti di proprietà.

    Questi due fattori costituiscono il “modo di produzione” di un certo periodo. Questa base economica è la struttura, lo scheletro economico della società su cui si innesta una sovrastruttura giuridica, politica, culturale. Per Marx i rapporti giuridici, le forze politiche, le dottrine etiche, artistiche, religiose e filosofiche non sono realtà a sé stanti ma espressioni dei rapporti che definiscono la struttura di una società storica.

    Per fare una metafora: l’economia-struttura è come una mano che proietta delle ombre su un muro. Le ombre sono la politica, la cultura, l’arte, la filosofia, l’etica: sono prodotte dalla mano, dall’economia, è la mano che muove le ombre e le ombre non possono muovere la mano.

    Non è la coscienza degli uomini a determinare il loro essere, ma il loro essere sociale a determinare la loro coscienza.

    - La dialettica nella storia

    Forze produttive e rapporti di produzione sono la chiave di lettura della dinamica della società poiché sono la molla propulsiva del suo divenire, la legge della storia. Ad un certo grado di sviluppo delle forze produttive corrispondono certi rapporti di produzione e proprietà (rapporti feudali -> forze agricole). I rapporti di produzione si mantengono solo fino a quando favoriscono le forze produttive e si distruggono quando diventano ostacoli per le medesime.

    Dato che le forze produttive, grazie al progresso tecnico, sono piú rapide a mutare dei rapporti di produzione, che tendono a rimanere statici, ci sono periodicamente situazioni di frizione o contraddizione tra i due elementi, il che genera un’epoca di rivoluzione.

    Le nuove forze produttive sono incarnate sempre da una classe in ascesa, e i vecchi rapporti di proprietà da una classe dominante al tramonto. Lo scontro è inevitabile, e si gioca a livello sociale, politico e culturale. Trionfa quasi sempre la classe nuova che impone la propria maniera di produrre e distribuire la ricchezza, e la sua specifica visione del mondo (le idee della classe dominante sono in ogni epoca le idee dominanti).

    Nel settecento lo scontro era tra borghesia (nuova produzione capitalista) e aristocrazia (vecchi rapporti di proprietà feudali). Nel capitalismo moderno c’è una contraddizione fra le forze produttive sociali (operai) e rapporti di produzione privatistici (padroni). Se sociale è la produzione della ricchezza sociale deve esserne la distribuzione: quindi il capitalismo porta in sé le basi per il socialismo.

    • Analisi della funzione storica della borghesia: le classi passate tendevano a conservare staticamente i modi di produzione, la novità della borghesia è di rivoluzionare continuamente gli strumenti e i rapporti sociali. La borghesia è una classe dinamica che dissolve condizioni di vita, idee e credenze tradizionali. La borghesia ha evocato forze che non riesce a controllare: le moderne forze produttive, sempre piú sociali, si rivoltano contro i vecchi rapporti di proprietà, privatistici e sottomessi alla logica del profitto, generando delle crisi terribili che mettono in dubbio il capitalismo stesso.

    • Concetto di storia come lotta di classe, rapporto tra proletari e comunisti: per questo il proletariato mette in opera una lotta volta al superamento del capitalismo. Il soggetto autentico della storia è la lotta tra oppressori ed oppressi: questo va a integrare la precedente visione per cui la storia è mossa dalle forze produttive e i rapporti di produzione. Marx distingue tra la classe «in sé», aggregato di individui in una situazione, e la classe «per sé», che ha coscienza e lotta per gli stessi obiettivi. Una classe diventa soggetto rivoluzionario quando perviene alla coscienza di classe e aderisce al Partito comunista.

    Fonte/i: Con la rivoluzione il proletariato si impadronirà del potere politico passando dal capitalismo al comunismo. La rivoluzione comunista non abolisce solo un tipo particolare di proprietà, divisione del lavoro, dominio di classe: ma ogni forma. Ci sarà la socializzazione dei mezzi di produzione e di scambio, che passano nelle mani della comunità mettendo fine al fenomeno del plus-valore e dello sfruttamento di classe. Le possibilità che questo avvenga sono varie: Marx propende per la rivoluzione violenta, che abbatta lo Stato borghese e le sue forme istituzionali. Dato che lo Stato è lo strumento della classe dominante, esso non deve essere usato dal proletariato bensí distrutto. Questo avviene con la dittatura del proletariato, necessaria per bloccare le mosse contro-rivoluzionarie della borghesia e costruire il comunismo. La dittatura è una fase di transizione, anche se a lungo termine, che mira al superamento di sé e di ogni forma di Stato.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.