Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 9 anni fa

riassunto del libro ASSASSINIO SULL ORIENT EXPRESS?

MOLTO URGENTE!!!!!!

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    9 anni fa
    Risposta preferita

    RIASSUNTO: Poirot, un investigatore belga, si trova costretto ad indagare sull’assassinio di un uomo avvenuto sull’Orient Express, un treno su cui lui stesso sta viaggiando. La vittima è un certo Samuel Edward Ratchett, distinto americano con la passione dei viaggi.

    L’Orient – Express, il mitico treno delle spie e di coloro che sono in cerca di avventura, è impiegato, ancora una volta, come sfondo per un romanzo giallo, forse il più celebre tra quelli di Agatha Christie: “Assassinio sull’Orient – Express”. La risoluzione di questo misterioso caso scaturisce, ancora una volta, dall’intelletto di Hercule Poirot, inimitabile e acuto poliziotto belga ideato dalla Christie. Poirot è in viaggio sulla vettura di prima classe del suddetto treno, partito da Istanbul e diretto a Calais. Quello a cui l’astuta mente dell’investigatore è sottoposta, è un feroce delitto che ha avuto luogo di notte, quando il treno si è fermato a causa della grande quantità di neve che ostruiva il regolare percorso del mezzo di trasporto. Quella notte sono accaduti alcuni fatti che lasciarono molto perplesso Poirot, benché non si fosse ancora a conoscenza dell’uccisione di Samuel Edward Ratchett, un ricco americano dal volto molto crudele. Infatti, quella medesima notte, suonò il campanello dello scompartimento di Ratchett e si sentì un tonfo, ma una voce, all’interno, rispose in francese che non era accaduto niente di grave. Successivamente squillò anche il campanello della signora Martha Hubbard, una turista americana, la quale era sicura che qualcuno si fosse introdotto nel suo scompartimento. Poi Poirot avvertì un colpo davanti alla sua porta, ma quando aprì per verificare chi fosse stato, notò una figura, che indossava un chimono rosso, allontanarsi.

    L’indomani, quando venne scoperto il cadavere, Poirot e il dottor Costantine, andarono ad ispezionare il luogo del delitto e la salma, che era stata pugnalata molteplici volte, anche se alcune ferite erano da considerarsi graffi e alcune altre create da colpi vibrati con la mano sinistra. Analizzando alcuni indizi il nostro investigatore scoprì che Ratchett (il cui vero nome è Cassetti) non era altri che un pericoloso assassino che aveva ucciso, molti anni prima, la figlia dei signori Armstrong, benestanti persone americane, dopo aver riscosso elevate somme di denaro per il riscatto. Interrogate molteplici volte tutte le persone e ragionando sulle loro qualità e personalità, Poirot, in un solo giorno, ha proposto due soluzioni del caso ai passeggeri del treno. La prima consiste nel fatto che un uomo basso e dalla voce femminea, (che Hildegard Schmidt, cameriera della principessa russa Natalia Dragomiroff, dice di aver incontrato quando usciva dallo scompartimento della sua padrona) sia entrato nel vagone Istanbul – Calais quando questo era fermo ad una stazione; questa figura, indossando un abito da conduttore ed essendo munito di un passe – partout, si sarebbe facilmente introdotto nello scompartimento di Cassetti e lo avrebbe ucciso, passando poi per l’attiguo scompartimento della signora Hubbard. La seconda ipotesi, quella vera, è che tutti i viaggiatori di quella vettura siano implicati nell’omicidio. Infatti, ognuna di queste persone aveva legami di parentela o amicizia con la famiglia Armstrong. Dato che Ratchett (il cui vero nome è Cassetti) era stato processato per il suoi delitti, ma non aveva ricevuto nessuna pena da scontare, a Poirot, Bouc e il dott. Costantine sembra opportuno presentare come buona, alla polizia jugoslava, la prima ipotesi.

  • Anonimo
    9 anni fa

    L’investigatore Hercule Poirot, partito da Istanbul con l’Orient Express e diretto a Londra, si trova a indagare sull’assassinio di un certo Ratchett, un distinto americano ritrovato esanime nel proprio scompartimento, sullo stesso treno in cui viaggia il detective. Ma un’abbondante nevicata bloccherà il convoglio per parecchie ore, e in questo modo Poirot si vedrà costretto a ipotizzare che l’assassino è uno dei passeggeri il cui scompartimento è nella carrozza per Calais, la stessa in cui si trova quello del signor Ratchett.

    Un indizio rivelatore porterà alla scoperta che il vero nome della vittima era Cassetti, un assassino in fuga dalla giustizia americana perché accusato del rapimento a scopo di estorsione e dell’omicidio della piccola Daisy Armstrong, avvenuti anni prima (l’episodio si ispira alla tragedia che colpì il noto aviatore statunitense Charles Lindbergh, il cui figlioletto Charles III di un anno e mezzo fu rapito e brutalmente ucciso nel 1932), uccisione che in seguito aveva provocato indirettamente altre morti fra le persone a lei vicine.

    Sarà l’inizio di una serie di interrogatori a tutti i passeggeri del vagone, e fra esitazioni, reticenze, contraddizioni e lapsus indicativi emergerà che più di un passeggero aveva avuto dei legami con la famiglia Armstrong, e che certi depistaggi e la presenza di tanti indizi sono un tentativo premeditato per confondere e fuorviare le investigazioni del detective e per indirizzane altrove le indagini. L’alternarsi di colpi di scena porterà alla soluzione del caso, e al termine dell’inchiesta Poirot potrà presentare al sig. Bouc, al dottor Constantine e agli altri viaggiatori due possibili soluzioni del caso: una prima, semplice conclusione secondo cui uno sconosciuto, travestito da dipendente delle ferrovie, sia entrato con un passepartout nella cabina di Cassetti e lo abbia pugnalato. E una seconda ipotesi, assai più ardita e complessa, illustrata da Poirot attraverso una precisa e accurata ricostruzione dell’accaduto, durante la quale innumerevoli frammenti fino ad allora sconnessi verranno a combaciare. Stando a questa deduzione, il signor Cassetti, colpito da dodici pugnalate, è stato ucciso dai dodici passeggeri e da un dipendente delle ferrovie dell’Orient Express che avevano deliberatamente trovato sistemazione nella carrozza Istanbul-Calais per consumare la vendetta nei confronti del responsabile della morte di Daisy Armstrong.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.