Miroslav ha chiesto in Giochi e passatempiHobby · 8 anni fa

Domanda tecnica sul softair?

Salve ragazzi! Volevo sapere se nelle partite softair esiste, per così dire, una "categoria" piuttosto "scarna" dal punto di vista dell'attrezzatura, ovvero poniamo il seguente esempio: può un giocatore armato di sola pistola (ed ovviamente tutto l'equipaggiamento necessario come il biberon con i pallini di rifornimento e la bomboletta di gas (nel caso delle pistole che non sono a CO2), l'immancabile mimetica, elmetto, protezione facciale ed anfibi avere un ruolo all'interno di una partita? Io so che nelel partite c'è comunque sempre la figura del cecchino che porta con sé comunque l'arma secondaria, cioè una pistola di solito, ed ha un ruolo ben diverso per esempio da un giocatore armato di fucile da assalto che può spararea raffica. Lo so, solo con una pistola forse è veramente poco, ma mi chiedevo se esiste una "figura" che volendo possa partecipare anche solo armato di pistola ed agire secondo quello che gli concede il tipo di arma, in questo caso una corta in cui la lunga distanza non è richiesta (per quello ci pensano i fucili di tutti i tipi come nella realtà del resto). Un cecchino di solito fa un lavoro di mimetizzazione e si muove sempre nell'ombra, il suo obiettivo è neutralizzare il nemico a distanza senza essere visto, la pistola la userebbe solo se deve "salvarsi" in un momento in cui il fucile non è in condizioni di sparare in quel dato momento (scarico e non c'è tempo di ricaricare durante un imboscata o attacco improvviso etc). Se invece non ha alcun senso partecipare potendo contare solo su una pistola in quel caso significa che non c'è un ruolo per una squadra che agisce solo con la pistola diciamo...

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Migliore risposta

    Le partite possono avere obiettivi diversi: si va dal conquistare la bandiera altrui, ad effettuare vere e proprie pattuglie di ricognizione per conquistare obiettivi di diversa natura (bandiere, testimoni, materiali, eccetera) naturalmente "neutralizzando" gli avversari bersagliandoli con le apposite armi giocattolo ed eliminandoli così dal gioco.

    Per motivi di sicurezza è assolutamente d'obbligo per chi gioca indossare almeno degli occhiali protettivi, o meglio ancora delle maschere integrali per proteggere tutto il viso (dette "gran facciali").Per il resto potrebbe anche giocare nudo se lo volesse [3] .

    Nonostante la pratica preveda l'uso di protezioni adeguate e le armi siano di potenza assai ridotta, si tratta pur sempre di uno sport in ambiente aperto, per cui possono verificarsi occasionalmente incidenti come slogature e graffi. Se non si rispettano le norme di sicurezza basilari (uso di protezioni e della sicura delle armi quando non in gioco, tiro solo da distanza superiore ai 9-10 metri) è possibile anche che vi siano infortuni agli occhi o ai denti, ma si tratta di casi poco frequenti e facilmente evitabili se lo sport è praticato con attenzione e soprattutto con le dovute protezioni, come maschere facciali in neoprene, occhiali con lente doppia, elmetti di vari modelli e nazionalità, protezioni specifiche per le parti del corpo più deboli.

    La particolarità di questo gioco è l'essere basato completamente sulla correttezza del singolo giocatore, dato che non esiste alcun modo per provare oggettivamente che l'avversario sia stato colpito o meno: è dovere del giocatore, nel momento in cui avverte l'impatto del pallino avversario, alzare la mano, smettere di sparare e gridare colpito, morto, o preso (autodichiarazione) e quindi abbandonare l'area di gioco, evitando di collaborare e comunicare in alcun modo con i propri compagni ancora impegnati nell'azione.

    Chi agisce disonestamente viene ironicamente definito Highlander (dal famoso film basato sulle vicende degli scozzesi immortali) e una volta individuato può essere discriminato ed emarginato dagli altri giocatori; può anche essere espulso dal gioco o, nei casi più gravi, dall'Associazione di appartenenza.

    L'autodichiarazione è anche importante al fine di evitare inutili e continue raffiche di pallini ai danni del giocatore stesso.

    Attrezzatura

    Un "biberon" di pallini.

    Una batteria per un' ASG.

    Degli occhialini protettivi.

    Durante il gioco viene usata un'attrezzatura minima, composta in genere da:

    una replica di arma da fuoco ad aria compressa (a gas, a molla con caricamento manuale o elettrico), in grado di sparare pallini da 0.2 g o superiori (più sarà alto il peso del pallino più sarà preciso ma meno lontano andrà) e 6 mm in plastica biodegradabile a non oltre 0,99 joule di energia (limite imposto dalla Legge per le "armi giocattolo").

    uno o più caricatori per l'arma, e relativi pallini

    occhiali di protezione o maschera, per proteggere il viso da eventuali urti e dai pallini

    una tuta mimetica

    scarponi da montagna o anfibi

    un gilet tattico per portare in modo pratico l'equipaggiamento

    A questa attrezzatura base, i giocatori più esperti spesso aggiungono attrezzature più avanzate:

    una seconda replica di differente tipologia (ad esempio, una pistola), con le medesime caratteristiche della prima

    una mimetizzazione aggiuntiva, come una ghillie, un telo mimetico, un cappello con fronde ecc.

    una radio ricetrasmittente, in grado di operare su frequenze civili

    ginocchiere e/o gomitiere

    un binocolo

    una bussola

    un GPS

    una torcia con gelatina rossa e verde per segnalazioni

    una torcia da collocare sul fucile (per missioni in carenza o assenza di luce, come le notturne)

    colpi traccianti per le missioni notturne

    orologio

    camel back, una borraccia a vescica della capacità di 2 o 3 litri, posizionato sulla schiena o sullo zaino e dotato di apposita cannuccia.

    un visore notturno

    per i cecchini, un'ottica di precisione

    granate e mine ad aria compressa o sonore, innocue, che fanno rumore o lanciano pallini a breve distanza

    lanciagranate che spara una rosa di pallini a distanza, da montare sottocanna

    fumogeni di libera vendita

    un silenziatore

    NOTA MOLTO MOLTO BENE: 10 PUNTI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • 8 anni fa

    La cosa è semplice: se riesci a colpire l'avversario va bene, se no no. XD

    A meno che tu non giochi in club o in circuiti che richiedono setup particolari (e quindi anche ruoli particolari), non è molto importante il tipo di equipaggiamento che ti porti dietro se questo si rivela comunque funzionale. In un campo urban, ad esempio, non c'è cecchino che non lascerebbe a riposo il suo metro e dieci di L96 per una più comoda e versatile pistola.

    Non esistono ruoli "standard" che richiedano come unico equipaggiamento una pistola, ma il softair non è la guerra e alla fine, nel nostro ambito, puoi fare tutto quello che ti pare.

    Se ti interessa comunque dare un senso alla presenza in campo di un tizio armato di sola pistola, puoi sempre proporre una partita con una storia dietro, e fare la parte dell'agente di scorta, del VIP, o di qualsiasi altra cosa ti venga in mente e che possa giustificare un equipaggiamento ridotto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.