Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Musica e intrattenimentoMusicaRap e Hip-Hop · 9 anni fa

Produrre beat come un tempo?! 80's , 90's Rap Oldskool ?!?

Ciao a tutti. è da ormai un periodo di tempo che cerco di "capire" come funzionava il mixing, scratching,recording,compionatori e tutto il resto del mondo Rap Oldskool ai suoi tempi d'oro !

Solo che essendo ignorante in materia ho chiesto a voi di illuminarmi il più possibile su cosa bisogna comprare, fare, studiare o farsi nozioni a proposito... Vorrei imparare a produrre beat in casa con i strumenti a mia disposizione se sapessi quali e come usarli ! Vorrei capir bene come funziona il vinile, come poterci registrare sopra e come usare al meglio il mixer o almeno capire il suo funzionamento, che tipo di hardware occorrono e tutto il resto..

10 punti sicuri ! Illuminatemi su tutto il campo :)

5 risposte

Classificazione
  • 9 anni fa
    Risposta preferita

    punto uno registrare vinili non è una cosa che puoi fare a casa oppure lo potresti fare con i macchinari adatti che costano qualche decina di migliaia di euro. registrare su cd è molto più alla tua portata visto che ti basta un masterizzatore qualsiasi.

    realisticamente non hai bisogno di nessun hardware a parte il tuo computer per iniziare a produrre musica. invece per creare un piccolo studio in casa ti serviranno il computer con un software adatto(cubase, logic, live, pro tools), una scheda audio dedicata, delle casse monitor e un controller tipo tastiera midi o pad che viene buono. se vuoi anche registrare le voci ti servirà un microfono. fine.

    negli anni 90 e 80 si produceva con i campionatori e le drum machine. cerca informazioni riguardo all'sp 1200 e al mpc 60, sono le macchine che dovrebbero interessarti di più. leggi i dettagli tecnici e confrontali con le versioni base delle macchine più usate al giorno d'oggi(tipo mpc 1000, che comunque è vecchio di quasi 10 anni...) e renditi conto di quanto erano limitati, sia per quanto riguarda la varietà che la qualità. negli anni 90 si cominciavano ad usare i computer assieme ai campionatori perchè coi computer e i file è tutto più comodo e semplice da gestire. ad esempio ricordo che fritz da cat diceva di aver prodotto l'album omonimo con un akai s950 e un computer amiga.

    in sostanza comunque il metodo di produzione musicale "old skool" sarebbe campionare da vinile e risuonare i campioni. lo strumento migliore per fare ciò è l'mpc, nato per questo e utilizzato(o come mpc vero e proprio o come controller midi coi pad) da praticamente tutti i produttori.

    lo scratch centra poco o niente con la produzione, è un mondo a parte quello del djing. spiegato molto semplicemente consiste nel fare dei movimenti con le mani, una sul vinile e una su un fader, per ottenere un determinato effetto sonoro. negli anni 80 il livello tecnico era basso, nei 90 è arrivata della gente che ha cambiato tutto radicalmente.

    ------

    @rafxwr: piano...ci sono delle distinzioni da fare.

    ci sono dei macchinari che permettono lo stampaggio casalingo dei vinili, ma non è la stessa cosa dei vinili che compri in negozio. il vinile deve subire un processo industriale tramite macchinari appositi, in casa si può stampare saltando parte del procedimento con conseguente risultato più scarso. si tratta comunque di macchinari da qualche migliaio di euro nei casi migliori perchè i componenti quelli sono, punte di diamante, placche in metallo e supporti...

    dipende da cosa devi farci con il vinile comunque. magari potevano essere utili per dei dj che si potevano fare i battle break personali, ma tanto ormai si usa il serato, è tutto digitale ed è molto più comodo. oltretutto con questi macchinari non industriali si ha perdita di qualità per quanto riguarda il suono, con tagli non indifferenti alle frequenze. se il vinile si usa perchè permette di ascoltare musica alla massima qualità possibile che senso ha stampare con una macchina che rovina il suono?

    non so a quale macchina tu ti riferisca, io comunque sono andato a cercare il vrx 2000 della vestax di cui avevo sentito parlare malissimo(riguardo appunto al taglio delle frequenze) e i prezzi che ho trovato stanno attorno ai 10mila euro.

    se una macchina del genere permette di ottenere una qualità così bassa non voglio neanche immaginare cosa può venire fuori da una macchina da 200 euro.

