Come il Signoraggio bancario decide le sorti dell'economia globale!?

Domanda ispiratissima dall'utente Temi tu la morte? che ringrazio infinitamente...

&' bene fare chiarezza sulla definizione di Signoraggio bancario e su come gli istituti di credito gestiscono le sorti dell'economia globale...

Supponiamo che l'Italia abbia bisogno di un certo quantitativo di moneta...lo Stato italiano, in quanto tale, non è una banca, quindi non può stampare banconote...può, però, emettere debito pubblico sotto forma di titoli, il cui valore di emissione è prefissato, per esempio 1.000 euro cadauno...

Supponiamo adesso che lo Stato italiano abbia bisogno di 1 miliardo di euro...a questo punto, dopo aver emesso debito pubblico, si rivolge direttamente alla Banca d'Italia, la quale acquisterà il debito pubblico italiano emettendo a sua volta denaro, esattamente pari al valore richiesto dallo Stato italiano, 1 miliardo di euro...

In questo modo, quasi dal nulla, è stata creata nuova moneta...più aumenta il debito pubblico, più uno Stato s'indebita, più le banche centrali emettono nuova moneta di conto...

& se lo Stato italiano s'indebita vuol dire che ha richiesto un prestito che dovrà prima o poi restituire...ma questo prestito dovrà pur essere ritornato sotto forma di ulteriore denaro...sì, ma come?...attraverso la creazione di altro denaro, generando una preoccupante catena senza fine...si creerà così ulteriore denaro dal nulla...ma soltanto attraverso una sorta di garanzia ipotecaria...

A livello del singolo consumatore, è la stessa identica cosa...il cittadino si rivolge ad un istituto di credito, chiede in prestito un determinato ammontare di denaro, per esempio, 5.000 euro, la banca accetta dopo i relativi controlli legati alla solvibilità del consumatore e chiedendo lui le dovute garanzie, darà in prestito il denaro richiesto...

Perché, dunque, le banche americane non hanno fatto lo stesso con i cittadini americani generando di conseguenza la crisi, prima finanziaria e poi economica che tuttora stiamo vivendo?...le banche americane hanno dato in prestito denaro a contribuenti insolventi, ovvero contribuenti che non erano in grado di restituire il prestito a priori!...sono i cosiddetti mutui subprime, prestiti ipotecari pericolosissimi che, se non attentamente erogati a chi può realmente restituirli, generano debiti elevatissimi che minano l'equilibrio economico e bancario...perché le banche americane avrebbero dovuto erogare così tanto prestito?...semplice: semplicemente perché i mutui subprime contengono altissimi tassi d'interesse che naturalmente vanno a favore delle banche!...

"Datemi l'offerta di moneta e non m'interesserà chi governa il vostro paese", asserì Rothschild, uno dei più potenti banchieri di un enorme sistema bancario mondiale...

Si chiama riserva frazionaria!...le banche, dopo aver erogato del prestito, devono per legge mantenere una determinata percentuale di denaro per sé, in modo tale da assolvere ad ulteriori prestiti...ma la riserva frazionaria non fa altro che aumentare la moneta in circolazione generando ulteriore debito...è esponenzialmente inflazionistica, poiché aumenta i prezzi...perché aumenta i prezzi?...perché genera nuova moneta!!!...l'inflazione è una tassa nascosta, ecco perché non potrà mai essere eliminata...fin quando le banche centrali emetteranno moneta, l'inflazione, l'aumento generalizzato dei prezzi, aumenterà in modo scriteriato, generando di conseguenza crisi economiche!!!...

&' il TASSO DI INTERESSE che distorce il sistema monetario!!!...quando lo Stato chiede un prestito base, la banca accetta applicando un tasso d'interesse aggiuntivo da restituire insieme al prestito base...sì, ma come?...dove dovrebbe prelevare quest'ulteriore denaro se il prestito base non lo consente?...

Ecco perché il denaro è debito...il denaro che noi possediamo NON è nostro, è delle banche...se non vi fosse debito pubblico, non vi sarebbe emissione di moneta...NON vi sarebbe denaro in circolazione!!!...perché il denaro è debito...tutti noi siamo debitori dell'altro...dove l'unico creditore è la BANCA!!!

