Ma dove hanno tutti questi soldi?

Ma io mi chiedo dov'è sta crisi? io vedo tutti con IPhone, macchine nuove da 30 40 mila euro tutti vestiti bene dalla testa ai piedi tutti che escono venerdì e i sabato sera spendendo dio solo sa quanto.. io ho 17 anni vado ancora a scuola non ho uno stipendio ma penso che in questo periodo me lo terrei ben stretto non so come la gente riesca a comprarsi macchine da 30 mila euro e cose costose e poi hanno il coraggio di dire c'è crisi Booooh!!

10 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Mio caro,

    la crisi c'è eccome. Morale in primis

    Se vedi in giro auto nuove e telefonini significa che i soldi vanno dove non dovrebbero andare.

    Il Professore di una blasonata scuola tecnica ha una Polo di 12 anni fa che usa per andare a lavoraree per portare attrezzi e materiali per riprarare casa, RIPARARE casa, non ampliarla.

    Se un giovane cerca di mettere su famiglia non ha un lavoro che gli permetta di fae un mutuo, nè i genitori hanno i soldi per aiutarlo.

    I soldi ci sono, c'è chi li ha, ma derivano da attività terziarie improduttive quando non addirittura osteggianti l'economia. Prova a pensare ad un commercialista che rappresenta quella burocrazia privata obbligoria cui è indispensbile ormai rivolgersi NON per tenere quattro conti di una impresa minuscola ma semplicemente per colloquiare con un ufficio pubblico.

    La crisi è rappesentata da capitali di mezzi, finanzari, umani che NON si rivolgono alla produzione privata di beni essenziali, produzione non remunerativa,

    Se invece di IMU, IRAP, statuto dei lavoratori, lo stato lasciasse libere le persone di buona volontà di investire in AZIENDE PRIVATE PRODUTTIVE e sarebbe libero di gestirle secondo i criteri dell'economicità, si creerebbero di colpo i prodotti che compriamo all'estero, dai treni alle arance, avremmo prodotti remunerativi da esportare dalla frutta alla meccanica di precisione. Vi sarebbero posti di lavoro a bizzeffe per ogni giovane di buna volontà che volesse usare la mante e le mani per produrre, pe studiare materie tecniche (chi è quel fesso che oggi si fa un c..o così di ingegneria elettrotecnica quando non ci sono più aziende elettromeccaniche dove far carriera tecnica?)

    Di colpo la disoccupazione giovanile si ridurrebbe a coloro che non vogliono trovar lavoro e persone di 50 anni offrirebber la loro piena esperienza tecnica.

    La (in)civiltà europera predica di far fare il lavoro "scomodo" agli altri "gestendo" in manira asettica ogni processo e evitando ogni aspetto scomodo, lo stato ritenta una volta ancora di rilanciare una economia pubblica dove è assente la produzione di beni e vi è l'obbligo di inserirsi (chi riesce) in un monco del lavoro improduttivo drenando risparmi e provocando l'abbandono delle terre e delle fabbriche.

    Ecco dove è la crisi. Giovani che non lavorano, uffici stracolmi di burocrati, terreni incolti, espropriati per creare rotatorie, tempo sprecato per chi investe, fabbriche abbandonate e terreni incolti. Molti su Internet e pochi sul tavolo del falegname.

    Rigore e crescita sono necessari, mettendo in primis l'UOMO DI BUONA VOLONTA' e abrogando una vota per tutte 6 milioni fra leggi e norme che fanno dell'uomo un tubo digerente dal cervello comandato verso l'abulia o il cazzegiare.

    Allora si vedranno meno IPhone, più zappe e granai.

    La Germania, durante la crisi del petrolio, negli anni '70 incrementò agricoltura, produzione industriale e ricerca applicata tanto da rendersi autonoma. Nel frttempo la Banca d'Italia vendea ai Tedeschi l'oro delle riserve per sostenere una economia fatta di scioperi e di legiferazione: svalutazione del 250% rispetto al Marco e deindustrializzzione fu il risultato. La cassa integrazione era un modo per mantenere validissimi tecnici fuori del mondo produttivo.

    Se vuoi vedere la crisi ti faccio fare un giretto per il ricco Nordest dove un capannone su tre è in rovina (e invece di lasciare i soldi per ripartire il padrone ci deve pagare l'IMU su un capannone che non vuole nessuno), ti presento tecnici veri artisti dell' affilatura utensili per taglio acciai speciali su macchine controllo numerico, programatori di linee complete di lavorazione del legno che viviacchiano con i quattro soldi ereditati dai genitori finchè possono.

