Anonimo
Anonimo ha chiesto in SaluteSalute - Altro · 8 anni fa

Pidocchi? Aiuto, sono in difficoltà :(?

Allora.. Ho i pidocchi da qualche settimana, non riesco a toglierli con lo shampoo e il gel apposta.. Anftir credo si chiami.

Mi mamma non ha più intenzione di spendere soldi per i pidocchi (non è che ce ne siano tanti di questi tempi), il problema è che andando in vacanza con i miei amici ci sono i controlli prima di partire e io non voglio fare sapere a tutti che ce li ho :( ho letto in un blog che una certa Maria credo si chiami ha pubblicato un libro sulla cura e prevenzione e che ha funzionato per molte persone che l'hanno provato. Il problema è il costo.. non posso prenderlo :(

Qualcuno potrebbe dirmi cosa spiega quel libro, magari anche per posta, non è un problema? Sto impazzendo, non voglio che i miei amici lo scoprano, perchè conoscendoli mi terrebbero a distanza per settimane :(

Grazie mille.

Aggiornamento:

Ps: sono una femmina, ho 13 anni.. I controlli li fa un'addetta apposta quindi è improbabile che non li veda. Già provato con l'aceto, stasera provo la piastra. Tagliarmeli, bhe lo farò solo come ultima scelta. Ripeto: se qualcuno ha letto quel libro e riesce a spiegarmelo.. Grazie!

3 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Migliore risposta

    L'aceto diluito in acqua li uccide.

    Ok... lo so poi puzzerai di aceto e quindi dovrai fari una doccia ma è l'ultima spiaggia! Se non ci credi proma provalo e poi, se voui, ma solo se vuoi, mi puoi dare i 10 punti.

    Se non vanno via tagliati un po' i capelli (se sei un maschio, sei un maschio?).

    Se sei un ragazzo vai dal piediatra e qualcosa ti dirà... vai da quello della mutua se non sei un bambino, non costa niente.

    Oppure te li tieni, nessuno se ne accorgerà se tu non dirai niente e se li dovessi attaccare non sapranno mai da chi li hanno presi!

    Ciao

    Queste sono informazioni prese da un sito che dovrebbe essere serio:

    Cura e rimedi contro i pidocchi

    Per prima cosa sarebbe sempre bene scegliere con oculatezza il prodotto da usare, magari facendosi consigliare dal farmacista; tra le preparazioni ad uso topico sono da preferire creme, gel o schiume, anziché le lozioni che potrebbero risultare molto irritanti in special modo per i bambini e per alcuni soggetti asmatici.

    Poi il solo uso dello shampoo non è consigliabile in quanto il tempo di contatto con il cuoio capelluto è molto breve e poi perché il principio attivo si diluisce con l’acqua rendendolo meno efficace.

    Una soluzione meccanica?

    E’ allo studio di un equipe americana un pettine-phon, ossia un pettine a denti fitti in grado di emanare aria calda a 60° che passandolo tra i capelli per una mezz’ora sarebbe in grado di distruggere il 98% delle lendini ed l’80% dei pidocchi adulti. Sembra che il suo principio d’azione sia proprio il calore che, passando sul parassita, ne induce un’alterazione strutturale costringendolo a morire per disidratazione. Non è purtroppo ancora disponibile in Italia.

    Infine il tagliare i capelli non è un’azione molto utile, se non si opta per il taglio a zero dei marines…

    Una parte importante del trattamento è la rimozione delle lendini dopo l’applicazione del prodotto.

    È possibile rimuovere le uova con un pettine fitto. Prima di fare questa operazione, strofinate l’olio d’oliva nei capelli o fate passare il pettine di metallo attraverso la cera d’api. Questo contribuisce a rendere le uova più facili da rimuovere.

    I pettini di metallo a denti molto fini sono più forti e più efficaci di quelli fatti di plastica.

    La rimozione delle uova, può impedire il ritorno dei pidocchi se il farmaco non riesce a ucciderli tutti.

    Curate i bambini e gli adulti affetti dai pidocchi prontamente e accuratamente.

    Lavate tutti i vestiti e la biancheria da letto in acqua calda con del detergente. Questo aiuta a prevenire la diffusione dei pidocchi anche alle altre persone durante il breve periodo in cui pidocchi possono sopravvivere al di fuori del corpo umano.

    Ripetere la pettinatura contro le lendini dopo 7-10 giorni, ossia il tempo di incubazione delle uova.

    Possibili complicazioni

    Alcune persone svilupperanno una infezione secondaria della pelle dovuta ai graffi: in questi casi degli antistaminici prescritti dal medico possono all’occorrenza contribuire a liberare dal prurito ed un eventuale trattamento antibiotico locale porterà alla risoluzione dell’infezione.

    Quando contattare un medico

    Chiamate il vostro medico di famiglia se i sintomi continuano dopo il trattamento a casa,o se si osserva pelle infiammata e fragile, segno di una possibile infezione.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    se ce li hai da tanto tempo vuol dire che si sono abituati ai prodotti prrova ad andare in farmacia magari loro ti dicono cosa fare

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    OH MIO DIO! PUSSA VIA!!! TZè TZè...

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.