Siamo stanchi di sentir parlare di spread senza che la povera gente sappia il vero meccanismo che c'è dietro...siamo stanchi di essere sfruttati dalle banche...stanchi di lavorare senza riuscire a mettere da parte un pò di risparmi...stanchi di sentir parlare di economia e tassi di equilibrio senza coglierne il senso...stanchi di vivere una vita sotto un'oppressione nascosta e sotto distorsioni monetarie che non vengono criminalizzate ma trattate come legali...stanchi di accettare passivamente le istituzioni che regolano scriteriatamente la nostra vita e la gestiscono soltanto per meri guadagni...stanchi di chiudere gli occhi alle evidenze...

L'economia NON serve per l'arricchimento personale ma per il bene della comunità!...

Come possiamo distruggere questo sistema fraudolento e illegale?...Io una possibile soluzione l'

Aggiornamento:

@scusate per l'ultima frase, ero al completo...

Io una possibile soluzione l'avrei...e voi?...grazie a tutti...buona giornata...universitaria...

Aggiornamento 2:

@MMarans...e i sunk costs dove li metti?...sono i costi sommersi, quei costi che devi comunque sostenere ancor prima di iniziare l'attività produttiva!...nessuno si accollerebbe un rischio economico simile...

Aggiornamento 3:

@Temi tu la morte?...buona idea...ma se annulli il debito pubblico non c'è moneta...se tu decidessi di annullare il debito pubblico mondiale, le banche collasserebbero...il problema è che insieme a loro collasserebbero anche gli Stati finora finanziati...

Aggiornamento 4:

@Marcvs, il tasso d'interesse variabile è il minore dei mali...è una scelta del contribuente, non della banca...

Aggiornamento 5:

@MMarans, grazie, ottimi link...

Aggiornamento 6:

@SSSR, infatti...privatizzare le banche è l'errore più grossolano...il problema è come?...come è possibile nazionalizzare il sistema bancario?...è come se decidessi di nazionalizzare una sorta di monopolio naturale...

Aggiornamento 7:

@CFG6 - Loup garou, ottima argomentazione...ma non è spazzatura complottistica...è un'ipotesi paventata da diversi economisti...però c'è qualcosa che non è chiaro...la pressione fiscale nasce come il rapporto tra l'ammontare delle imposte e il Prodotto Interno Lordo, almeno secondo i dati ISTAT...allora, io mi chiedo...che bisogno c'è di immettere ulteriore tasso di interesse vista la costante pressione fiscale che dovrà essere risanata con ulteriore debito pubblico?...non ha senso!...

12 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Migliore risposta

    Ripasso di macroeconomia:

    Come fa uno stato a ripagare l'interesse se per ripagarlo serve altra moneta e stampando moneta si aumenta il debito?

    Semplice: Non è vero che per ripagare gli interessi serve altra moneta. E' "spazzatura complottistica". Questo meccanismo nasce quando lo stato è sistematicamente in deficit di bilancio, quindi non riesce a pagare gli interessi con il prelievo fiscale, quindi deve emettere altro debito per rifinanziare il debito stesso.

    D'altra parte, bilancialmente parlando, la banca centrale non "crea" letteralmente il denaro dal nulla. Ogni euro dato allo stato corrisponde a un euro di passivo sul bilancio della banca centrale. Quando lo stato restituisce, la posta del passivo si elide con l'entrata attiva. Al netto degli interessi, che comunque le banche centrali rigirano agli stati sotto forma di dividendi e tassazione dedotte le spese di funzionamento della struttura, non c'è "creazione per magia", solo un aumento (o una diminuzione) della base monetaria regolata dal tasso EONIA.

    Perchè le banche americane non hanno fatto i controlli sui cittadini prima di concedere i mutui subprime?

    Semplice: perchè la finanza ragiona con la stessa logica delle locuste e lo stesso orizzonte temporale (una stagione scarsa). C'erano i tassi bassi? Concediamo fidi a tutti, che lucriamo! Peccato che un mutuo duri vent'anni. Una persona che si aspetta che i mutui stiano per vent'anni ai minimi storici o è deficiente o ha ipotizzato di essere già riuscita a scappare con la cassa quando il bubbone scoppia.

