qual'é il lavoro artigianale che più vi affascina?

e per quale motivo?

Aggiornamento:

@ augh!

bellissimo!

10 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Prima di rispondere voglio propinarvi un pippòne sul lavoro moderno.

    Quello del terziario, dei servizi, della consulenza. Quello che faccio io.

    [volendo si può saltare tutta questa parte e andare direttamente alle ultime due righe]

    Per la mia esperienza, l'uomo non si è ancora abituato a questo genere di lavoro. E' troppo alienante, ti scervelli per delle ore e, alla fine, cosa hai creato, cos'hai realizzato? Un mucchio di niente, parole al vento, documenti utili come una vespa dentro il casco.

    Ebbene, un anno fa, mi capitò - per un toga party organizzato da una leggendaria utentessa di Answers - di dover mettere insieme un costume da antica greca. Il lenzuolo ce l'avevo, e gli detti una cucita sommaria, giusto per fare un drappeggio decente, ma volevo abbinarci anche qualche accessorio. Così andai in un negozio di articoli per il bricolage e comprai delle lastre color oro. Le ritagliai nelle forme che mi servivano e, lavorandole con degli oggetti a punta, creai degli stupendi fermagli, bracciali e ornamenti tutti decorati a bassorilievo. Quando ebbi finito, la soddisfazione che provai nel contemplare il mio lavoro fu immensa. Non si può descrivere a parole. Erano solo delle cagatìne di gioielli finti, ma io per la prima volta ero orgogliosa del mio lavoro. Non mi ero nemmeno accorta che c'avevo fatto le due di notte! Il tempo era letteralmente volato! L'opposto di quando invece devo preparare pareri, contratti, consulenze, che mi ci vuole di più a trovare la volontà di iniziare che a farli proprio.

    Ecco, penso che la soddisfazione di impegnare testa e mani nel creare dal nulla un oggetto, qualcosa di bello, di utile, non sia raggiungibile tramite un lavoro solo "di concetto".

    E penso che l'uomo - che da quando era ominide fino a l'altro ieri faceva solo lavori di questo genere - non abbia raggiunto ancora il livello di evoluzione necessario per sopravvivere ad un lavoro fatto d'aria.

    E non posso non citare mio nonno, contadino, con le mani grosse piene di calli dovuti alla vanga, che nelle stagioni "morte" in cui c'era meno lavoro, si dedicava a intrecciare cestini fatti di giunchi. Era di una precisione certosina, non so come facesse con quelle mani così grosse. Per me, era un dio.

    E ora, dopo che ti ho fatto addormentare, arrivo a rispondere alla tua domanda: i lavori artigianali mi affascinano tutti quanti senza eccezione.

    Se potessi scegliere, penso che mi piacerebbe restaurare mobili, decorarli e riportarli a nuova vita.

  • Anonimo
    9 anni fa

    Creare libri,legatorista se non sbaglio.

    Ho lavorato presso una nota casa editrice e in un angolino c'era la postazione (laboratorio) di un tizio che creava i libri completamente in modo artigianale...creava i capioni da mostrare ai clienti.

    A parte la stampa,lui tagliava,incollava,cuciva e copertinava un libro,il primo...un pezzo unico dal valore secondo me immenso.

    Parlando con sto tizio ho percepito la passione e l'amore con il quale fa il suo lavoro.Un artista che da vita ai racconti di vita,e attraverso le sue parole mi sono innamorato della sua arte tanto da desiderare di farla mia.

  • 9 anni fa

    Il falegname, perchè il legno è sempre vivo e si muove ed è amico.

    Mi piacciono quelli che fanno i cestini. Come si chiamano? loro. Stanno li ad intrecciare e annodare...

    Mi piace il vasaio perchè anche prima di Ghost ho sempre pensato che modellare l'argilla con le dita fosse molto sensuale :)

    E poi non lo so. Mi piace guardare il meccanico all'opera :))

    Sai cosa ho visto in TV di bello bello? la costruzione di una gondola! woow!!

    il posto in cui le costruiscono si chiama squero! non è bellissimo?

    augh!

    @ah ecco, RENT mi ha fatto ricordare il calzolaio e la sua colla e i pezzi di pelle e tutti quegli attrezzi per modellare *_*

  • 9 anni fa

    Mi piacciono tutte le attività manuali e ammiro chiunque sia in grado di "creare". Fare statue di legno, per esempio. Colui che fa le statue di legno: lo ammiro tanto.

    Ah, ammiro coloro che sanno cucire: fanno i vestiti dal niente, praticamente, cazzarola!

    Io poi ho anche la falsa -anzi, credo "fallace"- convinzione di essere in grado di cucire. Sono certo che riuscirei. Una volta avevo sfidato mio padre dicendogli che se mi avesse comprato la stoffa, mi sarei cucito da solo dei pantaloni con cui sarei anche uscito di casa. Ora gliela ripropongo.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 9 anni fa

    Mi piacciono i lavori di telaio, in particolare i tappeti: guardare la pazienza e la maestria di quelle mani, la velocità ed il senso artistico che da un filo ordiscono capolavori...è commovente.

    Ricordo lo spettacolo di un' isola in Turchia in cui, arrivando dal mare, si notavano le case basse e colorate sulla riva con le finestre piene di tappeti ed arazzi distesi: uno sbocciare di colori e forme.

    E quelle donne ( lì erano solo donne a tessere) timide ed orgogliose contemporaneamente del loro faticoso lavoro.

  • 9 anni fa

    Vetraio anche perchè non se ne vedono piu' :(

  • Anonimo
    9 anni fa

    mi piacerebbe essere quello che mette le mine nelle matite,un lavoro affascinante e ricco di significati metaforici

  • 9 anni fa

    http://t1.gstatic.com/images?q=tbn:ANd9GcQ4HhG1FRC...

    Mi piacciono i giochi di luce che si formano quando vengono attraversati dai raggi solari.

  • 9 anni fa

    Becchino....

    Motivo?..... Boh! Non lo so... :)

    A presto.

  • 9 anni fa

    Sicuramente l'orafo, perchè lavora e modella metalli rendendoli unici e affascinanti posandoli sul corpo delle donne !

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.