Essere diverso dagli altri a 20 anni!?

Salve a tutti. Sono un ragazzo di 20 anni, mi reputo sensibile, buono, umile, e sognatore. Questa mia sensibilità alcune volte mi crea fastidio, perchè basta un nonnulla, una parola appena fuori le righe a mandarmi giù ed a farmi venire la voglia di piangere. Poi sono quasi sempre triste, avverto in me una grandissima poesia, ed ogni ricordo, ogni luogo in me ispira sempre qualcosa, e passo i giorni nostalgico e sentimentale. Adoro scrivere. Mi fa schifo questa società di persone false, questa società che mangia, mangia per ingrassare, e si dimentica del naturale per mangiare plastica, che non si sa muovere più a piedi perchè pure per spostarsi di due metri deve usare l'automobile. Sono stanco di sentire dire: guarda quella che gnocca, guarda che c.ulo, che bel pezzo di fig.a. Certo, a me le ragazze piacciono, ma io cerco prima i sentimenti dopo la fisicità. Invece questi tempi ci propongono discorsi da lupi famelici, uomini che quando passa una bella ragazza sbavano, uomini adulti che, sposati, dicono spudoratamente di continuare a fare sesso con altre persone. Persino gli adulti stessi ridicolizzano l'amore con frasi tipo: con le ragazze come va? con la f.iga tutto a posto? Allora, l'abbiamo trovata? Sono stanco, mi sono davvero scocciato di questo accanimento materialistico: io sogno l'amore, l'amore di una ragazza timida, sensibile, conosciuta in biblioteca tra tanti libri. Una ragazza con la quale condividere viaggi, soggiorni poetici in alberghi, avventura e sofferenze. Vorrei cambiare tutto di questa società, ma mi porto i malesseri tutti dentro. Non ho veri amici, non ne ho mai avuti. A scuola ci stavo male, c'è sempre qualcosa che mi blocca nel conoscere altre persone. Penso in me: quella persona se ne può sbattere della mia amicizia, oppure.. non sarò scortese nell'instaurare un dialogo con quella ragazza? Più tempo passa più mi accorgo che della vita non ci sto capendo nulla, ma allo stesso tempo diffido di chi dice che lui qualcosa la sta capendo. Secondo me è impossibile trovare la cosa giusta, perfetta.. Perchè non esiste! E così passo tutto il mio tempo o a casa o a lavorare nel bar di famiglia, senza mai uscire, senza mai creare occasioni per trovare l'amore. Io sogno di viaggiare, di trovare gente umile come me, ma la mia sensibilità, la mia poesia, la cruda realtà che mi propone uomini falsi mi butta giù di morale. Infine nonostante la mia età mi commuovo facilmente, amo guardare i cartoni animati (mi piace troppo Belle e Sebastien, perchè viaggiano in continuazione), delle volte so che ancora sono fanciullesco dentro, amo troppo la mia famiglia, per me è tutto e non riesco a distaccarmi da lei perchè per me rappresenta tutti i valori possibili. Faccio fatica a trovare veri amici perchè non creo le occasioni, ma quanto mi piacerebbe uscire con dei veri amici, nella città a parlare, a discutere come dei buoni, umili amici. Ma odio chi fa sempre le stesse cose, chi si è assuefatto a questa cultura occidentale, sì... amo l'Oriente. Sogno l'India, il valore della spiritualità, la cultura araba, amo chi sta all'aperto, amo la natura e per me Internet è una droga. Ma ormai.. la globalizzazione è dappertutto, le culture vanno ad estinguersi, ci stiamo rendendo un'unica massa in tutto il mondo senza originalità. Non c'è la gente che potrei amare, ci sentiamo tutti grandi, tutti esseri superiori, abbiamo perso l'umiltà, l'onestà. Sono stanco di queste regole meschine, che impone la società. Sono stanco di dover sentire che al mondo d'oggi solo i furbi vanno avanti. Stanco delle mode, dei pantaloni firmati, degli occhiali da sole nuovi e costosi. Stanco di vedere i miei coetanei che si interessano soltanto ai motori ed alle belle donne, a me le donne piacciono, ma mi piacciono di più i sentimenti verso di loro. Stanco delle sigarette, che creano soltanto quella puzza schifosa e avvelenano i polmoni, stanco dei fumi delle macchine, delle persone che non riescono a fare un passo a piedi. Voi potreste dirmi: "ma tu fatti la vita che ti piace e non fare quello che fanno gli altri". Ma non è facile. Chi la pensa diversamente piano piano viene escluso, isolato. Io sogno di vivere primitivamente. Una piccola casetta in campagna. Campare di formaggio, frutta, ogni morto di papa carne. Amo la natura. Vorrei stare ad osservare di sera il tramonto, mentre me ne ritorno alla mia piccola casetta. Voglio svegliarmi col canto del gallo, della gallina. Voglio procurarmi da solo il mangiare, andare a pesca, raccogliere bacche e frutti. Sono stanco. Stanco dei cellulari, delle ragazze e dei ragazzi che aspettano il sabato sera per immettere nei loro organismi litri di alcol e droga, che uccidono lentamente. Sogno boschi sperduti, foreste deserte. Campagne. Sogno una vita, non dico primitiva, ma naturale. Purtroppo, o per fortuna, sono fatto così. Non voglio consigli o altro, volevo solo sapere se... c'è gente che la pensa come me. E grazie

9 risposte

Classificazione
  • jollyR
    Lv 6
    8 anni fa
    Risposta preferita

    ciao, in molte cose la penso come te. ma siamo molto diversi in alcuni punti:

    UNO: di amici come me, che trovano ridicole le convenzioni e che amano le sfide, la natura selvaggia, la musica e pensano con la loro testa e sentono col loro cuore, ne ho trovati. non bisogna darsi per vinti, rinunciare alla socialità e pensare di essere soli. ho l'impressione che tu creda di non trovare nessuno alla tua altezza. sbagli! (per fortuna!)