    Riserva frazionaria:

    E' veramente causa di inflazione? No. Quello che i signoraggisti si scordano sempre di dire è che una banca può effettivamente prestare 900 a fronte di un deposito di 100 (ipotizzando una riserva frazionaria al 10%, per fare i conti semplici), ma si indebita per 1000 (900+100). Quindi non è che abbia creato moneta da nessuna parte e di conseguenza, in assenza di creazione di moneta, non c'è inflazione.

    "dove dovrebbe prelevare quest'ulteriore denaro se il prestito base non lo consente?": se un privato chiede un prestito, da dove preleva i soldi per pagarlo secondo te?

    Ha uno stipendio, di, mettiamo, 1000 euro e deve restituire quote da 100 euro al mese (capitale più interessi). Dovrà regolare il suo bilancio familiare in modo che ogni mese abbia i 100 euro da restituire. Altrimenti dovrebbe rifinanziare il debito col debito, entrando in un circolo vizioso. Lo stato funziona uguale: ha un suo "stipendio", che sono le tasse pagate dai cittadini, e un suo "bilancio familiare", che è il conto economico intersettoriale generale. Il bilancio dello stato, perchè il debito possa diminuire, deve essere almeno in pareggio. Il deficit è ammissibile, ma non "ab eternum", altrimenti si è costretti al rifinanziamento continuo del debito, che invece dovrebbe essere solo uno strumento per pagare progetti di sviluppo.

    "Siamo stanchi di sentir parlare di spread senza che la povera gente sappia il vero meccanismo che c'è dietro".

    Hai ragione. Però dovremmo, come hai detto, parlare del vero meccanismo che c'è dietro, non delle bufale complottistiche, buone giusto a distogliere l'attenzione delle persone dai problemi reali offrendo soluzioni semplicistiche ed irrealizzabili.

    @universitaria: "che bisogno c'è di immettere ulteriore tasso di interesse vista la costante pressione fiscale che dovrà essere risanata con ulteriore debito pubblico?": al momento, lo stato è la famiglia spendacciona del mio esempio, che sta rifinanziando il debito col debito. Per rifinanziare, deve andare sul mercato, dove ha perso di credibilità. Quindi il nuovo debito deve essere emesso a un tasso più alto. Immagina di prestare soldi a un amico che sai avventato, quindi la probabilità che te li renda è bassa. Vorrai un interesse maggiore, ovviamente, perchè il rischio è più grande. Così si immette, come dici tu, "ulteriore tasso" in un sistema già provato, aggravando la situazione.

    Poi ci sarebbe da discutere se l'italia sia veramente così inaffidabile come suggerisce lo spread o siano manovre speculative.

    Si potrebbe anche fare a meno (non nel brevissimo periodo, ma nel medio sì) di rifinanziare il debito, attivando politiche economiche ben più lungimiranti delle attuali (recupero SERIO di evasione, sommerso, beni della malavita, taglio costi inutili, ecc....), ma sembra che la classe politica attuale sia molto, ma molto poco interessata a queste misure strutturali.

    P.s.: io di economisti di fama che abbiano ventilato in maniera seria la teoria signoraggista come la espongono i signoraggisti non me ne ricordo... ma essendo uno statistico economico ho sempre affrontato la materia più da un punto di vista quantitativo che politico. Magari qualche articolo può anche essermi sfuggito. Se mi dai un minimo di bibliografia prometto di leggermela.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Oh càzzo ma come sai tutte queste cose???

    Bruciamo le bancheeeeee, càzzooooo!!!

    Ahi ahi, uni, ahi ahi!!!!

    @@@alexander non lo sapevo!!! càzzo uni, perché non l'hai detto prima!!! al rogooooo le bancheeeee!!!!

  • 8 anni fa

    Date ad un uomo un passamontagna e rapinerà una banca. Date ad un uomo una banca e rapinerà un paese!

  • Anonimo
    8 anni fa

    Così mi lusinghi ^_^

    Una soluzione? Sembrerà stupido o irreale da dire, ma intanto andrebbe di comune accordo azzerato il debito pubblico dei vari Stati, anche d'oltre oceano. Si ricomincia da capo. Poi ci vorrebbe una moneta MONDIALE, così c'è meno concorrenza, cosa che contribuisce alla crisi.

