promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureGalateo · 8 anni fa

Galateo e Arte della Caccia............?

abbigliamento...? (come conciliare eleganza e praticità...?)

armi...? (vintage o moderne...?)

cani...? (quali usare...?)

selvaggina...? (cinghiali, lepri e fagiani sono trofei abbastanza prestigiosi o bisogna puntare esclusivamente a volpi e cervi...?)

caccia esotica...? (orso polare o elefante..?)

favorevoli all'utilizzo del furetto per la caccia al coniglio selvatico...?

la bestia abbattuta dovrà essere mangiata o imbalsamata...?

facciamo chiarezza su questa nobile disciplina.

10 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    Punto di partenza: la caccia sta agli antenati come l' idiozia sta all' uomo moderno.

    Se quindi un distinto "pidocchio rifatto" vuole andare a caccia, deve anzitutto indossare o la tenuta (autentica) in uso per la caccia alla volpe, oppure qualcosa che lo distingua dalla bassa plebe. Nel primo caso, dovrà comprare l' abbigliamento da quelli che furono i fornitori della casa reale inglese: anche dopo il divieto di questo tipo di caccia, qualcosa (magari non pagato) sarà forse rimasto loro. Se tale abbigliamento è scomodo o disadatto all' ambiente, non fa niente: l' importante è l' apparenza.

    Nel secondo caso, sentendosi molto "macho", si abbiglierà "alla selvaggia", per mettere in bella mostra il fisico: pelli d' orso, calzari di pelli di qualcosa (pure di cane randagio, all' Est li stanno sterminando e anche comprarne uno già morto quasi certamente non costa niente), capelli lunghi legati a "coda", mascella volitiva, occhio penetrante (mi raccomando, trucco e parrucco accurati, prima della battuta!). Tutto il resto non conta. Non importa quello che il sor pidocchio uccide, dalla formica all' elefante (assassinati dai servi) tutto va bene. Quindi, sotto con spari a tutto ciò che sembri appena muoversi: cani, gatti, conigli, furetti, elefanti e marmotte, oche, cigni, yak, gazzelle dalla coda nera, stambecchi "argali", cammelli selvaggi "khavtgai", asini selvaggi, la pecore "argal" del Gobi, passeri e lucertole.

    Infatti non si caccia certo in Italia, non "fa fino". E' preferibile andare in Ungheria o, meglio, in Mongolia. Lì con tre soldi di mancia- se si ha il passaporto "giusto"- si prendono anche gli animali teoricamente protetti, come p. es. i cavallini di Przewalski.

    Il bravo "pidocchietto" in genere non caccia: manda i locali prezzolati. A loro lascia anche le bestie da spellare (la pelle la vuole lui) e mangiare (così si sente "benefattore" perchè pensa di fornire loro il cibo). Se qualche volta si abbassa, giusto per passatempo, spara dal fuoristrada o dall' elicottero.

    Alla fine di tutto, un bel video che lo immortali come "cacciatore delle steppe" con tanto di trofeo ucciso, con appena qualche schizzo di fango realizzato con plastico Das.

    Le pelli verranno spedite separatamente al proprietario, che nel frattempo sarà ritornato alla sua vita moscovita, o milanese, o shanghaiese, o di chissà dove; e serviranno a sollevare cori di (falsa) ammirazione nelle escort, immancabili nei distinti ritrovi di questo genere di persone. L' ambiente? Chissenefrega: basta goda il pasha. Gli animali? Chissenefrega doppio: quelli sono cose!

    @ L' Avvocato: questa domanda sarebbe provocatoria? Ma come: se gli animali sono cose, non possiamo sterminarli per il puro piacere di farlo, meglio se violando ogni norma di sensibilità e buon senso umani? Questa domanda sarebbe anacronistica? Guarda guarda: anche i "cacciatori" russi e giapponesi dicono che è anacronistico mettere limiti alle loro cacce tanto ecologiche....

    Fonte/i: Racconti sentiti in Mongolia da "cacciatori" che vivono accompagnando e organizzando tours di caccia.
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Per quanto riguarda abbigliamento ed armi hanno già risposto esaurientemente FataZucchina e shirin3006, mettendo in evidenza due modi differenti ma condivisibilissimi di interpretare e vivere l'arte venatoria.

    Cani e furetti non si usano più: al giorno d'oggi un qualsiasi cacciatore che si rispetti deve avere questo https://www.youtube.com/watch?v=W1czBcnX1Ww

    Youtube thumbnail

    Si opti sempre per la caccia di animali rari, protetti e in via di estinzione: essi non sono infatti altro che oggetti al nostro servizio. E poi vuoi mettere la soddisfazione di cacciare l'ultimo esemplare di bisonte europeo?