    DUE: vivi in citta? se vivi in campagna puoi iniziare a coltivare un orto, e raccogliere erbe, bacche, frutta selvatica, radici spontanee ecc ecc. spesso i piccoli comuni montani organizzano weekend di raccolta e riconoscimento delle erbe selvatiche commestibili, puoi informarti e partecipare. puoi andare a visitare uno dei tanti ecovillaggi o comuni che ci sono in italia e fermarti un mese. troverai gente che la pensa un po' come te e imparerai molto. se vivi in città, puoi affittare un piccolo appezzamento di terra subito fuori città per farci un orto (costano poco) e andarci nel tempo libero. hai 20 anni, lavori ogni tanto, immagino che un mezzo di trasporto indipendente tu ce l'abbia (bici-moto-auto)

    TRE: ti lamenti, ma cosa fai per cambiare questo mondo? agire ci fa sentire meglio e serve a qualcosa, lamentarsi e pensare a quanto siamo speciali, poetici, tristi e diversi ci isola e ci fa perdere la voglia di fare ogni cosa. non chiuderti nell'immagine che hai di te, parla con la gente, frequenta altra gente, cerca di scuoterti e di vivere! se sogni di vivere in modo naturale, voilà, inizia a spegnere il pc e a fare una passeggiata. vai via due giorni in montagna solo con un sacco a pelo, un coltello, un pentolino, un accendino e 1 kg di pasta e cerca di trovare da mangiare da solo prima di aprire la pasta. se invece sono solo sogni estetici, non so che dirti

    alla fine i consigli te li ho dati lo stesso :-9

    ciao

  • Anonimo
    8 anni fa

    penso che:

    a) ho già letto diverse volte questa domanda, ciclicamente la riproponi

    b) sia uno specchietto per allodole

  • Anonimo
    8 anni fa

    te devi affidà a Gesù , affidacete te AFFIDACETETETE

  • 8 anni fa

    anche io la penso così...... ho 18 anni e sono la "sfigata vegana" che si spacca tanto il c..o a voler salvare il mondo ma tanto la gente mi dice "tu non fai la differenza" e io rispondo "pensa se non ci fossimo noi 7 miliori di veg solo in italia, il mondo sarebbe ricoperto da allevamenti"

    e nessuno vuole uscire con me, chi vuoi che voglia una che non mangia il kebab?

    e sto anche io qua attacca a internet perchè mi stufo e quando mi stufo mi leggo montagne di libri.. ma leggerli da soli è talmente noioso.. son stufa anche di quelli ormai.. voglio anche io andare in india :(

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 7
    8 anni fa

    Puoi cercare di fare diverse cose. Visto che ami la natura potresti andare a fare delle escursioni o del trekking organizzato. Così avresti occasione di conoscere altre persone con gusti, almeno da questo punto di vista, simili ai tuoi. Eppoi potresti impegnarti nel volontariato, a favore degli umani o degli altri animali o entrambi. Aiutare il prossimo aiuta anche noi stessi.

  • 8 anni fa

    Lavori nel bar di famiglia? Se sei sempre tu ti ho scritto in privato, alla seconda mail non hai più risposto, perchè? Se non ti butti come farai a capire se una persona è come te o no? Se è degna delle tue attenzioni? Anch'io mi ritengo diversa dalla massa, faccio fatica a relazionarmi con molti miei coetanei, a volte mi ritengo più "adulta" di loro. Ci sono tante persone come te e me là fuori, dobbiamo solo buttarci e trovare modi per conoscerle. Buona fortuna

  • 8 anni fa

    Mi ha davvero ispirato il tuo racconto... wow sei uno dei primi maschi che la pensa proprio come me!

    è bello sentirselo dire da un maschio Pure adulto. Sei unico nel tuo genere, non cambiare MAI. Mi raccomando :)

    Vedrai che prima o poi riuscirai a trovare dei veri amici, e io ho faticato tantissimo per trovarne 1.

    Ma finalmente l'ho trovato, ma non è una femmina (come tutte le altre ragazze lo trovano sempre e si dicono tra loro "ti amo" -.-), è un maschio. Io sono completamente diversa dalle altre ragazze, non mi piace ascoltare musica "tunz tunz" o dirsi "ti amo" oppure "amore mio" tra amiche, la trovo una cosa stupida. Io non mi sono mai messa i trucchi o profimi, nemmeno gioielli. Io infatti di RAGAZZE che la pensano come me non ne ho trovata nemmeno 1.

    Io sono SEMPRE triste. Ma tu non ti devi considerare "diverso" in modo negativo, gli altri potranno ridere di te perchè sei diverso (secondo loro) ma tu ridi di loro perchè sono TUTTI UGUALI!

  • 8 anni fa

    Ti lamenti dello smog e del fumo, ma ogni tanto la bistecca al sangue e il pecorino te li mangi eh? Sei proprio un vegetonnivoro...

  • 8 anni fa

    Mi piacerebbe parlare con te, sono della tua stessa opinione, nella tua stessa situazione..

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.