    E ad ogni modo ci dovrebbe essere un ente internazionale che, se è il caso, valutando attentamente la cosa, possa decidere di ridurre o anche annullare completamente un debito pubblico che uno Stato non può permettersi di pagare....... ma questo suppongo si chiamerebbe Utopia.

    ____________

    Mmmm tu dici? Allora forse la cosa più logica sarebbe tanto per cominciare, che l'ipotetico "Super Ente Internazionale" che si dovrebbe formare oltre la valuta mondiale ( "SEI" per gli amici, *troll*) atto a gestire il denaro mondiale, facesse non un ulteriore prestito ma un DONO monetario(senza pretenderlo indietro) a TUTTI gli Stati indebitati, annullando così il debito che hanno.

    E non sarebbe una cattiva idea "fabbricare" più denaro di quanto ne serva per le emergenze.... poi non so, magari sono un sacco di castronerie quelle che dico, ma rimango sempre dell'idea che l'egoismo umano impedirebbe ogni possibile soluzione proposta

    __________

    Alexander

    Mi sono perso un passaggio.............hai un amico nel futuro? xD

    O sarà amico tuo in futuro? xDDDDDDDD

    Ahahaha! Scusate l'Off Topic

    _______

    Ah ecco, ok alexander, capisco ^_^

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    8 anni fa

    Buongiorno Universitaria.

    Io ce l'ho la soluzione, ma non so quanto ti potrebbe piacere (visto che sei una economista).

    Come dicevo anche nell'altra domanda... basta produrre a costo zero tutti i beni ed in numero molto maggiore del consumo che se ne ha.

    Facciamo un esempio... poi se hai capito magari lo puoi riformulare in termini economici.

    Prendiamo il grano. Ci siamo. Facciamo che il consumo di grano sia X e che per produrre questo grano alla fine si spende Y, ricavando Z.

    Ok?

    Tramite terrazzamenti tecnologici a lunga durata ad impazzo ambientale zero e autosostenuti a livello energetico tramite torri solari produciamo una quantità di grano pari a 1000X.

    Avendo un consumo di W il primo anno... Sarai quindi obbligata a vendere il tuo grano a zero, perchè economicamente non ha valore. In pratica in questo modo non ha più senso definire un costo del grano, perchè se ne avrà talmente tanto che risulterebbe antieconomico.

    In pratica (escludendo W) avrai che X,Y,Z tenderanno allo zero matematico.

    Estendi questo ad ogni cosa, e vedi che risulterà inutile sia la moneta che la proprietà degli oggetti, in quanto facendoli ecologici, riciclabili, semplicemente li butti e te ne prendi un altro a costo zero (ed inoltre ad impatto zero).

    Naturalmente questa è solo una teoria, in quanto sai benissimo che non si potrà cambiare questo sistema economico.

    Buona giornata.

    @universitaria: Ti linko le pagine di wikipedia che parlano di questo progetto.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Venus_Project

    O anche questo (io però preferisco il Venus Project, anche se sono molto simili)

    http://it.wikipedia.org/wiki/Movimento_Zeitgeist

  • Mr.Me
    Lv 5
    8 anni fa

    brava universitaria. Io concordo, anche io avevo letto di queste cose è vero

  • 8 anni fa

    Il fatto che viviamo in una economia fuori di ogni logica, dovrebbe essere ben impresso nella mente di tutti.

    Sulle banconote dovrebbe esserci scritto quanto noi siamo debitori nei confronti delle banche, che alla fine sono le uniche che guadagnano in questo sistema.

    Il fatto che uno stato possa indebitarsi praticamente senza limiti è una cosa che non ho mai sopportato da economista aziendalista. Quando si è costituita l'Ue mi sono detto: bene, finalmente ci saranno dei limiti dall'indebitamento. Invece, il nostro debito sfiora oramai i 2000 miliardi, e raggiungeremo il pareggio solo nel 2014. Gli Usa, una delle nazioni più produttive della terra, è quella più indebitata. Sembra palese che qualcosa non quadri.

