100 miliardi alle banche spagnole, finalmente un gesto forte in senso europeista?

un sospiro di sollievo anche per real madrid e barça, che nonostante vantino debiti superiori ai 500 milioni di € (ciascuna), negli ultimi anni non si sono mai viste negare prestiti a sette zeri per le loro campagne acquisti dalle varie Bankia, Santander e Caixa...

Ma toglietemi una curiosità:

come mai questi disinteressati slanci di altruismo europeista si attivano solo quando c'è da salvare le banche?

L'assenza di medicinali essenziali in tutta la Grecia è forse un argomento meno urgente?

Facendo due conti, si può stimare che negli ultimi sei mesi le varie banche hanno beneficiato di aiuti (sottoforma di prestiti all'1% o altro) per circa 1000 miliardi. più di tre volte il PIL della grecia, ossia due volte il suo famoso debito, oppure (nel caso spagnolo) più del doppio del conto della crisi immobiliare (350 miliardi) e della attuale emergenza relativa alla fuga dai depositi (65 miliardi)

ma è l'Europa degli europei o degli istituti finanziari?

Aggiornamento:

Io credo che la situazione attuale possa essere commentata in modo sensatamente pacato nel modo seguente:

http://www.youtube.com/watch?v=T9QeVKetFoM

Youtube thumbnail

8 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    Anche le banche Greche avrebbero bisogno di aiuto ma purtroppo la Grecia non riesce a dare le stesse garanzie che pare possa dare la Spagna. Ovviamente la presenza o l'assenza di medicine è un aspetto assolutamente irrilevante, alla faccia della solidarietà Europea.

    E non è solo la Merkel da biasimare.

    Comunque è inutile, quando le cose non funzionano esse non possono durare per sempre, anche se possono trascinarsi per molti anni. Se non si rendono conto di questo, allora meglio iniziare a comprare Franchi Svizzeri o meglio ancora Dollari, per non ritrovarsi con il mal di testa tra qualche anno.

  • 9 anni fa

    Così è (il Capitalismo) se vi pare.

    @Bibi. E' vero che in Italia la situazione del mercato immobiliare non è paragonabile a Spagna e USA.

    Però LUC tenta uno sguardo prospettico. Lui dice che,

    - stante il fatto che sta aumentando il numero di mutui non pagati o a cui si rinuncia di prosegurie il pagamento e quindi di gente che ha perso la casa restuendole al mercato,

    - stante il fatto che in Italia non c'è certo carenza di stabili abitativi (molti sono sfitti),

    - stante il fatto che l'IMU sulel seconde case è veramente un onere pesante per chi non riuscirà a garantirsi un reddito sufficiente e quindi sarà costretto a vendere,

    prima o poi ci sarà un surplus di case sul mercato con conseguente discesa del prezzo.

    Resta però, a favore della tua tesi, il forte attaccamento al mattone e l'ancor notevole risparmio privato dell'Italiano. Resta però da vedere sino a quanto quest'ultimo riuscirà a tener botta alla crisi. Le riserve si stanno consumando, ne so qualcosa....

  • Anonimo
    9 anni fa

    ovviamente la BCE è lì per salvare le banche, non per aiutare i paesi. le banche italiane, con i soldi prestati dalla BCE all' 1%, non stanno maggiormente elargendo crediti alle imprese o alle persone, no! hanno comprato titoli di Stato italiani che rendono anche fino al 6%. ma questo è sotto gli occhi di tutti.

  • 9 anni fa

    e quei 250 miliardi dati alle banche italiane, come la chiami quella manovra?

    inoltre tieni presente che la copertura dei mutui casa in italia regge finché non si scoprirà che il mercato immobiliare è una bolla gonfiata a dismisura. quando uscira il reale valore, le banche italiane andranno sottoacqua.

    elargire un mutuo di 100 su una casa che vale la metà è stato un giochino che negli Usa ha fatto un macello ed in Spagna si vede adesso, manca all'appello L'italia.

    perché tentano di salvare le banche spagnole e dei greci non gliene importa nulla?

    chiamasi borghesia finanziaria, quella che qualche secolo fa si chiamava Usuraio.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    9 anni fa

    E' solo che la prima rata per il buco delle banche spagnole. Devono essere ancora dati 260 miliardi di euro:

    "Le perdite delle banche spagnole fra il 2012 e il 2013 potrebbero raggiungere i 260 miliardi di euro. E il sistema finanziario iberico potrebbe aver bisogno di aiuti per 60 miliardi di euro. Le stime sono dell'Institute of International Finance (Iif), secondo il quale le perdite si attesteranno fra i 218 e i 260 miliardi di euro. I calcoli sono stati effettuati in base all'esperienza con le banche irlandesi che si sono trovate ad affrontare ugualmente una bolla speculativa nel settore immobiliare"

    La stima è anche ottimista: potrebbe anche essere molto di più!

    Il rating della Spagna è pari a spazzatura

    Perdite Unicredit: 10 miliardi

    Perdite Banca Intesa: 9,2 miliardi

    Perdite Monte Paschi: 4,6 miliardi

    L'agenzia ha tagliato i rating a lungo termine di sei banche tedesche e della controllata tedesca di un gruppo estero (Unicredit Bank) di una tacca.

    Tempo in Europa: disastroso!

    Ciao!!

  • 9 anni fa

    Si fa sempre di tutto per non fare fallire le banche perchè se falliscono le banche, fallisce l'intero sistema. .

  • Anonimo
    9 anni fa

    @ Luc

    Di solito le tue risposte sono molto migliori di quella data qui:

    1. 250 MM di Euro erano state date Alle banche spagnole e italiane dalla BCE

    2. In italia non sono Mai stati dati dei mutui subprime. Quindi non c'e' nessuna bolla speculativa Sui mutui a differenza degli USA

    3. In italia non c'e' stata una crescita edilizia (l'ultima risale agli anni 70), a differenza della spagna

  • Heinz
    Lv 7
    9 anni fa

    Il crollo delle banche spagnole avrebbe fatto crollare a ruota altri istituti anche in Germania, di positivo c'è che il governo spagnolo almeno formalmente ha mantenuto la sua autonomia decisionale.

    Sulla Grecia ci sarebbe molto da dire, sostanzialmente è stato giustiziato un intero popolo per le illegalità della sua classe politica.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.