    ...che poi con 200 euro non ci compri neanche la punta in diamante per incidere il solco mi sa...

    in ogni caso per stampare su vinile bisogna seguire delle regole diverse rispetto al digitale per quanto riguarda il mastering perchè ci sono dei limiti fisici(ad esempio il rapporto volume-durata) e delle caratteristiche del supporto da tenere a mente, inutile complicarsi la vita così per produrre musica.

  • Davide
    Lv 4
    9 anni fa

    Allora ora come ora la produzione viene fatta su software che permettono la creazione digitale di prodotti, volendo anche servendosi semplicemente del proprio pc. Infatti oggi la "composizione" è affidata ai SEQUENCER quali Cubase, Logic Pro, Reason, FL Studio e altri. Questi sequencer, che altro non sono che dei programmi eseguibili sul personal computer o anche su un portatile, permettono di riprodurre i suoni reali tramite i VST quindi tu non hai bisogno materialmente di tastiere, synth, ecc. per poter riprodurre un suono. Quindi in fase di produzione di un beat, oggi può bastare anche semplicemente il pc di casa tua.

    Tornando alla tua domanda sull' OldSchool, parecchi anni fa la produzione si basava sul campione, ovvero su una canzone incisa sul vinile (solitamente di genere soul, funk, blues, jazz). Dal campione si procedeva di solito in 2 modi diversi:

    1)SELEZIONE DI UN LOOP: si sceglieva una battuta della canzone, la si pitchava(ovvero si cambiava tonalità), la si metteva a tempo e, dopo le varie modifiche, la si metteva a loop per tutta la canzone, dando la melodia di base;

    2)CHOP ovvero "taglio" del sample...si prendevano varie parti del campione e le si componevano a piacere per creare una nuova melodia di fondo che potesse suonare bene.

    Tutto ciò si faceva tramite giradischi e campionatore...ci volevano un sacco di soldini, di impegno e di bravura...i primi tempi non si usavano i pc, non esistevano programmi creati apposta.

    Oggi non c'è più bisogno di fare questo...certo si campiona ancora ma molto spesso non ci si serve più del vinile, difficile da trovare, e neanche del giradischi ma basta avere il campione in formato audio digitale di buona qualità e lo si lavora direttamente dal sequencer.

    Come hardware diciamo che ti basta una tastiera midi e, se vuoi, di un pad tipo un MPD 18 per poter sentire meglio il campione quando lo vai a suonare e riassemblare...ottima sarebbe anche una scheda audio esterna, ma puoi servirti i primi tempi della ASIO4ALL, scheda audio virtuale.

    Il mixer invece è suddiviso in "canali": ad ogni canale solitamente viene assegnato uno strumento, così da poterlo gestire(quindi puoi dare effetti al tuo strumento oppure puoi abbassare il volume dello strumento se serve o disattivarlo)...anche questo può essere fatto in maniera virtuale, servendoti dei vari mixer che ti offrono i software dotati di un numero molto elevato di canali.

    Se ti avvicini adesso alla produzione, il percorso all'inizio sarà lungo...per prima cosa scegli un sequencer(Io personalmente ti consiglio FL Studio 10, abbastanza intuitivo e con un ottimo potenziale) e vedi come te la cavi. Bella!

  • Anonimo
    9 anni fa

    posso darti un consiglio?quella musica li nn va più...devi rinnovarti....fare le cose vecchie non porta a niente

  • 9 anni fa

    qui esa ti spiega come usare un camponatore e anche quello che vuoi fare te, cioè registrare sopra e scratcharlo, comunque se ti va poresti anche usare un computer dotandolo di tastiera e posizionando i campioni sulle note a tua scelta per suonarli e registrare...

    http://www.youtube.com/watch?v=OFvqAJVudA0

    http://www.youtube.com/watch?v=QuhLsSeEcuU

  • 9 anni fa

    ***** dite, per registrare su vinile, conosco uno strumento mi pare compatibile solo con Mac che converte i CD in vinili, costa all'incirca un centinaio massimo 200 euri...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.