    Destabilizzare questo sistema non è semplice. Sopratutto quando il governo è composto da persone - banchieri che fanno leggi obbligandoti ad aprirti in pratica un conto corrente bancario.

    Una mossa del popolo sarebbe quello di limitare i risparmi nelle banche, ma non so quanto disastrosa potrebbe essere la situazione. Cioè, collasserebbe tutto il sistema, creando un disfacimento completo dell'economia.

  • SSSR
    Lv 4
    8 anni fa

    Quale soluzione universitaria? Io vedo solo un vicolo cieco!!

    Non intendendomi di economia, non saprei come rispondere adeguatamente, sapevo della riserva frazionaria, e l'unica cosa che so a grandi linee e che si potrebbero nazionalizzare le banche, evitando così questo processo di prestito obbligato con tassi di interesse

    E' assurda questa ridicola logica neo liberista! Ma guardate in che mondo viviamo!

    E sicuramente in africa sono poveri, perchè i debiti sono talmente alti che le banche non concedono neanche prestiti per immettere denaro in circolazione...

    Che bella degenerazione della democrazia è la plutocrazia!

  • Marcvs
    Lv 6
    8 anni fa

    In America hanno fatto peggio di così usando gli interessi a tasso variabile, pure con gente immigrata.

    Un saluto!

  • Tabish
    Lv 7
    8 anni fa

    William P. G. Harding governatore della FED (1923-1927) ha detto (cito a memoria): "se le persone conoscessero il nuovo sistema di creazione del denaro scopierebbe la rivoluzione prima di domani mattina".

    Ritengo che questa frase basti a dare un'idea di quello che è stato fatto all'umanità da parte di governanti insipienti, politici corrotti ed individui avidi, ma se non bastasse varrebbe la pena leggere ciò che il Presidente USA Woodrow Wilson (Senato documento 23, Congresso 76a, 1 ° sessione, p. 100) (cito a memoria):

    "siamo diventati uno dei peggiori stati, che insieme agli altri governi completamente controllati dominano la maggior parte del mondo civilizzato. Il nopstro non è più un governo di libere opinioni, non è più un governo nato dalla convinzione e dal voto della maggioranza, ma è un governo controllato dal parere e dalla coercizione di un piccolo gruppo di uomini dominanti."

    Questo è quello che ha detto solo pochi anni dopo aver firmato la trasformazione in legge del Federal Reserve Act del 1913. Aveva capito che il mostro era stato scatenato e non si sarebbe mai più fermato!

    Non abbiamo molte armi per uscire dalla situazione attuale se non con la distruzione dell'attuale sistema economico e non penso che qualcuno voglia essere il responsabile di rivoluzioni a ripetizione e milioni di morti.

    Per ora possiamo solo, come singoli, provvedere a diffondere la conoscenza del denaro=debito e sempre come singoli smettere di comprare a credito e/o a rate.

    Meno debiti faremo meno potere daremo ...

  • Anonimo
    8 anni fa

    Domanda molto interessante. Conosco il meccanismo del signoraggio.

    Io per risolvere il problema proporrei di abolire il signoraggio, creare una banca di stato che abbia il compito di stampare moneta e di abolire l' usura, cioè gli interessi sui prestiti e di abolire le banche private

    L'usura è una truffa legalizzata per fregare il patrimonio della povera gente, perché in realtà i soldi degli interessi, non esistono e se qualcuno non sarà in grado di restituire i soldi alle banche, fallirà miseramente e queste si impossesseranno di tutti i beni del debitore.

    E' uno schifo il nostro sistema economico e secondo me non durerà ancora a lungo. Se non faranno qualcosa di concreto per risolvere il problema alla radice, io credo che prima o poi ci sarà una rivolta mondiale con un' ennesima guerra. Quando la gente è disperata, e non ha più nulla da perdere, beh

    è proprio in quei momenti che si scatenano le guerre civili.

    Io spero che succeda il più lodano possibile, ma vedo i politici di tutto il mondo non rendersi conto di quello che sta succedendo, sembra che vivano su di un altro pianeta.

    Fonte/i: Banche=sporchi ladri Stato=colluso con le banche
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.