Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute della donna · 8 anni fa

Interrompere terapia a base di tamoxifene?

Salve, vorrei chiedere quali sarebbero esattamente le conseguenze dell'interruzione di una terapia a base di Tamoxifene dopo nemmeno due anni, quando dai medici è stata prescritta per cinque anni. Mia sorella ha 30 anni ed ha avuto un tumore al seno abbastanza grande, ha fatto chemio e radio e ora fa l'iniezione di enantone ogni 28 giorni, e ogni giorno prendeva la pastiglia di Tamoxifene. Quali conseguenze potrebbero esserci? Il tumore si ripresenta, se smette di prendere la pastiglia o è meglio così? Ho sentito che il Tamoxifene causa anche depressione... è molto grave smettere di prenderlo?

p.s.: lo chiedo qui perché è molto testarda e credo che nemmeno il parere di un medico potrebbe farle cambiare idea, però sono preoccupata da ciò che potrebbe venire dopo questa sua scelta...

1 risposta

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Senti,io posso solo dirti che sarebbe meglio non interrompere la terapia di tamoxifene. Non è che il tumore si ripresenti,ma,sicuramente questa terapia di 5 anni ti preserva da "recidive".Parlo per esperienza di mia mamma,che ha subito una mastectomia per tumore al seno. Ha fatto pochissime chemio,poi la terapia di 5 anni con Tamoxifene.Tutto è andato bene,sono trascorsi 9 anni e l'unico problema è l'osteoporosi,niente depressione. Auguri per tua sorella.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.