ke malattia è la micosi ?

come si manifesta, e a quali cani è più facile che venga ???

Mi servono informazioni per una ricerca

2 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    La micosi è la malattia dei cani sostenuta da funghi . Si tratta di una patologia contagiosa per tutte le specie animali Questo tipo di infezione è relativamente diffusa nel nostro paese e può essere trasmessa direttamente dagli animali infetti oppure indirettamente attraverso ambienti e oggetti contaminati. La sua diffusione è semplice: i funghi producono spore che, cadendo dall'animale, infestano l'ambiente circostante rendendolo contaminato. Le spore possono rimanere infettanti per più di un anno, e si annidano nei luoghi più svariati, quali mobili, elettrodomestici, cappe di aspirazione, tende, tappeti, impianti elettrici, aspirapolveri.

    Le lesioni cutanee tipiche sono rappresentate da aree prive di pelo spesso crostose, singole o distribuite in più regioni del corpo (testa, tronco e arti). Originano come un piccolo puntino che tende ad allargarsi verso l'esterno.

    La micosi richiede un tempestivo intervento da parte del Medico Veterinario per avere una diagnosi specifica, dal momento che può essere confusa con altre patologie. Pertanto è fondamentale rivolgersi allo specialista ogni volta che si rileva qualsiasi tipo di lesione cutanea.

    Semplici accorgimenti per combattere l'infezione da funghi portare l'animale dal Medico Veterinario, che potrà effettuare la diagnosi e prescrivere un'appropriata terapia a base di farmaci ad uso topico e sistemico

    isolare l'animale infestato in luogo facilmente lavabile e disinfettabile con candeggina non diluita o formalina all'1%

    adottare la massima cautela nello spazzolare e pettinare l'animale, onde evitare di traumatizzare la cute; in animali a pelo lungo è consigliata la tosatura

    rimpiazzare o disinfettare tutte le possibili fonti di contagio (per esempio: cucce, tappeti, coperte...) e pulire accuratamente anche i veicoli dove l'animale ha viaggiato.

    L'animale può essere definito guarito quando le colture di controllo del pelo (test eseguito dal Medico Veterinario) risultano negative.

    Se l'eliminazione delle spore fungine ambientali non viene eseguito correttamente, o addirittura viene trascurato, il rischio di reinfestazione sarà sempre elevato.

  • 8 anni fa

    La micosi è una forma di linfoma a cellule T, una malattia che riguarda una proliferazione dei linfociti T CD4+, una parte del sistema immunitario.[1]Interessa prevalentemente la pelle e talvolta gli organi interni, da non confondere con il termine micosi, malattie infettive dell'uomo causate da funghi, deve il proprio nome all'aspetto fungoide delle lesioni!

    La micosi fungoide, di carattere raro, dalla data della scoperta al 1936 ci furono 546 casi segnalati nel mondo.[4] La sua incidenza totale, comprese le sue varianti, è di 4 persone colpite ogni 1.000.000 di persone, per quanto riguarda l'età si mostra maggiormente fra i 40 e i 60 anni, predilige il sesso maschile.[5]

    La causa della micosi fungoide è sconosciuta, ma poi sono state avanzate due ipotesi eziologiche che rimangono le più accreditate l'una riguarda il presupposto che la lesione sia maligna dall'origine l'altra crede in un'evoluzione dovuta ad uno stimolo antigenico cronico. considerazione dalla medic

    Generalmente, il decorso è lento, più raramente risulta aggressivo.[6] Nella fase iniziale, che può durare anche circa 5 anni, si può manifestare rash cutaneo per cui la malattia può non essere riconosciuta. Successivamente, le lesioni divengono simili a quelle provocate dalle infezioni da funghi. Le cellule neoplastiche possono essere presenti anche nel sangue ed, in tal caso, si parla di sindrome di Sézary. La micosi fungoide non è contagiosa.

    Variante della Micosi Fungoide: Sindrome di Sézary.

    Durante la sua evoluzione, in fase avanzata, la micosi fungoide può estendersi ai linfonodi sottocutanei, alla milza, ai polmoni, al fegato, al rene, all'apparato gastrointestinale. Più raramente si possono avere lesioni viscerali.

    Stadiazione classica [modifica]Stadio Caratteristiche delle placche-chiazze con sembianze eritematose

    I Si mostrano infiltrazioni cutanee minime

    II Si mostrano infiltrazioni cutanee medie

    III Si mostrano noduli

    IV Si mostrano anche più di una lesione della forma III - si associa a linfomegalia

    V Oltre alla lesione (o più di 1) e alla linfomegalia vi è anche un interessamento viscerale

    Stadiazione TNMB[8] [modifica]Cute Linfonodi Visceri Sangue

    T1, le lesioni ricoprono meno del 10% della pelle N0, Non vi sono adenopatie periferiche M0, Le visceri non risultano interessate B0, quasi assenza di cellule atipiche nel sangue periferico

    T2, le lesioni ricoprono più del 10% della pelle N1, Vi sono adenopatie periferiche (N1o con biopsia, N1n-N1r-N1d a seconda del risultato della biopsia) M1 Le visceri risultano interessate B1, presenza di cellule atipiche nel sangue periferico

    T3, Tumefazioni cutanee N2, Non vi sono adenopatie periferiche ma si rileva micosi fungoide

    T4, Eritrodermia N3, Vi sono adenopatie periferiche e si rileva micosi fungoide

    Radioterapia estesa, total skin electron irradiation (TSEI), tecnica che viene pratica in pochi centri specializzati, la pelle viene completamente irradiata da elettroni (4-7 MeV). La dose per una remissione completa è indicativamente sui 30 gray, ma la terapia non può essere più ripetuta a quel dosaggio per più di una sola volta senza incorrere in seri rischi per la salute. Le dosi vengono somministrate giornalmente nell'arco di una decina di settimane. Le migliori remissioni di lunga durata a partire dai 30 gray totali. Molto importante rispettare la durata temporale della cura, evitando di dare lo stesso dosaggio in un minore numero di giorni, perché questo è associato ad un maggior numero di recidive, o a minore durata della remissione dei sintomi.

    La prognosi dipende anche dal sottotipo di micosi fungoide o meglio di mutazione ( CD4 oppure CD30+ oppure CD30- ) a cui i linfociti sono andati incontro.

    Con riferimento ad uno studio statistico effettuato in America su 1633 pazienti, si puo dire che statisticamente, all'età avanzata e alla appartenenza alle persone di colore è associata una minore probabilità di soppravvivenza. La prognosi dei pazienti asiatici e ispanici è leggermente ma non significativamente peggiore rispetto a quella delle persone di razza bianca. E non esistono differenze significative su base geografica. La sopravvivenza delle donne sposate risulta superiore a quella di donne con altri status.

    Statistica

    La micosi fungoide in Italia da diritto all'esenzione per i costi medici legati alla cura della patologia. In alcune regioni d'Italia l'esenzione va comunque rinnovata ogni 5 anni. Per questa patologia può essere fatta richiesta alla propria ASL di riconoscimento della legge 104, e di attribuzione di punti di invalidità.

    ]La Micosi fungoide è una malattia che non colpisce solo l'uomo, ma è presente anche in animali come Cane e Gatto. Alcuni medici veterinari curano la micosi fungoide del cane con dosi elevate di Olio di Cartamo, ottenendo in una percentuale dei casi remissioni durature. Acidi Grassi Omega 6 e Omega 3 in Oncologia Veterinaria: meccanismo d'azione e utilizzo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.