    La preda sarà poi impagliata ma solo nel caso si tratti di animali di grandi dimensioni https://www.google.it/search?q=eland&hl=it&prmd=im...

    quelli più piccoli fanno poco trofeo e poi non arredano a dovere la sala.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    nudo

    meglio pistola, ma anche un bel pugnale stile rambo, doppia lama va bene

    cani? e che te ne fai? non servono

    l'uccelllo!

    spara sull'uccello! al limite dacci un taglio!

    puoi mangiarlo a fette fritto in pastella, se vuoi puoi tenere la pelle, imbottirla e ricostruire la bestia, dovrebbe dopo servire come surrogato!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Innanzitutto complimenti per la scelta di questa attività così nobile, sei un vero uomo, non meno virile dei selvaggi cavernicoli che andavano a caccia del mammut.

    Proprio a loro puoi ispirarti per il tuo completo, sarà un assoluto must vintage. Ti consiglio un gonnellino di pelle di leone (rigorosamente cacciato da te), praticissimo per le tue zone virili. A questo puoi abbinare una fascia superiore di pelliccia di ermellino e un mocassino scamosciato color verde rugiada trattato chimicamente. Non dimenticare un profumo Floris, in modo da mimetizzarti con la natura ed essere un vero gentiluomo chic.

    Se sei alle prime armi (ohohoh) ma dove vai? Fai prima esperienza!

    Assolutamente volpi, cervi, elefanti, leopardo per avere un gonnellino diverso l'anno prossimo e volendo una zebra per il cappellino. Ti consiglierei anche la caccia delle balene, non è ancora scientificamente provato che chi si circonda di oggetti enormi deve compensare altezza o lunghezza, ciò quindi non sminuirà in alcun modo la tua mascolinità.

    L'animale va steso, in tutti i sensi: abbattuto e trasformato in meraviglioso tappeto da esporre con orgoglio ai propri ospiti.

    Ora scusami ma vado a vomitare.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    8 anni fa

    abbigliamento...? casual, mi sta bene tutto

    armi...? i miei occhi, il mio fisico statuario e la mia intelligenza

    cani...? non ne ho bisogno, al massimo cuccioli o animali sfìgati che fanno tenerezza

    selvaggina...? veganelle, poi se non è stagione vegetarianelle e se è proprio magra onnivorelle

    caccia esotica...? le mulatte dell'america latina hanno quel fascino (e quel cùlo)....

    favorevoli all'utilizzo del furetto per la caccia al coniglio selvatico...? le conigliette hanno spesso le tette rifatte, non mi abbasso.

    la bestia abbattuta dovrà essere mangiata o imbalsamata...? la bestia sarà sottoposta a numerosi e fantasiosi trattamenti

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    Direi che qui potrai già trovare la risposta a molti tuoi quesiti:

    http://www.youtube.com/watch?v=4REMVopqSR0

    Youtube thumbnail

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • .
    Lv 7
    8 anni fa

    Allora diciamo subito che andare in giro ad ammazzare per divertimento è raccapricciante.

    Comunque dubito che i signorini perbene vadano a caccia: dovrebbero alzarsi presto, sporcarsi di terra, poi spellare l'animale ucciso sporcandosi anche di sangue...naaahhh, non è cosa per loro. Forse manderanno gli schiavi a fare lo sporco lavoro.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • ulisse
    Lv 6
    8 anni fa

    Se sei un cacciatore la tua domanda mi sembra alquanto futile visto che dovresti già sapere tutto sull'argomento. il vero cacciatore sa benissimo cosa indossare per quale occasione/stile di caccia/ luogo/ stagione etc... idem per quanto riguarda armi, cani etc..

    mi sembra una domanda da vero profano,. oppure, è lecito sospettare, da bracconiere ignorante...

    mah...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 3 anni fa

    ovvio che sono d'accordo. Ciò che invece ci sfugge è che ragazzi che a casa sono "in line with bene" non lo sono altrettanto nei rapporti sul information superhighway o con gli altri ragazzi. Come se avessero una doppia vita sulla quale è difficile intervenire. Sicuramente, crescendo, cambieranno il modo di esprimersi. O almeno lo spero. cari saluti a tutti

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    8 anni fa

    Anche i più convinti cacciatori stanno smettendo di andare a caccia, quindi questa domanda suona non solo provocatoria ma anche anacronistica.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.