    Poi giudicheri tu se tenerti ben stretto questo periodo o desiderare una politica einaudiana dove le persoen di buona volontà producevano, mettevano su famiglia e crescevano figli. Mani callose, notti di studio, produzione per vivere, progredire, figliare.

    Sinceramente

    Mastro Geppetto

    @Shely: se vuoi fare un giretto ti accompagno. Dal 1992 fra minimum tax, fregatura EFIM, IRAP, normative, schifezze di tutti i generi le aziende di ricerca e sviluppo private e l'artigianato altamente tecnologico come macchine per trattamento di superfici sotto vuoto, radiofrequenza per l'industria elettronica, agricoltura di qualità sono state distrutte massacrando moralmente ed economicamente le persone migliori che non domandavano NESSUN contributo pubblico e creavano esportazione di alto livello, fino a tecnologie delle fibre ottiche con ottimi ritorni di valuta forte nel tessuto produttivo italiano.

    Fonte/i: Vissuto.
  • Anonimo
    8 anni fa

    Sotto il letto

  • 8 anni fa

    Io conosco tanta gente che viveva bene, lavorando onestamente e che ora non riesce ad arrivare a fine mese. Chi ha perso il lavoro, chi ce l'ha ma lo stipendio è da fame...La crisi c'è ma la paga la gente comune, il ceto medio. Chi era ricco continua ad esserlo, evidentemente o non paga adeguatamente le tasse o ha delle entrate veramente sicure...la maggioranza però tribola.

  • Anonimo
    8 anni fa

    se vai a vedere la tecnologia non sente la crisi!!!

    per c è la crisi si vede e si sente!!

    io invece vedo giovani che non lavorano sempre in giro vestiti di marka e mi domando come è possibile sta roba

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    8 anni fa

    Forse hanno capito che meglio spenderli ora anche per cose futili che lasciarseli portar via dalle tasse, come è successo a me che ho messo su migliaia di euro di risparmi per farmi un futuro e alla fine ho divuto usarli per andare avanti perchè manco una pensione ci sarà. Ho dovuto anche cedere una somma alla banca ladrona che mi ha truffato. Se potessi tornare indietro li spenderei in vacanze da sogno.

  • Lester
    Lv 4
    8 anni fa

    ahaha è solo un impressione!!Vogliono far vedere che sono ricchi,ma fidati che non lo sono,probabilmente molti di questi pagano tutto a rate(Pagheranno 350 euro al mese per avere una macchina che costa così tanto ,pensa che idioti)!!Non dare retta a chi dice che la crisi c'è solo per chi non ha voglia di lavorare... non è vero!!!Ci sono padri che hanno lavorato per 30 anni e tuttavia riescono a malapena ad arrivare a fine mese!!E non dar retta a chi dice che la crisi non c'è ecc...la crisi c'è eccome,ma non vedi che cosa sta succedendo nel mondo!?! E guarda che questa epoca di benessere finirà presto con conseguenze molto spiacevoli e drammatiche,è già successa una cosa del genere nella storia dell'umanità,il troppo benessere è stato uno dei motivi della rovina dell'impero romano e hai visto che conseguenze ci sono state dopo??? IL MEDIOEVO!!

  • ?
    Lv 4
    8 anni fa

    La crisi è proprio colpa dello stile di vita esagerato che il medio - borghese pensa di riuscire a vivere. L'alienazione dei beni materiali ci porterà al collasso, su tutti i fronti. =/

  • 8 anni fa

    Quelli che tu vedi con questi attrezzi costosi sono quelli che hanno pensato all'indomani sempre. Quelli che non hanno sprecato i soldi su delle cazzate, quelli che fanno fatica per lavorare, e quelli che non pensano a divertirsi tutti i giorni. E sopratutto sono quelli che fanno colazione a casa tutti i giorni e poche volte al bar.

    Mentre quelli irresponsabili, quelli che preferiscono andare in discoteca tutti i giorni e non andare al lavoro, quelli che hanno solo un conto corrente, quelli che non gli fregano dell'indomani perche hanno l'abitudine di prendere i prestiti, sono loro che sono finiti in crisi e che si lamentano.

    In questo momento a questi qui non c'e nessuno che vole prestarli i soldi perche c'e crisi.

  • Anonimo
    8 anni fa

    fatti una tessera del PD e poi posta minkiate a tua scelta contro berlusca, bossi e grillo

    penati ti darà 100 euro a post, e anche tu potrai permetterti le ricchezze che hanno i figli dei nostri tesserati

  • 8 anni fa

    La crisi c'è solo per chi non ha voglia di lavorare per giustificare le spese eccessive frutto del degrado di questi ultimi anni! Sono della tua stessa opinione! :)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.