contro la crisi cosa possiamo fare?

parlano sempre di quello che devono fare le aziende, i ricchi... ma noi semplici operai, commessi, impiegati dipendenti cosa possiamo fare proprio nel concreto per "dare una mano" a risollevare il Paese?c'è qualche cambiamento nel nostro fare quotidiano che può essere d'aiuto?

7 risposte

Classificazione
  • 8 anni fa
    Risposta preferita

    la crisi è causata, oltre da un calo del reddto dovuto all'austerità, in buona parte da una componente psicologica, ovvero manca la fiducia nel futuro (non a caso uno dei principali indici anticipatori del ciclo econoimico è la cosiddetta "fiducia dei consumatori") ed essi tirano i remi in barca, ovvero rimandano acquisti importanti pure se ne avrebbero necessità e capacità di spesa adeguata e così rimandano e accantonano quelle somme per possibili tempi peggiori. Questo tipo di comportamento, moltiplicato per milioni di famiglie, provoca (contribuisce a provocare insieme agli altri fattori come il citato calo di reddito, l'inflazione, l'aumento dei carburanti ecc.) il crollo dei consumi a cui stiamo assistendo che a sua volta, nel classico circolo vizioso economico, provoca ulteriore calo di reddito da disoccupazione, calo del gettito fiscale ecc. Chiedi cosa può fare il cittadino comune, bene, direi che non dovrebbe farsi spaventare troppo dalla strombazzata crisi, che più si strombazza e più si autoalimenta. E magari dedicarsi, se le condizioni ancora lo permettono, ai necessari acquisti, (ove necessari e senza indebitarsi) a cominciare dal made in italy, ove possibile. Altre piccole cose che può fare quotidianamente sono il risparmio energetico ((quasi tutta l'energìa è importata) e la raccolta differenziata, visto che plastica, carta e metalli ridiventano preziose materie prime di cui l'Italia ne è quasi priva.

  • squalo
    Lv 4
    8 anni fa

    cercare nuove opportunità

  • 8 anni fa

    Smettere di "dare una mano".

    L'abbiamo visto tutti e tutte che fine ha fatto la popolazione in Grecia sottomettendosi alle ricette dei grandi organismi mondiali. Il "dare una mano" significa sacrifici e abolizione di qualsiasi diritto e garanzia precedentemente conquistato con tanta fatica, i risultati sono sempre gli stessi: precarizzazione del mondo del lavoro, abbassamento del potere d'acquisto, livelli di disoccupazione insostenibili.

    Bisogna iniziare ad organizzarsi insieme per far fronte alle necessità della vita senza dipendere da quelle stesse strutture che ci sfruttano giorno dopo giorno. Se non l'avete ancora capito la cosiddetta ripresa è fatta sulla vostra pelle e con il vostro sangue.

    Fonte/i: thanks Pierclinto
  • Anonimo
    8 anni fa

    Tutte queste idee, questi spunti dovreste pubblicarle su www.observant.it è un giornale online gratuito

    Il modo per agire c'è, dobbiamo crearlo da basso, perchè ai piani alti non vedono cosa succede nella realtà del Paese. Mi piace questa voglia di reagire. E' proprio nello spirito di Observant.

    Fonte/i: www.observant.it
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    8 anni fa

    Posso dirti tre cose:

    1. questa crisi globale darà una bella mazzata al concetto di "consumismo" sfrenato, quindi avere un consumo oculato da parte di tutti vuol dire spingere una domanda "buona" rispetto ad una "cattiva". Non sto facendo un discorso ecologista ma molto commerciale.

    2. ora come ora è un suicidio, però appena le cose si aggiusteranno un minimo serviranno *imprese*, una marea di imprese per coprire tutte quelle morte, dare lavoro, creare ricchezza. Bisognerà ricreare tutto quel tessuto imprenditoriale che in questo momento subisce il genocidio (soprattutto per motivi politici)

    3. questa crisi riguarda lo stato e la gestione dello stesso da parte della politica, sarebbe buona cosa per tutti cambiare la mentalità su come interpretiamo l'amministrazione...richiedendo di conseguenza una diversa politica, un diverso rapporto tra fisco e spesa di stato, tra privato e pubblico, tra politica e parti sociali ecc.

  • Anonimo
    8 anni fa

    Non credo che un dipendente possa fare molto per dare una mano all'azienda.

    Solo fare al meglio il suo lavoro...

    Per cambiare le cose, è necessario che siano i dirigenti a fare un passo avanti.

    Molte aziende sono in crisi perché producono le stesse cose che produce chiunque..ergo non propongono nulla di innovativo.

    Per guadagnare serve innovazione, innovazione ed innovazione.

    Innovazione=distinguersi dalle altre aziende. Distinguersi dalle altre aziende=guadagnare di più.

    Il problema è che è difficile trovare qualcosa di innovativo in certi settori.

    Se hai un bar trovi 10milioni di innovazioni...ma che innovazione puoi trovare se hai uno studio fotografico? E' un po' difficile (sono degli esempi tanto per far capire)

  • 8 anni fa

    Bisognere mettere sul lastrico tutti quegli idioti che hanno causato la crisi. Ma purtroppo non è fattibile perché sarebbe una mossa antisemita poiché coloro che l'hanno causata sono tutti ebrei e quindi non si può fare. Bisogna resistere e sperare bene.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.