Vanessa ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 9 anni fa

devo fare una ricerca sui pneumatici chi mi aiuta???10 punti al migliore?

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    Lo pneumatico, generalmente detto copertone o gomma, è l'elemento che viene montato sulle ruote e permette l'aderenza del veicolo sulla strada.

    Tipologia [modifica]

    Sezione pneumatico di bicicletta tube type:

    1=Cerchione

    2=Copri nippel

    3=Pista per i pattini del freno

    4=Corda d'acciaio

    5=Camera d'aria

    6=Carcassa dello pneumatico

    7=Battistrada

    Struttura dello pneumatico [modifica]

    Pneumatico radiale:

    1: Battistrada

    2: Bordo del battistrada

    3: Carcassa

    4: Fianco dello pneumatico o Spalla

    5: Pacco cintura

    6: Rinforzi laterali del pacco cintura

    7: Cerchietti

    8: Tallone

    Lo pneumatico è costituito da diverse parti che possono essere riassunte in:

    Battistrada: è l'elemento a contatto con l'asfalto, assicura la trazione del mezzo, resiste all'usura e protegge la carcassa, viene prodotto con la gomma (in passato naturale, ora sintetica (generalmente SBR) per trasmettere e ricevere gli attriti radenti e volventi che si generano con il movimento)[12].

    Pacco cintura o cinture: strati multipli di corde o fili d'acciaio (materiale più usato), nylon, poliestere o rayon (in disuso) interposte tra la carcassa e il battistrada, che aumentano la resistenza dello pneumatico, stabilizzano il battistrada garantendo protezione contro urti e forature e garantendo una migliore distribuzione delle forze sull'impronta laterale del battistrada e quindi anche una maggiore impronta a terra, questi fili sono disposti nella cintura con un'angolazione ridotta di 15-25° e incrociati tra loro oppure sono disposti con un'angolazione di 0° rispetto alla mediana dello pneumatico. Questo elemento non è usato su tutti gli pneumatici con carcassa a tele incrociate, ma è una consuetudine per quelli con una carcassa a tele radiali.

    Fianco dello pneumatico o spalla: protegge le tele dagli agenti atmosferici e chimici e inoltre si oppone alla flessione a cui è sottoposto durante l'impiego.

    Carcassa o tela: consente la trasmissione di tutte le forze di carico tra la ruota e il terreno come quelle che si sprigionano durante la frenata e nelle manovre di sterzatura, inoltre garantisce la resistenza alla pressione di gonfiaggio e successivamente di esercizio durante tutte le manovre

    Diagonale: le tele si estendono in diagonale da un tallone all'altro dello pneumatico formando un angolo di 30-40° con la linea mediana dello pneumatico stesso, dove ogni tela o strato successivo di filo va in direzione opposta e quindi incrociandosi.

    Radiali: le tele si estendono da un tallone all'altro con un angolo di 90° con l'asse mediano dello pneumatico.

    Nervatura fascio o cerchietti: sono fasce d'acciaio posti nel tallone, accomodano lo pneumatico sul cerchione e lo mantengono in posizione, evitando un suo eventuale sfilamento.

    Riempimento: generalmente è costituito da gomma ed è posto nella zona del tallone e del fianco per consentire un passaggio graduale dalla zona rigida del tallone a quella flessibile del fianco.

    Rivestimento interno: strato di gomma inserito all'interno degli pneumatici tubeless, studiato appositamente per evitare perdite d'aria.

    Tallone o incavo del tallone: strato di tela gommata che impedisce l'usura provocata dallo sfregamento del tallone contro il bordo del cerchio e che garantisce l'attrito necessario per evitarne la rotazione sullo stesso.

  • 9 anni fa

    Lo pneumatico, generalmente detto copertone o gomma, è l'elemento che viene montato sulle ruote e permette l'aderenza del veicolo sulla strada.Gli pneumatici si dividono in diverse categorie: quelli muniti di camera d'aria (in inglese tube) e quelli che ne sono privi (tubeless).

    Con camera d'aria (tube type):

    La camera d'aria racchiude l'aria compressa per ottenere un effetto di adattamento e sospensione del veicolo dal terreno.

    La copertura è fatta di gomma e tele di fibra o di metallo.

    Senza camera d'aria (tubeless):

    La copertura, fatta di gomma e tele di fibra o di metallo, è costruita in modo da trasmettere e ricevere gli attriti radenti e volventi che si generano con il movimento. Essa funge anche da camera d'aria.

    Ruota TWEEL del rover lunare scarab della NASA

    NPT Non-pneumatic tires, pneumatici che non richiedono aria

    Pieni, sono degli pneumatici che invece d'essere gonfiati ad aria sono riempiti di plastica o si auto-sostengono dato che hanno una struttura piena. Sono stati usati su trattori degli anni '30-'50, sono usati sulle macchine operatrici destinate prevalentemente ad uso interno quali i carrelli elevatori, così come su pattini a rotelle e via dicendo. Una derivazione di questi pneumatici sono i TWEEL, i quali non hanno ancora un'applicazione civile.

    TWEEL, la copertura esterna fatta di gomma costituisce anche l'elemento che tiene il battistrada della giusta rigidità senza l'ausilio dell'aria grazie anche ai collegamenti a raggi di poliuretano flessibile che vengono utilizzati per supportare e agganciare il battistrada al mozzo, svolgendo anche la funzione di ammortizzatore pneumatico di uno pneumatico tradizionale, questa copertura è stata ideata da Michelin nel 2005, ma non è ancora stato mai commercializzato[1][2], ma la prima applicazione è avvenuta con la NASA, dove il Rover Lunare utilizza tali ruote[3][4].

    A volte, nella nomenclatura comune, si intende impropriamente per pneumatico l'insieme, oltre degli elementi sopra esposti, anche di:

    Una ruota/cerchione, in genere di lega metallica

    Una valvola di ritegno che permette di gonfiare lo pneumatico di aria compressa o azoto e ne impedisce l'uscita, questa è integrata con la camera d'aria o avvitata alla ruota.

    Diffusione [modifica]

    Lo pneumatico moderno, inventato da John Boyd Dunlop nel 1888, equipaggia oggi la maggior parte dei mezzi di trasporto destinati a un uso su strada ed è prodotto in molteplici tipi e misure adatti a equipaggiare dalla bicicletta all'autovettura, dall'autocarro al trattore agricolo per non dimenticare, in campo aeronautico, l'adozione nei carrelli d'atterraggio.

    Sono da considerare anche gli usi sportivi nelle varie competizioni motoristiche dove lo studio alla ricerca delle migliori prestazioni porta alla costruzione di pneumatici con mescole molto differenziate e alla scoperta di soluzioni tecniche applicabili in seguito al settore commerciale.

    Fonte/i: questo è quello piu imporatante che ho trovato
  • 9 anni fa

    ma cosa devi sapere sui pneumatici?

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.