Curiosità e commenti su Assassin's Creed III?

In questa domanda vorrei uscire dal formato "domanda-risposta" per fare una piccola discussione sul gioco. Parto subito con la mia domanda: non ho capito se le stagioni (primavera/inverno) si alterneranno durante il normale gameplay o cambieranno in seguito all'andamento della storia.

Poi vorrei sapere da voi cosa pensate del gioco, e prima che chiunque tiri fuori la solita frittata del "combattimento facile" vi dico due paroline. Il gioco è stato fatto apposta. Siete un Assassino, siete più abile dei vostri avversari. Se doveste sudare sette camice per un combattimento e magari dover anche fuggire, finirebbe Assassin's Creed e diventerebbe "Uncharted", o "Tomb Raider".

Detto questo, cosa pensate dunque del gioco? Vi attira? Siete fan di lunga data o nuovi?

Aggiornamento:

"Quindi" se il gioco ti interessa o ne sei un fan, di qualcosa a proposito!

Tuttavia non credo che il gioco concluderà la storia di Des. Ubisoft ha parlato di "prima o poi", ma non di ora.

Aggiornamento 2:

Reira, bella risposta. Sono d'accorto con te su parecchie cose, su altre sono un po contrario ma ognuno ha le sue idee, no? Ti dirò, ho dato molta fiducia ad Ubisoft fin ora, sono sicuro che l'ego che precede il gioco sia almeno al 90% veritiero. Dopotutto, con tre anni di creazione alle spalle un gioco non può essere deludente, in modo particolare questo non può esserlo per poche ma chiare ragioni. La prima è senza dubbio il fatto che AC III rappresenta il progetto più ambizioso "di sempre" per il colosso francese, la seconda è che ci hanno lavorato sodo. Il gioco ha il doppio del budget di Revelations, è stato impiegato il doppio del tempo impiegato per Revelations nel crearlo. Le novità sono moltissime, nessuna di queste mi ha deluso fin ora, Il nuovo protagonista è fantastico, l'ambientazione sicuramente non ha l'impatto ricco di Firenze e Venezia, o più in generale dell'Italia risorgimentale/rinascimentale. Eviterei discussioni del tipo "patriott

Aggiornamento 3:

..."patriottismo americano" da parte di Ubisoft perché sono stupidate, ma la gente su questo ci marcia e non poco. Il protagonista è un indiano d'America, ma non americano. Per quanto riguarda le stagioni a me invece piacciono, ma ripeto, continuo a non capire se le vedremo cambiare poco a poco mentre si gioca o tutto d'un botto con la trama. Attendo il proseguimento della tua risposta.

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    8 anni fa
    Risposta preferita

    Il primo capitolo è stato vero amore. Il dualismo presente\passato è stato ciò che ho sempre aspettato. In più la lotta di interesse tra le due fazioni, Lucy così ambigua, il complotto svelato da Altair, il mistero del soggetto 16.... Se c'è una cosa che però non mi è piaciuta è stata la storia di "Coloro che vennero prima". No su tutta la linea. Si discostava profondamente da quanto avrei potuto accettare. E, vista la grande importanza assunta da questi "dei" nel corso della storia, sono rimasta un - bel - po' delusa dalla piega presa. Non so cosa mi aspetti da questo capitolo, ma spero che non distruggano completamente gli elementi che mi hanno accostato a questo gioco. Già l'ambientazione tutta americana non riscuote il mio entusiasmo - dopo il rinascimento italiano qualsiasi scelta è inferiore, a mio parere - e anzi getta acqua sul fuoco del mio patriottismo alimentato dalla provenienza di Ezio, in più... cosa mai dovrà fare, Desmond, attraverso Connor? Sono seriamente preoccupata!

    Des è uno dei personaggi migliori che abbia mai incontrato, sia come introspezione che come processo evolutivo - cambiamento facciale di Revelations a parte, gentilmente - e ciò si è in gran parte specchiato nei suoi avi; tuttavia temo che la sua figura possa essere gonfiata eccessivamente in questo grande episodio, già preceduto dalla sua stessa fama (grafica migliore, combattimento migliore, abilità nuove, arsenale nuovo, multiplayer rivoluzionato...). Che la montagna partorisca un topolino?

    *Lo svolgimento del gioco è a cavallo della rivoluzione americana, uno dei momenti più esaltanti della storia del nuovo continente. Non si può negare che i fan americani si riempiranno d'orgoglio nell'essere connazionali di Connor, così come noi ci siamo sentiti molto fieri di Ezio nei tre capitoli precedenti. Soprattutto, ci tengo a sottolineare che la Ubisoft mi ha già regalato tutto quello che potessi desiderare nel gioco; non mi aspetto di essere corteggiata questa volta. Pure, mi intimorisce l'enormità dell'ambizione mostrata.

    Sì, come accennavo sopra, sono poco emozionata perché non mi ispira in sé l'ambientazione, non perché la Ubisoft mi ha dato modo di dubitare o altro. Anzi! Sembrano incantevoli le foreste innevate e la possibilità di arrampicarsi sugli alberi sembra molto interessante, tuttavia... il mio vero problema è di non essere entrata in sintonia con una parte della trama. Non è un male, sai? Così riesco a mantenermi equamente distaccata dal gioco. Visto che il 31 ottobre andrò a scuola come tutti i giorni, mi assicuro di poter dormire la notte ;)

    La questione che mi interessava approfondire era il cambiamento di obiettivi. Inizialmente erano i Templari, poi la ricerca delle mele dell'Eden, poi lo svolgimento della missione ancestrale. Il protagonista è cambiato in base alle necessità: se subito era un prigioniero che deve solamente sopportare la situazione, diventa sempre più indipendente, un super partes, tanto da vestire i panni del profeta. Ok, l'homo faber rinascimentale rinnova questo personaggio (ho trovato bellissima la narrazione della sua giovinezza in Revelations) troppo inerme per sopravvivere d'inerzia, ma... diventerà al pari dei suoi avi? Un altro eroe perfetto? Tutta questa introspezione post-novecentesca per... questo? Spero che questo capitolo chiarisca quale sarà il punto di arrivo per Des; sia che si tratti dell'ultimo capitolo di una splendida saga, sia che stabilisca un punto fermo dal quale far partire, più avanti, altre splendide storie.

    Tutto ciò che ho scritto ha il suo valore - discutibile per molti;

    non avrebbe senso se non dicessi che raramente ho trovato un'opera tanto bella e articolata che mi ha arricchita con altrettanto garbo.

    Fonte/i: Ho tagliato la prima parte della domanda, altrimenti non potevo pubblicare la seconda!
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • il gioco e spettacolare e ambientato durante la rivoluzione americana e fatto benissimo e la trama e intrigante finira la storia di desmond e forse sara l ultimo gioco il giocoseplicemente SPETTACOLAREEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 8 anni fa

    quindi?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.