Anonimo
Anonimo ha chiesto in Gravidanza e genitoriNeonati e bambini · 8 anni fa

mamma in ospedale e allattamento al seno, voi cosa avreste fatto?

immaginate questa situazione, una mamma con bimbo di 2 mesi che sta allattando esclusivamente al seno, si trova a dover essere ricoverata d'urgenza in ospedale, in un reparto a medio rischio (tipo oculistica o orl per capirci), per curare una brutta infezione.

ha 3 possibilità

- cura mirata: antibiotici non compatibili con l'allattamento, il bimbo deve cominciare l'allattamento artificiale e stare con i nonni e il padre per circa una settimana

- cura più blanda, con un piccolo margine di non riuscita, per continuare l'allattamento: il bimbo sta con il padre e i nonni, la mamma si tira il latte e ogni tot di ore qualcuno va in ospedale per prendere tale latte e darlo al bimbo (ospedale a 15 km da casa)

- stessa cura blanda, ma tenendo il bimbo in ospedale, in stanza singola, continuando quindi l'allattamento. ripeto, con bimbo in ospedale.

voi cosa avreste scelto?

Aggiornamento:

@mammmavale: io ho sempre letto sulle porte "oculistica"...

18 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    Credo che data la gravità della situazione sceglierei la prima opzione. Magari continuerei a togliermi il latte con il tiralatte per poi buttarlo per non perderlo quando tornerò a casa e avrò smaltito le ultime tracce di antibiotico. Magari si può riprendere.

    Nel frattempo si adatterà al latte di formula, e poi bisogna vedere se tornerà alle poppate, tanti bambini una volta provato il biberon non tornano più al seno.

    Oppure la terza opzione, se la cura è comunque efficace e se non dura milioni di anni... a meno che non si tratta del reparto infettivi gravi. Una stanza singola mi pare una garanzia sufficiente. E comunque ci sono gli anticorpi materni a proteggerlo.

  • 8 anni fa

    Sul latte non mi pronuncio, ma vorrei dire che, per reiterata esperienza personale, le infezioni batteriche e virali della cornea sono tra le più resistenti ed infettive che ci siano.

    Le patologie dell'occhio non vanno sottovalutate mai: antibiotico a palla SUBITO

  • 8 anni fa

    prima opzione, però continuerei a tirare il latte per non perdere la "produzione" ed eventualmente dopo una settimana proverei a riattacarla.

    Bambini in ospedale no, rischi che prenda qualche malattia il che è molto peggio del vivere a latte artificiale (in ospedale ci sono le infezioni ospedaliere, e per un bambino non sono belle).

    Mamma vale, in ospedale ci sono le infezioni ospedaliere che non dipendono dai contatti tra pazienti e sanitari ma dal solo fatto di respirare nell'ospedale. Altro problema non indifferente e' la legionella che si trova senza troppe difficoltà nell'acqua che esce dai lavandini (nonostante le ripetute e costanti analisi). Anche nell'atrio di un ospedale non e' che si sia proprio al sicuro da contagi.

  • 8 anni fa

    il bambino cresce sano lo stesso anche con il latte artificiale..di fronte a problemi simili prima opzione assolutamente

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 8 anni fa

    Assolutamente la prima opzione!

    La salute della mamma è molto importante e con il latte artificiale il bimbo cresce benissimo lo stesso!!

  • Anonimo
    8 anni fa

    La prima. Una mamma malaticcia non serve a nessun bambino

  • 8 anni fa

    Cura mirata... La seconda è scomoda e la terza espone il bambino a infezioni nosocomiali (le più resistenti oltretutto)

  • Ti ho mandato 12 mail per sapere se vuoi venirmi a trovare in villa, ma non ti preoccupare rispondimi pure in tutta tranquillità.

    Sai che io non vedo mai del marcio da nessuna parte, per cui ripeto, fai con calma.

    Al massimo se non mi rispondi entro 15 minuti, invierò una domanda su answer per sapere se per caso sei invidiosa di me e non vuoi venire alla villa per paura di sfigurare.

    Ma tranquilla eh? fai con calma mi raccomando.

    A quanto pare sono l'unica a non essere invisiosa. hihihi

    Hai visto come funziona veloce il mio collegamento internet quando devo farti il cazziatone? hihihi

    E PENSARE CHE FANFA MI HA BLOCCATO.

    FORSE DOVREBBE IMPARARE A FARE 2+2.

  • joxyg
    Lv 6
    8 anni fa

    Senza dubbio la prima opzione.

    La seconda opzione è stressante per te e anche per chi deve fare avanti e indietro, col rischio di sbalzi di temperature e igiene dei contenitori, tiralatte eccetera, lo si fa sempre in un ospedale.

    Il bimbo in ospedale lo esponi comunque ad ambienti rischio infezioni.

  • Nyā
    Lv 7
    8 anni fa

    sicuramente la prima opzione

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.